ULTIMA - 25/5/19 - IL BASSANO 1903 BATTE IL MONTORIO ED E' CAMPIONE REGIONALE

E' stata una bella partita, quella giocata ieri sera a Montecchio Maggiore, fra il Bassano e il Montorio, calcio valida per il titolo Regionale di Prima categoria. I giallorossi di mister Francesco Maino partono subito forte e passano in vantaggio dopo soli 5 minuti con Cosma, che, su invito di Garbuio, mette in rete con un tiro da sotto
...[leggi]

ULTIM'ORA

18/4/18
ANNATA STORICA PER MISTER ANTONIO MARINI E IL SUO SANGUINETTO

Onore e gloria al Sanguinetto Venera che l'altra domenica, con tre turni d’anticipo, ha staccato il biglietto per giocare la prossima stagione in Prima categoria. Domenica scorsa ha dato spettacolo a Sustinenza imponendosi per 5 a 4. I numeri dicono che dopo 28 gare i "venerabili" hanno raccolto 20 vittorie, 6 pareggi e solo 2 sconfitte totalizzando 66 punti, dieci più del Concamarise e undici più dell'Atletico Vigasio, due squadre che potrebbero accedere direttamente al 2° turno play-off del girone D di Seconda categoria.

Sanguinetto-Venera ben equipaggiato in ogni reparto e messo in cantiere da una sapiente dirigenza orfano del suo presidente Fabrizio Bottura che è recentemente scomparso. Andrea Ceresoli, che ricopre la carica di vice presidente, è stata l’anima e la principale essenza della società, sempre presente e con mai una parola fuori posto, è stato sempre a disposizione dei ragazzi della Prima squadra e dello staff tecnico guidato dal bravo tecnico Antonio Marini.

L'altra domenica l’apoteosi è partita al triplice fischio finale del signor Alberti della sezione di Verona sul terreno del Raldon. Le due squadre, dopo un aspra battaglia, avevano chiuso la partita sul 3 a 3 divertendo il buon pubblico presente sugli spalti. I giocatori con il punto avevano la certezza del salto di categoria e così hanno brindato a lungo negli spogliatoi. Una domenica che ha lasciato il segno nei cuori di chi ama i colori del Sanguinetto-Venera, sodalizio nato nel 2014 con l’unione fra il Sanguinetto e il Venera. Buono anche il suo settore giovanile che sta mettendo in luce talenti importanti del circondario.

E’ contento il mister Antonio Marini arrivato quest’anno dopo che l’anno scorso aveva guidato la Centese, compagine che ha militato tanti anni in serie C: "Permettetemi di dedicare la vittoria del campionato al presidente Bottura che ci ha lasciato da poco, una persona davvero umile ed eccezionale. Un grandissimo grazie ai miei ragazzi che mi hanno seguito con impegno e dedizione. Sono stati sorprendenti e mi hanno fatto emozionare più volte con le loro prestazioni. Andrea Ceresoli ha fatto il resto, una persona incredibile, sempre attento ad ogni nostro problema ed ogni nostra esigenza. Vuole un mare di bene a questa società e si merita nuove soddisfazioni. Colgo l’occasione per ringraziare tutto il mio staff, nessuno escluso, che mi hanno dato quest’anno una grandissima mano. Un impresa che mi porterò sempre dentro. Un campionato vinto grazie ad un gioco efficace e pungente".

Ma nominiamolo lo staff tecnico di mister Marini, se lo merita con immensa gratitudine. Gabriele Donatoni è l’allenatore dei portieri, Graziano Bertozzo il team manager, Luca Scarabello è il massaggiatore e Matteo Bergamini il bravo preparatore atletico. Quello del Sanguinetto Venera è il 2° miglior attacco del girone, a due gare dal termine, con 54 reti, dietro solo quello del Concamarise che ha realizzato 69 goal, mentre sono 55 le reti realizzate dalll’Aurora Marchesino. Non è da meno la difesa che con 35 goal subiti è la terza del girone assieme al Concamarise e Raldon, dietro al Bovolone (31) e a quella dell'Atletico Vigasio che è la meno perforata con 30 reti subite.

Raggiante anche Thomas Pasti, classe 1987 arrivato a stagione in corso per rafforzare il reparto offensivo ben strutturato grazie alle prodezze dell’ariete Matteo Bedoni che finora ha siglato reti 18 reti, quattro in meno del capocannoniere Alessandro Carollo del Concamarise. "Abbiamo fatto una grandissima impresa. Siamo stati davvero forti. Qui a Sanguinetto si respira un'aria molto propositiva, abbiamo fatto un grandissimo girone di ritorno nonostante il raggruppamento non facile. Concamarise, Atletico Vigasio e Aurora Marchesino ci hanno messo in seria difficoltà ma è venuto fuori il nostro grande gruppo ben affiatato, amici fuori e dentro il campo. Ognuno ha lottato come un leone fino alla fine. Adesso però non si molla niente, gli avversari sono avvisati. Mancano ancora due partite che vogliamo vincere".

Meravigliosa la festa finale, una volta giunti al campo di casa di Sanguinetto, con i giocatori che hanno sfoggiato magliette appositamente fatte per l’occasione e tenute rigorosamente nascoste nei giorni precedenti per scaramanzia. Sono stati bevuti fino a tarda notte, nel ritrovo di Venera, fiumi di birra. Ma come non dargli torto, certe affermazioni sportive non capitano certo tutti i giorni. Il Sanguinetto Venera è campione. Il girone D di Seconda categoria quest'anno è stato affar suo.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1460)