ULTIMA - 19/5/19 - ANDATA PLAY-OUT DI SERIE C: LA VIRTUS VERONA BATTE IL RIMINI (1-0)

Buona la prima per la Virtus Verona di mister Gigi Fresco oggi al "Gavagnin-Nocini" contro i biancorossi del Rimini di mister Petrone. I rossoblu si sono imposti 1 a 0 ed ora sono i veronesi a contare sul doppio risultato nel match di ritorno a Rimini dove potranno vincere o pareggiare per rimanere in serie C anche nella prossima stagione.
...[leggi]

ULTIM'ORA

22/5/18
PRONTO RITORNO IN SECONDA CATEGORIA PER L’AVESA H.S.M.

Ritorna subito in Seconda categoria, l’Avesa del nuovo presidente Maurizio Gambadoro, conquistando assieme alla capolista La Vetta, il salto diretto nella categoria superiore senza l'ausilio dei play-off. Dopo 26 gare i rosso e azzurri terminano al 2° posto in graduatoria, dietro alla Polisportiva La Vetta, con 60 punti. Quattro in meno della truppa del presidente Dario Zampini che ha trionfato guadagnandosi domenica anche il Titolo Provinciale contro il Vigo. C’era la voglia, quest’anno nel popoloso quartiere di Avesa, di firmare un importante impresa. Quest’estate la compatta dirigenza rosso-azzurra si era ancora una volta rimboccata le maniche. Bisognava preparare il terreno per ridare fiato ed ossigeno a tutto l’ambiente calcistico demoralizzato dopo l’amara retrocessione dell’anno scorso dalla Seconda categoria. Servivano nuove energie ed una dose massiccia di competenze e nuovi programmi. C'era da scrivere, nel libro della storia ultra centenaria del club rosso e azzurro, un nuovo capitolo. La Terza categoria ha questa società andava stretta.

Con umiltà e sete di risultati positivi, il direttivo si è messo subito all’opera appoggiando il saggio direttore sportivo Mattia Trimeloni (ora vice presidente) che ha sempre fatto di necessità virtù. Ad Avesa serve pochissimo ogni anno per formare una squadra senza rimborsi spese od altro. E’ andato a cercare giocatori di sicura esperienza, magari che avevano già respirato l’aria di queste parti. Sono arrivati i difensori svincolati Simone Furlani classe 1997 e Nicola Molan classe 1993. Dall’Ares Verona l’altro difensore Alessio Piccolo classe 1987, di spessore l’arrivo di Deniel Spahovic classe 1998 via Alba Borgo Roma e l’esperto e grintoso Alberto Nale, classe 1984 . Nutrito il reparto di centrocampo formato dai vari Andrea Righetti, 1987 ex Olimpia Ponte Crencano, Luca Guizzardi, svincolato classe 1988, e Filippo Visioli, classe 1987 ex BorgoPrimoMaggio. Ha seguito le orme del papà Walter Bucci, ex presidente dell’associazioni allenatori di Verona, il bomber per tutte le stagioni Marco Bucci, classe 1984. Genietto, a volte incompreso, aveva sue improvvise fiammata, del tipo pane pane vino al vino, con la sincerità nei gesti e nelle parole sempre in primo piano, Marco Bucci 1984 che aveva lasciato l’Audace di calcio a 5. Ottimo e sempre importante in prima linea l’apporto delle due punte Michele Murari (ex Quinzano) e Nicolò Salmaso (ex Ares Verona).

Un plauso al lavoro tra le carte, e non solo, del segretario Chiara Broni. Completano i quadri dirigenziali l'ex presidente Ivano Avesani, mentre Walter Bucci ha ricoperto quest’anno la carica di direttore tecnico. Un plauso allo staff di mister Giancarlo Borhy, il vice allenatore Giampietro Fontana e l’allenatore dei portieri Germano Perantoni. Dice il tecnico Giancarlo Borhy, ex portiere di Team Santa Lucia, San Martino, Montebaldina e Somma, che ci conferma che finita questa trionfante stagione ha lasciato la società per percorrere nuove strade. "D’accordo con il direttore sportivo Mattia Trimeloni e con tutto il direttivo, ho deciso a malincuore di intraprendere l’anno prossimo un nuovo incarico su un'altra panchina. Ora resto in attesa di novità. Colgo l’occasione per ringraziare questo meraviglioso sodalizio che mi ha fatto lavorare senza pressioni ed ha sempre creduto nel sottoscritto. Porterò questi ragazzi sempre nel cuore".

Non ha deluso le aspettative bomber Marco Bucci, che quando sta bene ed è in forma, è sempre molto pericoloso in area di rigore. Non a caso in questa stagione ha vinto la classifica cannonieri del girone A con 25 reti. Precedendo Luca Riva del Borgo San Pancrazio a 20 goal, Gabriele Gantes con 15 e Luca Cinquetti con 14, entrambi in forza al Quinzano mentre Damiano Giacopuzzi della Pieve San Floriano ha chiuso con 13 reti. "Si sa, - continua Borty - che è sempre il gruppo a fare la differenza. I ragazzi hanno costruito un forte spogliatoio ed hanno offerto buone prestazioni in campo. Tutto o quasi, malgrado qualche defezione o infortunio, è andato come mi aspettavo. Onore ed un immenso grazie a loro. Marco Bucci ha fatto un piccolo capolavoro, segnando goal importanti che ci hanno permesso di chiudere a nostro vantaggio tante gare. 19 vittorie, una in meno del La Vetta, costituiscono un viatico fondamentale per stare nell’olimpo dell’alta classifica. Conosciamo tutti il valore di Marco e io gli ho fatto fare in campo quello che si sentiva di fare. Si è divertito e ci ha fatto divertire".

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1316)