ULTIMA - 20/1/19 - LE 8 QUALIFICATE AI QUARTI DELLA COPPA VERONA 2018-19

Si sono giocate oggi le partite della terza ed ultima giornata del 1° turno della Coppa Verona 2018-19 riservata alla formazioni di Terza categoria, denominata “Memorial Gianni Segalla”, che hanno consegnato il pass per il passaggio ai quarti di finale in programma domenica prossima. Nel Girone 1 il Lessinia vince 1 a 0 la sfida decisiva contro il Borgo San
...[leggi]

ULTIM'ORA

12/4/18
L’AUDACE CALCIO RICONQUISTA SUBITO LA PRIMA CATEGORIA

I ROSSONERI DEL PRESIDENTE ROBERTO PURGATO, GUIDATI DA MISTER MATTEO MENEGHETTI, STACCANO IL PASS PER IL SALTO DI CATEGORIA CON TRE TURNI DI ANTICIPO

Una gioia immensa in casa dell’Audace calcio che firma un campionato di Seconda categoria capolavoro e sale in Prima con tre turni di anticipo. I rossoneri del presidente Roberto Purgato in 27 gare giocate collezionano ben 62 punti dieci in più della rivale San Peretto del diggì Nicola Righetti e festeggiano al meglio quest’anno i suoi 96 anni di vita. 19 le vittorie conseguite, 5 i pareggi e 3 le sconfitte, con un attacco micidiale con 52 reti realizzate e una difesa ermetica con solo 20 reti subite. I rossoneri detengono la palma del miglior attacco e quello della miglior difesa del girone B di Seconda categoria. Nelle ultime 5 partite si sono portati a casa 5 luminose vittorie testimoniando la loro grande qualità e compattezza. Entra nella storia della società il giocatore Francesco Savoia che domenica scorsa, al 43° della ripresa, tra le mura amiche contro la Primavera ha firmato la rete che ha deciso la sfida e dato la matematica promozione in Prima categoria.

Un gruppo molto consistente quello dell’Audace calcio, formato dal giusto mix di giovani di valore e giocatori più esperti che li hanno presi per mano fin dalle prime battute di campionato. Non a caso l’Audace è stata quasi sempre al comando lasciando al palo le dirette rivali. In gran spolvero la punta classe 1992 Andrea Castelli arrivato quest’anno dall’Union Grezzana autore di 11 goal, 5 in meno dell’attuale capocannoniere del girone B Pietro Bellè dell’Olimpia Ponte Crencano. Racconta il pragmatico direttore sportivo Gino Crema: "Un'annata per noi fantastica con una squadra, e lo confermo pienamente, che è stata costruita per il salto di categoria. Siamo andati a prendere quest’estate giocatori di provate capacità che sono si sono inseriti bene nell’intelaiatura della squadra. Un gruppo eccezionale dove tutti allo stesso modo hanno fatto la loro parte. Nessuno è stato scontento tanto che io non ho mai dovuto intervenire con le mie parole durante questa stagione. Non serviva, perchè il meccanismo era perfetto".

Artefice con le sue idee l’intero staff tecnico guidato dall’emergente tecnico Matteo Meneghetti e dal fidato vice Corrado Frinzi. Prezioso l'apporto di Giorgio Saccomani, allenatore dei portieri, di Stefano Dalla Valentina detto “el Tampe”, collaboratore tecnico, e di Mirko Grigoletto, massaggiatore e magazziniere dei rossoneri protagonisti quest'anno di un calcio champagne da molti invidiato. Giocate magnifiche palla a terra e tanta tanta intensità, proprio come vuole mister Meneghetti. Con la sua esperienza e le sue giocate la punta classe 1980 Francesco Gasparato ha dato una grande mano a tutto il gruppo segnando 5 preziosi goal. A quota 8 reti Mirko Cacciatori e Francesco Savoia. Continua Gino: "Mister Meneghetti è stato davvero esemplare. La nostra società questa estate ha fatto la scelta giusta. Matteo ci ha garantito massima collaborazione e tanto impegno. Ha evidenziato al massimo ogni singola caratteristica di ciascun giocatore della Prima squadra inserendolo al meglio nello schema di gioco da lui voluto. Persona che sa molto di calcio e possiede quella genuina passione che si respira qui all’Audace. Un mister vincente e vulcanico che ha fatto rendere ogni giocatore al 120%. La nostra è una società storica, una delle più vecchie e blasonate di Verona. Quando entri sul manto erboso del nostro campo, il “Tiberghien” di San Michele, ti tremano le gambe pensando a quanti giocatori importanti sono passati da queste parti".

