ULTIMA - 23/1/19 - LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona,
...[leggi]

ULTIM'ORA

29/8/18
SI E' PRESENTATA LA GABETTI VALEGGIO 2018-19

Lunedì sera si è tenuta, presso la Sala Consiliare del Palazzo Municipale, la cerimonia di presentazione della nuova prima squadra della Gabetti Valeggio del presidente Gianni Pasotto il quale ha subito salutato tutti i presenti e gli ospiti intervenuti alla serata. Assente il primo cittadino Angelo Tosoni, per il Comune erano presenti l'Assessore allo Sport Simone Mazzafelli e l'Assessore al Bilancio, Leonardo Oliosi. Ha subito parlato il presidente rossoblu Gianni Pasotto che ha annunciato il progetto del rifacimento dell'impianto sportivo dando poi la parola all'Assessore allo Sport Simone Mazzafelli che a tal proposito ha detto: “E' stato proprio qui, in questa sala, che abbiamo lanciato l'idea della realizzazione della risestimazione degli impianti sportivi, con il campo secondario in sintetico, il rifacimento della pista di atletica, una palazzina adibita a spogliatoi adiacente al palazzetto dello sport al servizio del campo da rugby ed altre piccole migliorie. Abbiamo già trovato l'azienda che si occuperà dei lavori ed ora stiamo trattando la parte burocratica e quindi penso che verso ottobre partiranno i lavori. Nel frattempo sono già quasi concluse le operazioni di riqualificazione degli spogliatoi. Questo dimostra l'attenzione della nostra amministrazione verso lo sport in genere e nel calcio del nostro paese. Noi cerchiamo di fare la nostra parte per far si che la proposta sportiva cresca e che sempre più giovani si avvicinino alle varie attività. Voi dovete essere il punto di riferimento di tutto il movimento giovanile e non parlo solo a livello di risultati sportivi. Vi faccio un grosso in bocca al lupo e un plauso a tutti i collaboratori, volontari, dirigenti e allenatori che contribuiscono all'organizzazione sportiva. L'anno scorso è andata male per voi a livello di risultati ma anche di questo si deve far tesoro per ripartire più forte di prima. In bocca al lupo per la vostra nuova stagione agonistica”.

Poi, la parola è passata all'Assessore al Bilancio, Leonardo Oliosi che ha detto: "Faccio innanzitutto i complimenti al vostro presidente che porta avanti da diversi anni questa realtà valeggiana nonostante le mille difficoltà dei nostri tempi. Lo ringrazio per l'impegno che sta mettendo, assieme a tutti i suoi collaboratori, per far sì che i ragazzi possano praticare il calcio nel proprio paese. Per me essere qua stasera è un onore perchè la Gabetti, al di là dei risultati sportivi, è davvero una famiglia allargata che in questi anni è cresciuta sotto molti aspetti. Continuate così perchè state facendo davvero bene a tutto il nostro paese e alla comunità. In bocca al lupo per la stagione appena iniziata".

Il presidente Gianni Pasotto ha subito ringraziato tutti i volontari e collaboratori, ossia tutte quelle persone che agiscono dietro le quinte lontano dai riflettori e ha poi consegnato a tutti i presenti e giocatori l'abbonamento per la prossima stagione: “Il prossimo hanno - ha aggiunto Pasotto - avevamo consegnato anche il calendario ma purtroppo quest'anno non è ancora stato stilato. Il calcio professionistico ha imboccato una strada che può portare all'autodistruzione, con bilanci dopati, squadre che falliscono e strane plusvalenze. Tutto questo si è ripercosso sui dilettanti con il rinvio dell'inizio del campionato di serie D e ritardi a livello organizzativo nelle categorie inferiori. Il calcio dilettantistico deve imboccare una strada completamente opposta mettendo in primo piano la passione ed il piacere di praticare sport. Io stesso non mi sento un presidente ma un appasionato che mette a frutto le proprie competenze e la propria capacità organizzativa, assieme a tutti i miei amici e dirigenti, per far si che tutti voi pratichiate questo bellissimo sport. Noi qui facciamo calcio a prescindere dal risultato, per noi essere promossi o retrocedere non ci sposta di un millimetro dal nostro obiettivo. E' evidente che vincere da motivo di grande orgoglio e retrocedere è una delusione, ma per noi prima del risultato contano altre cose più importanti, come ad esempio il progetto "ABC" con serate con terapeuti, educatori professionali, mister delle nostre Nazionali giovanili e il responsabile tecnico del centro federale. Tutte serate che facciamo per far crescere il movimento e che facciamo senza guardare al risultato. E' evidente che si deve scendere in campo per vincere ma scendere in campo vuol dire farlo anche quando ci si allena impegnandosi e rispettando mister e compagni fino alla fine. Si dice "l'importante è partecipare", io dico "partecipare è importante" e visto che lo faccio provo anche a vincere. Voi siete la punta del nostro iceberg che comprende ben 12 squadre fino ai ragazzini del 2013. La nostra stagione ufficiale è iniziata con una bella vittoria ma il nostro percorso è ancora molto lungo da fare con grande impegno. Per fare questo cammino ho chiamato alcune importanti persone, fra queste il nuovo mister Luca Carletti, il quale ha accettato subito e sta facendo già un ottimo lavoro, in lui intravedo già due buone qualità che deve avere un allenatore, l'equilibrio e la coerenza. Assieme a lui lavoreranno i vice Michele Simonetti e Giorgio Fellini, il preparatore dei portieri Orazio Dall'Oca, il dott. Claudio Rossi e il fisioterapista Michele Ruffo. L'altra persona che ho chiamato è il nuovo diesse Lucio Marconi, nostro ex mister degli anni passati".

