ULTIMA - 25/5/19 - IL BASSANO 1903 BATTE IL MONTORIO ED E' CAMPIONE REGIONALE

E' stata una bella partita, quella giocata ieri sera a Montecchio Maggiore, fra il Bassano e il Montorio, calcio valida per il titolo Regionale di Prima categoria. I giallorossi di mister Francesco Maino partono subito forte e passano in vantaggio dopo soli 5 minuti con Cosma, che, su invito di Garbuio, mette in rete con un tiro da sotto
...[leggi]

ULTIM'ORA

26/8/18
COPPA ITALIA: TEAM S.LUCIA GOLOSINE – SONA CALCIO (3-5)

Quasi una replica della prima amichevole di stagione ma stavolta ci sono i tre punti in palio e una prima verifica seria. Il Team si presenta con la squadra al gran completo mancano solo Olivieri e Rizzardi, mentre Angelico, leggermente acciaccato parte dalla panchina. Nel Sona mancano Carlos Dos Santos, l’esterno basso Montresor e capitan Cipriani. Campo perfetto, clima mite, ideale per una gara di calcio. Il Team in tenuta gialla, il Sona nella classica casacca rossoblu. Pubblico numeroso e acceso come le speranze di inizio stagione. Dimenticato il tormentone estivo con ripescaggi di ogni tipo, riposti nel cassetto i malumori, fra poco si gioca seriamente e il calcio estivo sarà solo un ricordo. Sona Fabrizio, allenatore dell’omonima Sona Calcio, imposta la squadra con un classico e aggressivo 4-3-3 già fatto vedere in amichevole, mister Manganotti Andrea resta dell’avviso di una formazione votata al contenimento ed ecco sfoderare un 4-4-2 affidando ad Agazzani e Salemi il compito di ferire la difesa avversaria.
 
La gara inizia con una curiosità perché l’arbitro Frazza dopo aver condotto le squadre a centrocampo, si accorge di essere senza fischietto: fuga precipitosa (contati 18”) nello spogliatoio per recuperare l’attrezzo utile per dirigere. Qualcuno mormora dalle tribune: “è fuori allenamento…” ma in verità la direzione di gara è stata poi senza errori. Spinge subito il Team con l’apporto anche del terzino corridore Arduini dalle rimesse dall’out poderose come un calcio d’angolo. Il Sona controlla agevolmente. Primo pericolo per il Team lo crea capitan Marchetti, al 12’ con una discesa dalla sinistra e conclusa con un traversone neutralizzato da un colpo di testa liberatorio di Miron. Ma sono i blues, oggi gialli, a passare in vantaggio al 18’: azione in percussione di Salemi sulla sinistra, traversone preciso per Brunazzi che insacca con altrettanta precisione l'1 a 0. Reazione senza successo con Pereira, la difesa del Team c’è. Esce dai pali al 24’ Bertasini per contrastare un’avanzata di Marchetti, palla in out. Manovrano sulla destra Agazzani e Arduini in tandem al 27’ senza creare pericoli. Pericoli invece per il Team grazie ad un’iniziativa di Biasi, mischia in area, tiro di Cecco parato a terra. Al 30’ Cristanini imbecca Brunazzi in un corridoio sguarnito, il portiere esce ma viene scavalcato dal 9 del Team per il 2 a 0. Reagisce il solo Marchetti nel Sona ma è troppo isolato e il centrocampo non riesce a costruire palle giocabili. Al contrario è il Team al 40’ che si rende ancora pericoloso con un affondo di Agazzani sulla destra per servire all’indietro e proporre a Brunazzi una bordata. Ancora Agazzani di sinistro appena dentro l’area, al 43’, costringe Pirelli Tonelli a distendersi in un tuffo basso e parare il tiro insidioso. La difesa del Sona fatica a trovare i meccanismi di disimpegno e di costruzione per le ripartenze efficaci. Al 44’ il Sona vicinissimo al gol con l’unico uomo pericoloso, Marchetti: si libera a venti metri per una fucilata che sfiora di 5 centimetri l’incrocio dei pali. Bel tiro. Ci riprova un minuto dopo il Sona con Cecco che propone a Lavarini di mettere in mostra le qualità tecniche personali: addomestica al volo un pallone pesante e sempre al volo traversa in area. La difesa dei blues, oggi in giallo, libera con Mantovanelli. Tutti al riposo, con il Sona piuttosto sfiduciato, ci penserà mister Sona Fabrizio nello spogliatoio a ricaricare il morale. Team completamente diverso da quello visto nelle amichevoli.