Ha ragione il d.s. Gino Crema. L’Audace è nata nel lontano 1922 come Unione Sportiva Audace del quartiere di San Michele Extra fondata da un gruppo di amici con il contributo del Lanificio Tiberghien che regalò un terreno dove giocare a pallone e delle sgargianti maglie. A ritmo quasi vorticoso iniziò così la storia del Club scaligero tanto che nella stagione 1940-41 i rossoneri per un soffio non furono promossi alla fase finale per salire in serie B, non vincendo la terribile concorrenza di Pescara e Fiumana. Negli anni settanta la formazione del vice presidente Giovanni Purgato, papà di Roberto, giocò a lungo sia in serie C che in serie D. Nei nostri campionati dilettantistici l’Audace calcio ha militato per tante stagioni in Prima categoria fino alla retrocessione dello scorso anno. Quest’anno è ripartita dalla Seconda per essere protagonista e riprendersi subito la Prima categoria, e così è stato.

"Assicuro che nelle prossime 3 gare non ci rilasseremo. Vogliamo coronare il campionato, se possibile, con altre tre belle vittorie. Un plauso a questa squadra coriacea e di tempra forte. Abbiamo lanciato ragazzi molto interessanti come il difensore classe 1999 Matteo Azzali, giocatore proveniente dalla nostra formazione Juniores che si è messo in luce alla grande, statuario e fondamentale in difesa". L’Audace calcio rifondata con molta attenzione cinque anni fa, vanta un patrimonio tecnico ed umano magistrale. Le molte squadre che compongono il suo settore giovanile stanno sfornando ogni anno validi giovani pronti ad entrare a far parte della Prima squadra.

Chiude il mister rossonero Matteo Meneghetti, 38enne d’assalto al suo terzo campionato vinto, secondo consecutivo dopo quello al Croz Zai l'anno scorso: "Non è stato facile ma ci siamo riusciti. Faccio un elogio a tutti i miei ragazzi ed al mio impareggiabile staff. Sono stati tutti bravissimi. Grazie alla società che è sempre stata costantemente sul pezzo e non ci ha mai fatto mancare nulla. Sono orgoglioso di guidare questo incredibile gruppo. Dedico la vittoria di domenica scorsa al nostro capitano e fortissimo difensore Al Pia che a causa di un infortunio, che l’ha costretto ad un intervento chirurgico durante la scorsa settimana, non ha potuto essere presente. Ti aspettiamo al più presto grande capitano".

QUESTO LO STAFF SOCIETARIO DELL’AUDACE CALCIO:
Roberto Purgato presidente, Giorgio Zambaldo presidente onorario, Giovanni Purgato vice presidente, Giampaolo Renofio vice presidente e amministratore, Marco Sartori dirigente, Gino Crema direttore sportivo, Romeo Brusco direttore sportivo settore giovanile, Renzo Cappelletti responsabile segreteria, Orazio Vetrone segreteria sportiva, Valerio Giordani responsabile relazioni esterne, Gianluca Arcangeli direttore tecnico settore giovanile, Matteo Rama responsabile settore giovanile e attività di base, Fabio Tramarin responsabile marketing, Salvatore Cavaleri responsabile logistica e Massimo Rigoni immagine promoter.

I GIOCATORI DELLA PRIMA SQUADRA ROSSONERA 2017-18:
Davide Favaretto, Stefano Melchiori, Luca Albertini, Matteo Azzali, Davide Pasini, Al Pia, Stefano Piccoli, Nicola Piccoli, Roberto Tenero, Lorenzo Verde, Nicola Brunelli, Tommaso Burato, Andrea Cantieri, Marco Capobianco, Diego Gatto, Martino Zanella, Giulio Benini, Mirko Cacciatori, Andrea Castelli, Marco Cristofoli, Francesco Dall’Erba, Francesco Gasparato, Denis Mignolli e Francesco Savoia.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1330)