ULTIMA - 22/3/19 - CONTRO REPLICA DEL PRESIDENTE PERBELLINI (S.GIOVANNI LUPATOTO)

Non tarda ad arrivare alla nostra redazione la risposta a mister Marco Pedron da parte del presidente del San Giovanni Lupatoto Daniele Perbellini: "Vorrei chiarire che non mi sono mai permesso di mancare di rispetto al Sig. Pedron Marco ne tantomeno al suo assistente Sig. Peroli Omar. Ho detto sì che è un allenatore opinabile ma perché penso che la
...[leggi]

ULTIM'ORA

30/7/18
IL CALCIO CALDIERO TERME SI E' PRESENTATO SOTTO UNA BUONA LUNA

Venerdì, presso il teatro parrocchiale del paese, si è tenuta la presentazione dell’A.S.D. Calcio Caldiero Terme. A fare da anchorman della serata è stato Alessio Faccincani che ha subito presentato tutte le personalità sedute in prima fila. Ha poi portato i saluti del Sindaco di Caldiero Marcello Lovato, del Sindaco di Mezzane Antonio Domenico Sella e del delegato provinciale Claudio Prando, che non hanno potuto essere presenti. Un applauso poi per due persone che ci hanno lasciato in questi giorni e che avevano sempre collaborato negli ultimi anni nell'ambito societario, ossia Federico Rossignoli e Mario Mosele.

Quest'anno la società ha voluto presentare per prima la squadra Juniores che parteciperà al prossimo campionato Elite e che sarà il vero serbatoio della Prima squadra termale. Tutti i giovani sono stati chiamati uno ad uno e presentati ai numerosi presenti in sala. Squadra che sarà guidata da mister Enrico Fracasso e dal secondo Francesco Boron. A seguire è stata presentata la Prima squadra del riconfermato mister Cristian Soave che vuole recitare un ruolo da protagonista nel prossimo campionato di Eccellenza.

Ha preso subito la parola il vice-sindaco di Caldiero Francesco Fasoli che ha detto: "E' sempre un onore ricevere l'invito del presidente Filippo Berti, che sta a capo di una società oramai conosciuta da tutti gli sportivi di Verona e provincia e che è motivo di orgoglio per la nostra amministrazione, società nota per la sua grande macchina organizzativa che vede impegnati un centinaio di volontari che si occupano non solo dei risultati sportivi ma che fanno anche un grande lavoro a livello sociale. Vi faccio un grande in bocca al lupo per la stagione agonistica 2018-19".

L'assessore allo sport Andrea Dal Sasso ha aggiunto: "Francesco ha detto già tutto quello che pensava l'amministrazione, per noi la società calcio Caldiero rappresenta un'eccellenza che ogni anno si migliora e scrive una nuova pagina di storia. Noi facciamo sempre fatica a stare dietro alle esigenze di questa attivissima società ma per noi è un motivo d'orgoglio perchè è una delle più importanti dell'est veronese, e non solo. Questo è merito del presidente Berti e di tutto il suo preparatissimo staff dirigenziale. In bocca al lupo a tutti i ragazzi della prima squadra e della Juniores!"

Il presidente del Comitato Veneto regionale Beppe Ruzza ha detto: "Vengo sempre molto volentieri a Caldiero, una società gentile e dove sono importanti certi valori, merito questo dei suoi dirigenti e del suo grande presidente Filippo Berti, uomo molto attaccato ai valori della famiglia e questo lo dimostra il fatto che si è presentato a Roma, alla festa delle Benemerenze, assieme alla giovane figlia Viola. Il Caldiero è un orgoglio per il nostro Comitato ed è una società che si presenta sempre bene, e non solo sul campo. Io dico sempre che il gioco del calcio, e lo sport in genere, non deve mai iniziare e finire sul campo sportivo, deve essere molto e molto di più. Il Caldiero ha l'orgoglio di essere la rappresentanza etica di tutto il territorio, quindi l'amministrazione deve aiutare ed essere riconoscente a questa società che opera bene a livello sportivo e nel sociale".