Nessun cambio nelle formazioni alla ripresa del gioco. Sona più energico, sposta il baricentro in avanti ma senza creare pericoli di un certo spessore. Ma ecco la svolta all’8’: fallo su Marchetti di Mantovanelli, batte rapido la punizione Cecco per Pereira che se ne va in percussione rapida per un tiro incrociato basso, imprendibile per Bertasini, 2 a 1. Gioco fermo al 14’ per un infortunio a Bellamoli. Scontro di gioco. Gioca più fluido adesso il Sona, dalle retrovie il centrale Aliberti e Zamboni coordinano le ripartenze in cerca del solito Pereira. Il coulored riceve e serve Cappelletti per un tiro dei suoi all’incrocio dei pali: 2 a 2. Passano quattro minuti e in un’azione senza pretese del Sona è invece Danieli che ci crede ben appostato al limite dell’area: altro tiro incrociato basso che s’infila sulla destra del portiere, 2 a 3. Il Team non ci sta e reagisce subito: fuga sulla destra di Agazzani, traversone teso su quale si avventa Bellamoli trascinando quasi la palla in rete, 3 a 3. Bella partita ma le difese sono da registrare entrambe. Cala il ritmo quando mancano 15 minuti circa alla fine: le due squadre sembrano accontentarsi del pari. Sona più energico e in fiato ed è ancora Marchetti, migliore in campo, a farsi vedere con un tiro al limite dell’area che il portiere blocca, è il 38’. Manganotti intuisce il rischio ed invita i suoi ad una maggior concentrazione in difesa, che permettono comunque a Cecco di variare sulla sinistra e pescare Marchetti, ancora lui, per un fendente incrociato sulla sinistra del portiere, 3 a 4. Tutti si aspettano il fischio dell’arbitro ma il Sona criminalizza sulla difesa dei gialli con Corazza, appena subentrato, che serve Marchetti per l’ultima rete della giornata e per il 5 a 3 dei rossoblu.

Festival del gol. Difese inguardabili o quasi, comunque da sistemare. Un tempo per uno, ma nel secondo il Sona ha fatto vedere cose buone sia per il gioco sia per la condizione atletica. Team ottimo nel primo tempo ma poi si è disunito perdendo via via energia e lucidità. Migliori in campo: per il Team ottimo Brunazzi per aver saputo far valere le doti opportunistiche sotto rete, Agazzani per la vivacità, Arduini e Bellamoli. Per il Sona Calcio, capitan  Marchetti, migliore in campo in assoluto, poi Pereira per la potenza e Cecco e Cappelletti (soprattutto nel secondo tempo) per aver dato ordine alle manovre, situazione che nel primo tempo proprio non si era vista. Nell’altro incontro del girone vince il Valgatara  sul Garda per 4 a 3 e domenica prossima c’è già un altro scontro interessante a Sona dove scenderà la squadra gardesana; il Team si giocherà le ultime chanches contro il Valgatara che oggi ha dimostrato grande potenza di fuoco.

TEAM SANTA LUCIA GOLOSINE – SONA CALCIO (2-0) 3-5
Team S.Lucia: Bertasini, Arduini, Mantovanelli, Iurato, Miron, Ambrosi, Agazzani, Bellamoli, Brunazzi, Cristanini, Salemi (65’ Secchi). A disp. Marini, Nyarko, Angelico, Raimo, Secchi, Canevaro, Franco. All. Manganotti Andrea.
Sona Calcio: Pirelli Tonelli, Lavarini (75’ Taddeo), Bertasi (78’ Valbusa), Cappelletti, Aliberti, Zamboni (85’ Corazza), Marchetti, Danieli, Pereira, Cecco, Biasi (77’ Murari). A disp.  Bianchi, Padovani, Lippa, Peretti. All. Sona Fabrizio.
Direttore di gara: Anna Frazza di Schio
Assistenti: Petablin Stefano di Vicenza e Roncari Marco di Vicenza
Reti: 18’pt e 30’pt Brunazzi (T), 8’st Pereira (SC), 18’st Cappelletti (SC), 21’ Danieli (SC), 23’ Bellamoli (T), 89’ e 93' Marchetti (SC)

Rodolfo Giurgevich per Pianeta Calcio












Visualizzato(1339)