ULTIMA - 23/1/19 - LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona,
...[leggi]

ULTIM'ORA

6/4/18
FINISCE 1-1 IL RECUPERO FRA ROVERCHIARA E RALDON

Ieri sera si è giocato il recupero della 24ma giornata del girone “D” Seconda categoria, e il Roverchiara del presidente Loris Tavella, assetato di punti per tirarsi su dalla zona bollente della bassa classifica, ha pareggiato 1 a 1 contro il più tranquillo A.C. Raldon del direttore generale Daniele Lorenzetti.
 
Gara molto combattuta, in cui si è ricorso anche allo spadone oltre che a sprazzi al fioretto: diversi i gialli comminati dalla direttrice di gara, e rosso comminato per somma ammonizioni a Stefano Tedesco del “Rover” di mister Denis Guerra. Vantaggio, dopo circa una decina di minuti, dei “biancazzurri del Basso Adige” del presidente Loris Tavella grazie ad un’azione concitata in area avversaria, e risolta dalla zampata finale sferrata da Manuel Mirandola, ex Isola Rizza classe 1995.
 
Bene il trio offensivo roverchiarese con l’ex “enfant prodige” del Calcio Padova, il 1995 Manuel Rogano a fraseggiare con il promettente n.10 Luca Dall’Oca, classe 1997 ex Albaronco, e con bomber Stefano Fanari, classe 1986  che ci ha detto “Voglio chiudere la mia carriera in bellezza, contribuendo alla salvezza della mia squadra!”.

Arbitra, la quale dopo i primi dieci minuti della ripresa ha perso il controllo della situazione, favorendo così l’inasprirsi della gara, pareggiata dal raldonate ex Cadidavid Pietro Grossule, classe 1998 col 13 sulla schiena.

“Ramarri nero-verdi” del vociante mister Silvio Donadello e del diggì sempre presente alle gare della sua Prima squadra, Daniele Lorenzetti, detto “El Ceti”, in cerca anche loro dei 3 punti, alla pari dei roverchiaresi, con ancora una gara da recuperare, il prossimo giovedì 19 aprile, sempre alle ore 21.00, ma questa volta a Salizzole contro il Gips di mister Pasquale De Lauri.
 
Presenti alla partita il polesano mister Antonio Marini che ha detto “Noi non eravamo certo partiti per vincere il Torneo!” ma ora il suo SanguinettoVenera è ad un punto solo dal trionfo in Prima categoria, mister Marini affiancato dal preparatore, l’ex professionista Matteo Bergamini, il valore aggiunto dei lanciatissimi “venerabili”, in testa del girone “D” dalla prima gara.
 
La classifica vede ora l’A.C. Raldon – che ha mostrato in Thomas Poli, Simone Garofolo, l’ex lupatotino Riccardo Princivalle e l’ex Casteldazzano Maurizio Salvati un’ottima prima linea – staccarsi a quota 37 punti e difendere da solo, senza più avere al suo fianco l’Albaredo, l’8° posto. Il Roverchiara invece è ancora il “fanalino di coda” a 17 punti, uno in meno del Villabartolomea, che però ha già sparato tutte e 26 le cartucce in fondina, e con il “Rover” che ha ancora a disposizione – in caso di vittoria esterna – il bonus dei 3 punti, da guadagnarsi in quel di Salizzole. 

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(887)