ULTIMA - 20/1/19 - OGGI SI CONOSCERANNO LE 8 SQUADRE QUALIFICATE IN COPPA VERONA

Si gioca oggi la terza ed ultima giornata del 1° turno della Coppa Verona 2018-19 riservata alla formazioni di Terza categoria, denominata “Memorial Gianni Segalla”. Ma andiamo a vedere chi si gioca il passaggio del turno. Nel Girone 1 il Lessinia gioca la sfida decisiva in casa contro il Borgo San Pancrazio con il Verona International che potrebbe tornare
...[leggi]

ULTIM'ORA

20/6/18
GALASSI: “NON DIMENTICHERÒ MAI IL BEVILACQUA E I SUOI TIFOSI!”

Daniele Galassi, al suo primo campionato nel veronese, ha lasciato davvero il segno! Attaccante completo, destro, sinistro e buon colpitore di testa, il bomber di Giacciano con Baruchella (Ro), con le sue 21 reti realizzate in campionato con la maglia del Bevilacqua, è nel mirino di molte società calcistiche veronesi, sentiamolo. Come ti sei trovato nel campionato veronese? “A livello tecnico si gioca di più a calcio, mentre nel rodigino prevale il non far giocare l’avversario, e dove il gioco è più centrato sul piano fisico”.

Prima di approdare tra i grigio rossi castellani, Daniele Galassi ha vinto ben tre campionati nell’arco di 4 anni, come ci racconta egli stesso: “Ho iniziato tardi a giocare a calcio; prima ho fatto 7 anni di pattinaggio corsa, con discreti risultati. La passione per il calcio ha avuto il sopravvento e, a quattordici anni ho iniziato con il Badia Polesine, debuttando 17enne in Prima categoria. Per tre anni di fila perdemmo i play off, poi finalmente dopo la retrocessione in Seconda categoria, vincemmo il campionato nella stagione 2013-14, poi anche l’anno successivo in Prima categoria. Passai quindi al Castelbaldo e dopo un campionato da metà classifica, nella stagione 2016-17 vincemmo il campionato di Prima categoria con mister Luca Albieri che, secondo me, è un grande allenatore”.

Quali compagni o avversari ti sono piaciuti di più?
“Tutti i miei compagni hanno ampi margini di miglioramento perché molto giovani; quelli che mi hanno impressionato di più sono Luca Faccioli, per la grande tecnica che possiede, è uno che gioca sempre a testa alta e che può fare la differenza. Nicolò Gironda, ottimo difensore sempre in anticipo sull’uomo, Fabio Olivieri, ha una velocità impressionante, mentre Federico Malatrasi ha la grande capacità di cambiare il volto di una partita. Spesso è subentrato ed è stato determinante con le sue reti e con le sue azioni; una capacità non comune per un giovane. Tra gli avversari, sicuramente Fabio Sinigaglia e Christian Turozzi, con i quali ho lottato per la classifica cannonieri del girone B di Prima categoria; due attaccanti rapidi e furbi!”.

Quale squadra incontrata ha espresso il miglior gioco?
“Il ValdalponeRoncà mi ha impressionato sia sul piano della manovra, sia sulle capacità individuali”. Daniele Galassi lavora nell’Azienda di famiglia a Canda (Ro), la New Stamp S.r.l., un’azienda fondata dal nonno Antonio, ampliata dal padre Gianfranco e… “io sono la terza generazione, quella che dovrebbe mangiarsi tutto” dice ridendo. La New Stamp si occupa di stampaggio su lamiere di pezzi di precisione e dà lavoro ad una quindicina di dipendenti.

Quali sono quindi i tuoi obiettivi futuri?
“Sono lusingato del fatto che mi abbiano cercato già diverse squadre, sia del rodigino, sia nel veronese; alcune le ho dovute scartare subito, anche se allettanti, a causa della distanza. Debbo far coincidere gli impegni lavorativi e credo che la proposta della Vis Lendinara sia quella più interessante sotto questo profilo. Inoltre ritroverò Thomas Bonfante, mio compagno di squadra nei campionati vinti a Badia Polesine ed ora allenatore che, alla sua prima esperienza, ha vinto il campionato di Seconda categoria, proprio con la Vis Lendinara”.

Il campionato veronese quindi, perderà un ottimo attaccante, uno dei pochi, in grado di fare reparto da solo: “Non dimenticherò mai Bevilacqua ed i suoi tifosi, che mi hanno fatto sentire un compaesano fin dalle prime giornate di campionato; grazie, vi porterò sempre nel cuore! Mi sento in dovere di ringraziare la società Bevilacqua per l’anno trascorso assieme; spero ritornino subito in Prima categoria perché se lo meritano. Sono un gruppo di tutto rispetto che non ci ha mai fatto mancare nulla: grazie Bevilacqua!”.

Davvero un bravo ragazzo Daniele Galassi che non dimentica nessuno: “Ringrazio anche la mia famiglia, papà, nonno, la mia ragazza Claudia, che mi sopporta ormai da otto anni, ma anche mio fratello Luca, mamma Agnese e nonna Anna, che mi seguono sempre dagli spalti in ogni partita”.
 
Antonio Dal Molin per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1263)