ULTIMA - 23/5/19 - MISTER ANDREA CATURANO LASCIA IL GIOVANE POVEGLIANO

Dopo sei anni di stretta collaborazione, le strade del Giovane Povegliano e di Andrea Caturano, prima diesse e poi mister, si dividono, come lui stesso ci conferma: "Ci siamo lasciati con una bella stretta di mano amichevole, con decisione unanime. Ho voglia di intraprendere nuovi progetti e nuove ambizioni. Faccio un grosso in bocca al lupo
...[leggi]

ULTIM'ORA

2/7/18
IL GLORIOSO SAN ZENO VUOLE ONORARE I SUOI 100 ANNI DI VITA

"Parleranno i fatti. L'anno scorso abbiamo raggiunto il nostro obbiettivo, quello di arrivare ai play off. Alla fine di questa stagione, festeggieremo il centenario della società e il nostro obbiettivo resta quello di andare ai play off, come abbiamo sempre fatto negli ultimi 6 anni. Insieme al nostro grandissimo Presidente Gianfranco Casale, al Vice Presidente Umberto Urbani e a Mister Piergiorgio Troccoli, cercheremo di fare un bel lavoro ma soprattutto lavoreremo con impegno ed entusiasmo per dare un bel futuro ai nostri giovani. Non voglio dimenticare il contributo fondamentale del nostro sponsor "Pellini" che anche per quest’anno sarà lo sponsor ufficiale del San Zeno. Ad integrare lo staff ci sarà Francesco Castiglioni, il preparatore dei portieri granata. Per avere avere una rosa competitiva ci mancano ancora uno o due giocatori. Abbiamo già dei contatti e a breve completeremo la squadra con gli elementi mancanti". Sono queste le dichiarazioni del direttore sportivo dei granata Marian Ionita.

Il San Zeno sarà anche quest'anno ai nastri di partenza del girone A di Prima categoria. Bisogna dimenticare in fretta la delusione di essere usciti al primo turno dei play off sconfitti 1 a 0 dal Mozzecane di mister Nicola Santelli, come dice Marian: "E' bastato un gol subito sul nostro campo per metterci al tappeto. Un gran peccato, forse abbiamo pagato la forte tensione nervosa che non ci ha permesso di fare nostra la contesa e procedere verso il secondo turno dei play off. Un vero peccato per come si era messa nell'ultima stagione sempre giocata a viso aperto e portando a casa risultati importanti. Ma è andata così ed il campo ha sempre ragione”.

Il San Zeno è stato la terza forza nel girone A di Prima categoria con 55 punti, ha chiuso dietro al pimpante CastelnuovoSandrà dei giovani, ben guidato da mister Fabrizio Gilioli, e ai biancorossi del Pedemonte di mister Stefano Modena. “E' stato un campionato tiratissimo - sostiene Ionita -, dove tutte le nostre rivali sono state all'altezza. Più forte di tutti il CastelnuovoSandrà, che ha fatto i fatti superando tutti con un grande finale di stagione. Il Pedemonte non è stato certamente a guardare e noi abbiamo fatto vedere i nostri attributi calcistici, purtroppo nella partita che valeva un'intera stagione ci siamo arresi. Abbiamo ancora l'amaro in bocca ma stiamo gettando le basi per migliorarci nella prossima stagione”.

Il presidente Gianfranco Casale è un grande appassionato di calcio ed è l'anima ed il cuore dei granati che sono nati nel lontano 1919, e che il prossimo anno festeggieranno 100 anni di storia pallonara. Ha un gruppo dirigenziale sempre all'altezza dei compiti ed un settore giovanile rigenerato con tecnici di provata esperienza che vogliono continuare a portare in alto i colori del San Zeno. Si bada al solo nella società della “Busa” senza spendere inutile parole, ma con un progetto chiaro e tanta generosità unita a molta umiltà. "Stiamo intavolando diverse trattative importanti - svela il d.s. Marian Ionita -, ma confermiamo l'ossatura della sqiadra della stagione scorsa che ha chiuso al 3° posto in campionato. Abbiamo confermato anche mister Piergiorgio Troccoli, una grande persona in tutti i sensi. Gli farà da secondo Riccardo Olivieri, ex mister della Juventina Valpantena. Il capitano Riccardo De Pizzol rimarrà ancora a San Zeno. Il prossimo campionato sarà ancora più difficile e ci saranno tante formazioni molto agguerrite. Fra queste metto anche la neo promossa PescantinaSettimo, il Calmasino, noi, l'Olimpica Dossobuono, il Quaderni e il Concordia. Ma non escludo qualche sorpresa. Insomma ci sarà da correre moltissimo”.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1396)