ULTIMA - 18/5/19 - FINALI PER IL TITOLO REGIONALE. DOMANI 3 VERONESI IN CAMPO

Domani, domenica 19 maggio si giocheranno anche le semifinali per il titolo regionale del Campionato di 1^ Categoria 2018-19. In gara secca ad eliminazione diretta il Calcio Marcon affonterà il Bassano 1903 mentre lo Scardovari ospiterà il Montorio al campo di Scardovari di Porto Tolle (Ro) in viale Repubblica. Il Montorio di mister Marco Burato nei quarti
...[leggi]

ULTIM'ORA

18/5/18
KARIMA RKAIBA HA LE ALI AI PIEDI!

Pochi sanno che Mohammed Rkaiba, il bomber che nei nostri dilettanti, di Eccellenza e Promozione, ha segnato più gol su azione (15 su 16, con la maglia della Montebaldina), ha una sorella maggiore di 7 anni (classe 1982), che è stata campionessa del Maghreb (in arabo sta per tramonto, e che sono Marocco, Tunisia, Algeria e Mauritania) nei 1500, negli 800 metri, stabilendo addirittura per anni il record del suo Paese, il Marocco, appunto. Karima oggi vive a Lugagnano, dove con il marito Klaus Francesco, ha messo su una bella famiglia, composta di tre marmocchi. Che durante la nostra intervista fatica a controllare, tanto sono vivaci. “Ho iniziato a correre a piedi scalzi sulla sabbia della mia Casablanca” racconta la maratoneta “durante le Scuole Medie. Le vittorie ai campionati studenteschi mi hanno fatto conoscere al grande pubblico, ma prima di tutto al mio insegnante di Educazione Fisica; il quale mi ha avviato alle gare non solo provinciali, ma ai Tornei scolastici regionali”.

Cosa ha significato per te correre?
“Felicità, liberazione, gioia di vivere: non mi è mai importato sudare, perché con i primi scarsi guadagni ho cercato di dare una mano alla mia famiglia numerosa e a mio papà che ho sempre conosciuto malato. La mia infanzia non è stata dorata, direi difficile. Ho imparato a correre da sola, prima di mettermi nelle mani di un club – l’Ein Harruba (Cusah) -, di un preparatore atletico e poi di un manager”.

A 15 anni Karima va in ritiro con la Nazionale marocchina dei maratoneti: “Ho fatto incetta di ottimi piazzamenti fin dai Mondiali di corsa campestre nei Tornei (Giochi) Scolastici: primo posto in Marocco, 2° in Spagna, 3° in Cina . A Rabat, capitale del mio Paese, ho corso a piedi nudi nell’ippodromo, i 3, 4 e 5 mila metri, svettando nella staffetta 4x400, corsa nella quale mi affidavano gli ultimi 400 metri perché ho sempre avuto scatto, potenza, velocità”.

Sempre a 15 anni, Karima trionfa in Marocco nei 2000 metri (mail) stabilendo il record di 1 minuto e 58 secondi: “Quella volta, a Rabat, fui ricevuta dalle più grandi autorità sportive e politiche del Marocco: mancava solo il nostro re, Mohammed VI. Quel record mi ha dato fama, pochi soldi, e l’onore di diventare la portabandiera delle atlete del mio Paese. Mi riconobbero gli equiparabili 300 euro e io li consegnai a mia mamma per comperare il frigorifero”.

Karima ha stabilito anche il record nella staffetta dei 4x400: ha percorso gli ultimi 400 in 56 secondi! Successi anche nei Giochi di tutti i Paesi arabi, dalla Giordania alla Tunisia, dalla Mauritania all’Egitto, dall’Oman al Qatar, dalla Siria allo Yemen: “Nell’edizione svoltasi in Marocco, sono salita sul podio più alto, ottenendo anche un 3° individuale. Ho corso per la prima volta in Italia, a 18 anni, nel 2003, con la mia Nazionale, la specialità corsa campestre nell’ambito di un meeting internazionale, con Spagna anche e Portogallo. Ho conosciuto il Belpaese gareggiando e primeggiando  in diversi meeting,  passando anche da Parma, Napoli, Lecce, Molfetta, Milano, e fermandomi per un paio di anni al Sud, a Matera, dove mi mantenevo lavorando in un bar o lavorando in un ristorante. Il compenso riconosciutomi dai successi erano sempre esigui, ma io puntualmente li devolvevo ogni volta a mia madre, per consentirle di crescere i miei fratelli più piccoli, tra cui anche Mohammed”.

Nelle competizioni internazionali per maratonete tenutesi da Roma in giù solo e sempre primi gradini del podio per Karima: “In un meeting svoltosi in Svizzera sono arrivata prima. Mi sono iscritta anche alla Facoltà di Giurisprudenza francese, anche se mi sarebbe piaciuta fare il medico; ma, gli allenamenti, il lavoro e i pochi guadagni non mi hanno permesso di continuare, di raggiungere l’obiettivo. Ma, va bene lo stesso: quello che più importa è che oggi sono una donna felicemente sposata a Klaus Francesco, un impresario prima edile ed ora nel settore del legno. Questi tre vivaci marmocchi (due bambine e un maschietto) mi riempiono la vita, ma mi piacerebbe fare del volontariato, aiutare i più bisognosi, chi ha sempre sofferto d bambina come me e la mia amata famiglia. E’ solo la sofferenza, i sacrifici che ti aiutano a crescere, che ti forgiano, temprano per affrontare ogni difficoltà. Non sono d’accordo con le madri che oggi accompagnano i loro figli in auto agli allenamenti: si devono recare al campo, non dico a piedi nudi alla mia maniera, ma con le loro gambe! I figli non devono essere viziati fin da piccoli: rischi di rovinarli. Io facevo decine e decine di km a piedi per raggiungere il campo sportivo, giocavo e correvo a piedi nudi in strada, sulla ghiaia o sull’asfalto, o, se mi andava bene, sulla sabbia.”

Karima e Verona: “Adoro questa città” sorride, aggiungendo: “Sono venuta nella “città dell’amore”, quella di Giulietta e Romeo e a giugno del 2010 ho conosciuto il grande amore della mia vita. Una città unica al mondo, bellissima, Verona, che ho conosciuto grazie a un’amica marocchina che già viveva qui, e stanca di vivere al Sud perché i grandi meeting e le grandi infrastrutture le trovi al Nord. Ho anche lavorato al “Caffè Rialto”, nel cuore di Verona, pure al Circolo Tennis”. 
 
L’”Abebe Bikila (il pluri-medagliato maratoneta etiope, che alzava le braccia al cielo vincendo a piedi nudi ori olimpici, 1972-1973) del Marocco”, Karima Rkaiba, aveva davvero le ali ai piedi – alla pari di Mercurio - . Ora si capisce la forza devastante del fratellino…Mohammed, già richiestissimo sui banchi del mercato e dalla quale sorella ha preso la disciplina, la serietà, l’etica pura dello Sport.
 
Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1485)