ULTIMA - 22/3/19 - COMPOSTI I GIRONI DEL 26° TORNEO “ELIO MONTRESOR”

Si è svolto allo Stadio “Avanzi” il sorteggio dell'attesissima 26esima edizione del Torneo “Elio Montresor” alla presenza dell’Assessore allo Sport del Comune di Verona Filippo Rando, del Presidente della 5^ Circoscrizione Raimondo Dilara, del Presidente della Commissione Sport Marco Padovani e del Consigliere regionale FIGC Mario Furlan. Il Torneo,
...[leggi]

ULTIM'ORA

6/6/18
IL NOGARA RIPRENDE L'ASCENSORE PER LA PROMOZIONE

Erano passate da poco le 19.00, e quando abbiamo varcato i cancelli del “Remo Soave” di Nogara, i “cosacchi bianco-rossi” del basso Tartaro erano già in festa, chi in soli pantaloncini, chi fradicio di docce e madido di sudore. Sì, perché anche se la gara Nogara-Chiampo avesse registrato un verdetto nettamente contrario al 4 a 2, con il buon 90% delle possibilità la squadra di mister Walter Bampa avrebbe guadagnato lo stesso il ritorno – dopo soli 9 mesi – in Promozione (la chiusura di baracca di Piovese, U.S. Provese e di altri club veneti, oltre alla promozione in C della Virtus Borgo Venezia, ed altri fattori, avrebbero liberato poltrone da riempire. Ma, come hanno sottolineato gli stessi ragazzi nogaresi, meglio, una certezza subito, che un’incertezza e una lunga e snervante attesa – fino al 15 luglio – da patire. E, si sa bene, con l’impazzare del calcio-mercato, meglio per tutti, giocatori da acquistare e dirigenti compratori, conoscere l’esatta categoria per poi congetturare il proprio futuro pallonaro.
 
E, così, il Nogara Calcio dei 6 soci proprietari (la pattuglia si è ridotta proprio in autunno alla mezza dozzina dagli storici 9 componenti) ha festeggiato in maniera sobria, ma sentita, il suo trionfo ai bordi del suo “Comunale”, vicino alla confortevole baita, a base di ottimo risotto, accompagnato da una mortadella ai ferri con una fettina di polenta abbrustolita. Per capitan Andrea Codognola, classe 1980, e una vigilia in cui neanche sapeva con esattezza se aveva la voglia e la forza di spendere un altro anno per il suo amato calcio (“El Codo” ha militato 17 anni in bianco-rosso, 14 consecutivi in categoria e 3 di fila da Juniores), quest’ultima affermazione sportiva suggella una carriera fatta di tanti sacrifici, ma anche di tanta passione. “Sono, come si dice dalle nostre parti, come la “gramegna”, non mollo mai! Nogara calcistica mi ha dato tanto, e io sono stato contento di averla ripagata. Quest’ultimo è il miglior gruppo con cui ho giocato in più di 15 anni a Nogara: armonia, coesione e sicuro divertimento oltre che gioia di stare assieme hanno fatto da fattore detonante, esplosivo. E, il gruppo si è potuto vedere anche oggi, quando, sotto di 2 reti, abbiamo avuto la forza, la rabbia, la determinazione di reagire, superando alla fine una delle avversarie tecnicamente più apprezzate di noi, oltre al Valdalpone, al Cologna Veneta e all’Isola Rizza”.

Per il diesse Giulio Furlani, ex bomber dal passato ricco di reti, quella consegnata la scorsa estate a mister Walter Bampa è stata una Ferrari: “Ho sempre creduto fin dal primo giorno e ho sempre giurato su questa rosa!” Animatore della serata, ingoiata oramai dalle ombre della sera, il presidente Andrea Martini, con il microfono in mano, ma con l’occhio sempre – e, a ragione! – rivolto verso le leve più piccole nogaresi: “Pensate che bello è stato vedere un Pulcino piangere perché voleva a tutti i costi la maglia di un giocatore della Prima squadra a fine gara. E, che gioia ha brillato nei suoi occhi, dopo essere riuscito nell’impresa!” Ecco, a nostro avviso, uno dei motivi per cui i bianco-rossi potranno vivere a lungo la loro favola calcistica è proprio l’amorevole cura verso il vivaio: “Oggi” ha aggiunto Martini “doppia festa, perché anche i nostri Allievi Provinciali, ieri (cioè sabato pomeriggio, ndr), vincendo a Zevio contro la Pro San Bonifacio, hanno ottenuto di poter partecipare l’anno prossimo al Torneo Regionale”.

