ULTIMA - 17/2/19 - GIANA ERMINIO E VIRTUS VERONA SI DIVIDONO LA POSTA (1-1)

E' finito 1 a 1 lo scontro salvezza fra Giana Erminio e Virtus Verona, valido per la 27^ giornata di campionato (8^ di ritorno), che si è giocato ieri al Comunale “Città di Gorgonzola”. Un punto che serve poco ad entrambe che se finisse oggi il campionato sarebbero retrocesse in serie D. Il Giana è terzultimo a 26 punti mentre la Virtus Verona è sempre
...[leggi]

ULTIM'ORA

2/7/18
BOLLICINE AL 13° "ORONZO CANA'": TRIONFA IL PROSECCO

Si è conclusa stanotte, tra balli, musica a tutto volume, fiumi di buona birra (Federica Beghini è stata l’instancabile ed avvenente spinatrice), negli impianti sportivi di San Pietro di Morubio, la 13ma edizione del Trofeo “Oronzo Cana’”, torneo di calcio riservato a u n po’ tutte le categorie (da 5-6 anni a questa parte anche ai più piccoli appassionati del “fubal”). E’ stata una manifestazione capace di attrarre numeroso pubblico, soprattutto, del basso veronese: dai giocatori stessi, a dirigenti, fidanzate, mamme e nonne. Event planner della kermesse il giovane laureato in Scienze Politiche Francesco Malaspina, il quale ci ha aiutato a calarci nel clima stesso di questa importante parentesi estiva, che dura da domenica a domenica, escluso il sabato. E, che si avvale di una forte equipe di volontari, a sancire la riuscitissima fusione tra il campanile del Comune – San Pietro di Morubio – e quello della frazione, Bonavicina. Commovente l’inno di chiusura della manifestazione: tutti raccolti ed abbracciati, si è voluto dedicare, cantando, la canzone “Vagabondo” (dei Nomadi) a un grande dirigente della Pol. Bonarubiana, Raffaello Bonfante, morto troppo presto, cui piaceva questo famoso motivo dello storico complesso italiano. E, dall’alto del pullman all’inglese scoperto, le note sono salite subito al cielo, miste di lacrime di gioia e di sguardi e smorfie fiere di aver conosciuto chi ha dato molto – Raffaello Bonfante – per promuovere il Torneo.
 
Torneo vinto dal Prosecco, in cui hanno figurato Alberto Lunardi (A.C. Isola Rizza) e l’educato quanto forte marocchino classe 1994 del Casaleone, Mounir El Haddaoui. Il Prosecco ha …ubriacato i Bekj Bey di Matteo Rossini (SanguinettoVenera), del geologo riconfermato all’Atletico Città di Cerea, l’immarcescibile (classe 1973) Cristiano Marconcini. 3° classificato il Barcelmona, di Matteo Malaspina (Bonarubiana), Federico Pesarìn (ex Bonavigo, ora Calcio a 5 Uisp). Quarte le Furie Rosse, squadra storica del Torneo, infarcita di tanti elementi della Bonarubiana, quali Davide Beghini (Bonarubiana), Marco Fanini (1990), Nicola Manara, Marco Corso, Marco Iani, Mirco Bersani, meglio conosciuto col soprannome di “Cico Mendez”.

Affiatatissimi i volontari. Matteo Fiorella, Fabrizio Pagliarini, Pietro Vanni Bersani (il presidente de “La Bona”), lo juventino Renzo Valle, il Resp. Settore Giovanile de “La Bona” Giancarlo Fanini, “baffo” Maurizio Guerra, Luciano Beghini, Massimo Renso, figlio di Gianfranco, il creatore dei due Trofei più prestigiosi, quello del primo posto e quello dell’ultimo, la “Ciabatta” (scultura in ferro). Il premio al miglior giocatore è andato ad Andrea Isolani, centrocampista 1994 in forza al Casaleone. Alla manifestazione ha partecipato il primo cittadino, il dr Corrado Vincenzi, scortato dalla vice-sindaco, nonché Assessore allo Sport ed alla Cultura, Angelica Bissoli. Un Torneo, ideato dall’Associazione di volontariato “Oltre”, con Angelo Bissoli, Andrea Poli tra i promotori. Affidata, l’iniziativa, poi, alla Pro Loco di San Pietro di Morubio, fondata sul sano agonismo, sulla competizione e sulla qualità, ma, in particolar modo, sulla gioia di stare insieme senza tanti paletti, quindi, sull’inclusione.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(906)