Poi, uno ad uno, sempre il presidente Pasotto ha presentato i suoi preziosissimi collaboratori, a partire dal vice presidente Guerrino Venturelli, il direttore tecnico Marcello Vesentini, il segretario Andrea Malvasini, il mitico “Cen”, al secolo Luciano Stefanoni, Nicola Mazzi, detto “The Wall” e il magazziniere Amorino Turato. E' stata poi la volta della chiamata dei componenti la “rosa” della prima squadra della Gabetti Valeggio ripescata in Seconda categoria dopo la cocente retrocessione dello scorso anno. Pasotto ha anche ricordato le figure di papà Luigi – dirigente – e del “Pacio”, al secolo Ernestino Darra, scomparsi qualche anno fa, e alla cui memoria sono state titolate targhe, che sono andate alla mamma Luciana e la vedova Letizia Darra alle quali sono stati consegnati anche due bei mazzi di fiori. Una targa anche a Guerrino Venturelli e Marcello Vesentini per il grande attaccamento alla società. La bella serata, come da abitudine negli ultimi anni, si è chiusa al ristorante “Lepre” di proprietà del signor Fausto Gottardi, il quale ha offerto una deliziosa cena a tutti gli atleti e dirigenti della Gabetti Valeggio.

A tavola il nuovo diesse Lucio Marconi ci ha illustrato la nuova rosa giocatori della Gabetti Valeggio 2018-19: "Pensiamo di esserci mossi bene sul mercato ingaggiando ragazzi bravi e che facevano al caso nostro. La squadra è buona e con un buon staff tecnico e sono sicuro che sapra ben figurare nel prossimo campionato di Seconda categoria. In porta, oltre ai due veterani riconfermati Stefano Veccia ed Enrico Guzzi è arrivato dal Rivalta di Mantova il giovane Manuele Galli. Fra i difensori, oltre ai riconfermati Ionut Topala, Ivan Gorna, Federico Bertaiola, Marco Malvisini e il giovane promosso dalla Juniores Mattia Cordioli, sono arrivati Alessio Giacco (dai dilettanti Inglesi), Giuseppe Finazzo (dall'Alpo club 98), Federico Voltolini (dal Villafranca), Andrea Magagnotto (dal Quaderni) e Andrea Mecenate dal SommaCustoza. A centrocampo riconfermati Damiano Meda, Matteo Lorenzi (promosso dalla Juniores), capitan Patric Cavalletti, Kevin Bigagnoli, Massimiliano Stanghellini, Alessandro Antolini e Jacopo Cappiello ai quali vanno aggiunti Marco Mecenate giunto dal SommaCustoza, Josimar Orlando Cavalari (dal Brasile), Alberto Gaspari e Daniele Campoli entambi arrivati dal Castelnuovosandrà. Infine in attacco abbiamo riconfermato David Fornari, Francesco D'acquisto e Luca Ottofaro, dal Quaderni è giunto Andrea Pietropoli e dal Povegliano abbiamo riscattato Alessandro Fortunato mentre Davide Tovazzi e stato promosso in prima squadra dalla Juniores. Ho visto già dalla prima partita di Coppa grande applicazione e voglia di riscatto da parte di tutti, quindi sono molto fiducioso per il proseguo della stagione".

la redazione di www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1353)