ULTIMA - 20/5/19 - ANDATA PLAY-OUT DI SERIE C: LA VIRTUS VERONA BATTE IL RIMINI (1-0)

Buona la prima per la Virtus Verona di mister Gigi Fresco oggi al "Gavagnin-Nocini" contro i biancorossi del Rimini di mister Petrone. I rossoblu si sono imposti 1 a 0 ed ora sono i veronesi a contare sul doppio risultato nel match di ritorno a Rimini dove potranno vincere o pareggiare per rimanere in serie C anche nella prossima stagione.
...[leggi]

ULTIM'ORA

8/5/18
DARIO BIASI (VALGATARA): "SALVEZZA CONQUISTATA NEL RITORNO”

Quanta strada amici sportivi, ha fatto il Valgatara, negli ultimi anni. Dalla Terza categoria, in una manciata di anni, ha scalato le categorie arrivando in Eccellenza, dove quest’anno, al suo primo anno da matricola in questa ambita categoria, ha conquistato una meritata e combattuta salvezza. Un traguardo che molti pensavano all’inizio del torneo non fosse alla portata della compagine guidata dal presidente Silvano Caliari. Invece questo gruppo, formato dal giusto mix tra veterani e giovani di valore, ha fatto ancora una volta la differenza.

Il sodalizio con sede in via Appenheim a Marano di Valpolicella ha saputo quest’estate, in sede campagna acquisti, ad andare a pescare i giusti giocatori, come il difensore classe 1978 ex professionista ed ex Hellas Verona, Dario Biasi giunto dall'Arzignano Chiampo, senza dimenticare Alessandro Cottini (classe 1985), Cristian Martini (classe 1990 ex Sona), Riccardo Gasparato classe '97 anche lui ex Sona Mazza come il giovane classe 1999 Sebastiano Guardini, poi il 1988 ex Concordia Marco Lonardi e il "sette polmoni" Enrico Marchesini, 1990 ex Croz Zai. Nutrito il reparto di centrocampo con gli innesti dei vari Andrea Bernardi, classe 1999 ex Sona, Matteo Ceschi, classe 1999 ex CastelnuovoSandrà, Samuele Gobbi, classe 2000 ex Sona. In attacco hanno dimostrato il loro valore le punte Alex Speri, classe 1997 giunto dal Vigasio, Simone Armani, classe 1997 ex Virtus Vecomp, Marco Marchesini, talentuoso 1999 ex Sona, Dario Scardina, classe 1987 ex San Giovanni Lupatoto e Kevin Yao Doria, classe 1996 passato a dicembre in forza alla Provese, mentre in porta è arrivato il 1999 ex Ambrosiana Davide Boscaini.

A tutti questi vanno aggiunti le bandiere blaugrana, i portieri Dario Farina e Massimiliano Quintarelli, poi i fratelli Carlo, Marco e Leonardo Aldrighetti, Siro Franceschetti, Lorenzo Gallasin, Andrea Marconi, Gianluca Murari, Stefano Murari, Mattia Lavarini e l'immenso Matteo Lallo.

La classifica finale del campionato di Eccellenza parla chiaro. Il “Valga” chiude al 10° posto in compagnia della Vigontina San Paolo a 34 punti, lasciando al palo in zona play out le tre formazioni veronesi del Sona, del Team Santa Lucia Golosine e del Bardolino assieme ai vicentini della Marosticense. Afferma il tecnico del Valgatara Jody Ferrari, anche lui arrivato questa estate dal Sona e alla sua prima esperienza in categoria: "Sono molto contento, siamo riusciti a salvarci e per la seconda volta l’anno prossimo ci batteremo ancora in Eccellenza. Un cammino lungo e tortuoso dove abbiamo consolidato il gruppo giornata dopo giornata. Abbiamo superato diverse avversità e infortuni importanti e non ci siamo mai arresi. Bravi a non mollare nei momenti difficili e a farci largo con tanti punti importanti ottenuti nel girone di ritorno. Ora, tutti assieme, ci godiamo questo meraviglioso momento. Un immenso grazie ai miei ragazzi ed alla società che ci è sempre stata vicino".

Rimarrà Jody al Valgatara? La società lo vuole e lui pure. A breve si siederanno a tavolino per decidere il patto di ferro da siglare per la nuova stagione targata 2018-2019. Puntello determinate in difesa è l’ex professionista Dario Biasi che, con l’umiltà e la determinazione che lo contraddistingue spiega: "Non è la solita frase fatta ma devo dire che qui a Valgatara ha regnato sovrano il gruppo. Tutti hanno remato dalla stessa parte, risalendo a tutta velocità la strada che si era fatta terribilmente in salita. La nostra chiave di volta è stato il girone di ritorno dove abbiamo perso solo 4 partite. Abbiamo sempre lavorato sodo, ve lo assicuro, e non ci siamo mai rilassati. Restare in Eccellenza era troppo importante per noi e la società blaugrana. Io mi sento molto bene e vorrei rimanere qui anche l’anno prossimo. Parlerò con la dirigenza e poi vi farò sapere qualcosa in merito".

Dario è amareggiato per la situazione del suo Hellas Verona, dove ha militato per due volte, la prima nella stagione 1997-1998, e la seconda nella stagione 2007-2008 dove con i gialloblu ha conquistato la salvezza in serie C1 battendo la Pro Patria ai play out. "Non sono dentro da vicino a questo campionato negativo dell'Hellas Verona che è precipitato nel baratro della serie B, ma sono certo che l’anno prossimo la società del presidente Setti farà di tutto per tornare subito in serie A, perchè la città e i suoi tifosi lo meritano".

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1435)