E, per suggellare l’evento storico nogarese, lo stesso Andrea Martini ha voluto chiamare sul palco Matteo Turazza, giovane bomber, con all’attivo ben 31 reti. “Nella bassa veronese” ha spiegato Martini “solo noi e il Legnago Salus oggi possiamo vantare tutte compagini che militano nei regionali!” Tornando alla Prima squadra dice “Eravamo partiti per arrivare ai play off” riavvolge il nastro delle attese formulate alla vigilia dalla dirigenza bianco-rossa il buon Martini, aggiungendo: “Invece, strada facendo, ci siamo accorti che potevamo arrivare anche oltre, che potevamo competere con squadroni, quali Cologna Veneta, Valdalpone e Isola Rizza. L’appetito e la grande fiducia verso noi stessi è cresciuta man mano che lievitavamo in classifica; idem la convinzione di poter salire in Promozione accomodandoci sul secondo treno”.

Per Martini, il giocatore migliore e simbolo di questo Nogara Calcio è indubbiamente Andrea Codognola: “Ho giocato con lui 4 stagioni, salendo dalla 2^ categoria fino alla Promozione, e quest’anno ha fatto da chioccia per i nostri promettenti giovani” ma tanti elogi sperticati hanno un po’ lambito tutti gli eroi bianco-rossi, dal preparatore atletico Fausto Soffiati – al suo 9° trionfo -, il quale lascia il basso Tartaro per risalire in Eccellenza al Sona calcio tornando a far coppia con l'amico e nuovo mister rossoblu Fabrizio Sona, da mister Walter Bampa, al diesse Giulio Furlani, a tutti i componenti il Consiglio Direttivo, a sponsor, a chi ha cucinato ottimi risotti in settimana, a chi ha servito al bar e a chi si è preso cura del campo e degli spogliatoi. Elogio particolare anche al giocatore Rossi, studente di Medicina e Chirurgia presso l’Ateneo di Ferrara, e mister delle leve più piccole nogaresi: “Poche società” ha chiosato Martini “vantano ragazzi di questa completezza. Come il nostro difensore Riccardo Rossi, classe 1997. Un grazie anche ai tanti nostri promettenti giovani, sacrificati alla panchina, vedi Eugen Shabanj (1997), Mattia Zaghini (2000), Carlo Olivieri (1999) e Giacomo Prioli (2000)”.

Per il revisore contabile, il rag. Commercialista originario di Governolo mantovano – colui che ha sistemato il bilancio dei bianco-rossi -, lo juventino Gianni Frignani, “la vittoria al 4° turno dei play off è il giusto riconoscimento di una stagione vissuta intensamente da un bel gruppo di giocatori affiatati. Ora ritorniamo nel calcio che è vero calcio, con i tre direttori di gara, tra arbitro e assistenti di linea, e sono sicuro che mantenendo lo zoccolo di questa magnifica rosa, apportando qualche mirato ritocco, noi faremo bella figura anche lassù. Siamo una grande società, con 6 soci rispetto i 9 di prima, dove vale il detto uno per tutti e tutti per uno, e dove ci si confronta e si condividono i giusti accorgimenti da apportare. Un merito e un plauso alla “cinquina” di giocatori della provincia di Mantova, giunti a Nogara: mi riferisco a Francesco Palvarini (futuro nosteopata, con l'alloro in scienze motorie già guadagnato l'anno scorso), aYuri Gallo, allo scatenato Samuele Paldetti (6 stagioni compagno dell’Udinese Kevin Lasagna), a Diego Grigoli e al portiere Emanuele Scandiuzzi”.

Raggiante – e, come non esserlo? – il Consigliere bianco-rosso Bruno Comìn: “Squadra che ha lottato per tutto il campionato per raggiungere l’obiettivo prefisso dei play off. Poi, siamo stati premiati proprio perché il gruppo c’era e ha dato di più di quello che si prevedeva potesse dare”. In conclusione, la gioia di mister Walter Bampa: “Ha trionfato prima un gruppo che una squadra di calcio e io ho avuto la fortuna di guidarla”. Poi, una frecciatina ai regolamenti federali, in materia dei play off: “Troppi ed estenuanti 4 turni di play off: le regole dovrebbero essere riviste. Ho creduto di potercela fare, quando abbiamo battuto il Valdalpone, la più forte – presa giocatore per giocatore - delle avversarie del nostro girone “B”. Io, Martini e Giulio (Furlani) ci siamo guardati in faccia scambiandoci la stessa opinione, quella del possiamo farcela! Nogara merita minimo una Promozione: lo si è visto oggi, con tutta quella gente sugli spalti. Bisogna capire la… nogarità, impresa non del tutto scontata, non del tutto facile!”

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1573)