Per la Sezione provinciale Figc-Lnd, presente Ilaria Bazzerla che ha portato i saluti del delegato provinciale Claudio Prando: “Io avrei voluto spendere due parole per il presidente Filippo Berti ma ci hanno già pensato giustamente tutti coloro che mi hanno preceduto. Sono felice di essere qui stasera con questa società dove ci sono dei compagni di delegazione, Giorgio Verzini e Paolo Scolari e poi ci sono tanti giocatori che conosco ai quali auguro una stagione piena di soddisfazioni.” Presente in prima fila anche l'ex delegata provinciale Barbara Zampini che ora fa parte della dirigenza della società termale.

L'ex allenatore professionista, ora opinionista televisivo e grande conoscitore del calcio veronese, e non solo, Romano Mattè ha detto: "Vedo qui dei nomi di giocatori che per questa categoria sono davvero molto importanti. E' stata fatta una buona campagna acquisti quindi credo che la squadra si sia ulteriormente rafforzata dopo il buon terzo posto dello scorso anno. Marco Van Basten ha detto che per fare una buona squadra ci vuole discipina tattica, intesa nel senso totale, condizione fisica e soprattutto empatia fra i giocatori, i quali si devono aiutare, rispettarsi, avere spirito di sacrificio reciproco e avere ancora voglia di entusiasmarsi ed incitarsi a vicenda. Non sono importanti i moduli ma gli uomini che formano il gruppo".

Il presidente dell’ASD Calcio Caldiero Terme, Filippo Berti, ha detto: "Porgo il ben ritrovati ai “vecchi” riconfermati e do il benvenuto ai nuovi arrivati. Tornando ai complimenti fatti prima da chi mi ha preceduto, li ringrazio ma vorrei dividerli con tutte le persone che collaborano con me affinchè questa macchina organizzativa funzioni al meglio. Per ottenere i risultati bisogna che ogni componente societario funzioni alla perfezione, noi siamo fortunati di avere tante persone che collaborano con noi e credono nel nostro progetto. Per quanto riguarda la squadra dico che abbiamo messo assieme una rosa importante e spero che potremo torglierci delle belle soddisfazioni perchè lo meritiamo. Chiedo ai due allenatori e ai dirigenti di tenere alto il livello delle squadre perchè credo che possano far bene. Con il massimo impegno di tutti i risultati sicuramente arriveranno”.

Augusto Fanini, nuovo vice presidente dei “termali”, ha aggiunto: “Partiamo per una nuova stagione che per la prima volta ci vede presenti in tutti i tornei delle categorie Regionali, abbiamo degli obiettivi importanti e la voglia di ben figurare con tutte le nostre compagini, in bocca al lupo a tutte!”. Il nuovo direttore generale Fabio Brutti dice: "E' il mio nono anno a Caldiero, tre da giocatore e sei da dirigente, ringrazio tutti i presenti e faccio un grosso in bocca al lupo a tutti. A prima squadra e Juniores ho detto che è il gruppo che fa la differenza e che ognuno deve pensare al Caldiero e non a se stesso per raggiungere i risultati. Finalmente ci siamo resi conto che siamo una società che può e che merita di arrivare in alto, dobbiamo finire di nasconderci e mirare a traguardi ancora più importanti".

Gianluca Benini, nuovo direttore sportivo termale, dice: "Abbiamo costruito una squadra molto forte che può ambire al titolo. Sappiamo che è difficile e che ci vogliono diversi fattori per primeggiare. Abbiamo ritoccato la squadra nei reparti dove c'era bisogno ma la squadra era già forte l'anno scorso quindi siamo fiduciosi, chissà, potrebbe essere davvero l'anno buono per noi!" Il giocatore Alessandro Tonolli, a nome della squadra, ha aggiunto: "Siamo consapevoli di essere una buona squadra e speriamo di fare una buona annata. Già dai primi allenamenti si vedono dei buoni segnali e faremo di tutto per dare delle grandi soddisfazioni a dirigenza e tifosi".

Più cauto il riconfermato mister Cristian Soave, che sul grande sogno serie D dice: "Io ho avuto la fortuna di avere già vinto il campionato di Eccellenza e senza essere fra le favorite, quest'anno è successa la stessa cosa con il trionfo del Cartigliano che probabilmente non era la squadra più forte. Questo a testimonianza che l'Eccellenza è un campionato davvero terribile ed imprevedibile. Ho una squadra ben strutturata e non voglio perdere troppo tempo, dobbiamo ripartire al meglio dalle basi solide dello scorso anno. Abbiamo una rosa molto forte ma da giocatore, con una squadra altrettanto forte, sono retrocesso. Dico questo per mettere in guardia i miei giocatori perchè devono capire che i grandi nomi non bastano per vincere e che bisogna remare tutti dalla stessa parte per raggiungere un obiettivo comune. Chiudo ringraziando la società, che mi ha chiamato l'anno scorso a campionato in corso, per la rinnovata fiducia. Qui c'è la possibilità di fare l'allenatore, perchè quando arrivi al campo e non sei libero di mettere in pratica le tue idee, vuol dire che c'è qualcosa che non quadra. Qua invece io alleno davvero, ho passato due anni in serie D, una categoria sopra, ma non c'è paragone. Questo è proprio un altro pianeta".

Enrico Fracasso, mister degli Juniores Elite, ha detto: "Avere la possibilità di essere qui stasera è per i ragazzi e per me una bella esperienza. Abbiamo ora la possibilità di allenarci a stretto contatto con la Prima squadra che deve essere l'obiettivo di ogni mio giocatore. Dobbiamo essere più ambiziosi e avere la voglia di cercare di raggiungere il miglior risultato sportivo e di crescita. La cosa più importante è la crescita di ogni singolo ragazzo che deve puntare a passare in prima squadra dove sono già sfociati negli ultimi anni una mezza dozzina di promettenti ragazzi".

Dopo la passerella che ha visto sfilare sul palco, uno a uno, tutti i vecchi e nuovi volti del Caldiero, sulle note dell’inno “Forza Caldiero”, e le varie personalità e dirigenti, la bella giornata si è chiusa come ogni anno presso il Ristorante-pizzeria “Il Filò”, in via Strà, sempre a Caldiero. I ragazzi hanno subito mangiato a buffet per poi partire in tarda serata, mentre nel cielo stellato si scorgeva l'esclisse di una splendida luna rossa, per il ritiro in montagna che si svolgerà a Ronzo Chienis in provincia di Trento dal 28 al 31 Luglio.

QUESTA LA “ROSA” DEL CALCIO CALDIERO TERME 2018-19:
PORTIERI: Federico Cecchini ('86, dall'Ambrosiana), Ivan Bosetto (’99), Tommaso Anderloni (2000).
DIFENSORI: Nicolò Baldani (’00), Andrea Antinori (’93, dall'Arzignano), Alessandro Pisani (’93), Francesco Baschirotto (2000, dall'Hellas Verona), Simone Vanzetta (2000, dalla Provese), Alessandro Tonolli (’90), Edoardo Ruviero (2000), Mattia Falchetto (’94).
CENTROCAMPISTI: Gabriele Corso (’99), Pietro Gecchele ('97), Jacopo Girardi (2000), Francesco Peotta (’92, dall'Arcella), Alberto Filiciotto (’91, dal Bardolino), Alberto Scalzotto (’99), Federico Braggio (’94, dal Valdalponeroncà).
ATTACCANTI: Salvatore Ciadamidaro (’91, dal Bardolino), Maicol Bonetti (’91), Giovanni Guccione (’89), Lorenzo Zerbato (’91), Massimiliano Mezzina (’98, dal Valdagno), Filippo Gecchele (’99, dall'Hellas Verona).

STAFF TECNICO: Allenatore Cristian Soave, vice-allenatore Silvano Bendinelli e Giampaolo Bazzoni, preparatore dei portieri Paolo Riccardi, preparatore atletico Fabio Gaspari e fisioterapista Khilil Anwar.

STAFF DIRIGENZIALE: Presidente Filippo Berti, Vice Presidente Augusto Fanini, direttore generale Fabio Brutti, Team manager Ivan Miraglia, direttore sportivo Gianluca Benini, addetto all’arbitro Attilio Bonvicini, accompagnatore Giuseppe Gianesini, addetto stampa Giorgio Verzini, segretaria Nadia Bernardi.

la redazione di www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(2180)