ULTIMA - 23/3/19 - MICHAEL DE SANTIS (ROSEGAFERRO) CREDE NELLA SALVEZZA

Domani si gioca al 26^ giornata dei campionati dilettantistici veronesi dove comincia ad infiammarsi la lotta per il titolo e per non retrocedere. In Seconda categoria quest'anno retrocederanno solo due squadre per girone quindi i play-out vedranno impegnate solo la 14^ e 15^ squadra classificata, da questo scontro uscirà la squadra che sarà
...[leggi]

ULTIM'ORA

14/9/18
IL CADEGLIOPPI CERCA LO SCUDETTO-SALVEZZA

Nostro blitz, ieri sera, nella sede dell’ASD Cadeglioppi del presidente Maurizio Marchiotto: per festeggiare i 35 anni di Andrea Doardo, neo acquisto dei biancazzurri della frazione di Oppeano, è stato chiamato apposta il mastro risottaro, il mitico Giorgio Merlo da Isola della Scala. Poi, come dolce, servito dalla gentilissima Anna, il dolce più rinomato di Mantova, la sbrisolona, accompagnata da un bicchierino di Prosecco Valdobbiadene.

Nuovo anche il mister: Nicola “Fonzie” Bertozzo, classe 1972, pure lui di Isola della Scala, alla pari di Merlo: “La società” dice il coach “mi ha chiesto di raggiungere una salvezza tranquilla, anche all’ultima giornata, ma senza patire la croce dei play off. L’ambiente qui è sano, familiare, puro, e questo è un fatto di non poco conto”.

Luca Vecchiato, Andrea Doardo, Manuel Franzini, Lorenzo Bettero e Stefano Bottaro (portiere): questi i volti nuovi cadeglioppini: a completare il mosaico una decina e più di giocatori – come rimarca fieramente Marchiotto – che non vogliono andar via dalla società e che sono al servizio dell’ASD da una decina di anni: “Quando sono arrivati” ricorda il massimo dirigente, amante, da buon artigiano del legno (alla pari del Segretario isolarizzano Marzio Olivieri e della vecchia gloria del Magico Sommacampagna dei fratelli Maccacaro, Paolo Campolongo), dell’arte, di Palladio e di Sanmicheli, non hanno più voluto distaccarsi: “Qui vincere” rincara la dose della peculiarità della sua società Marchiotto “significa divertirsi, in caso contrario non si fa alcun dramma, perché da anni celebriamo il terzo tempo di natura rugbistico. “Magnemo lo stesso, ghe altro de pezo nella vita””.

Del tutto d’accordo, presidente! Molto di peggio che una sconfitta!. In sede di pronostici, per mister Bertozzo la Scaligera, squadra del suo paese e neo-retrocessa, non deve, di più, ha il sacrosanto obbligo di vincere: “Anche per i giocatori che ha. Un bel campionato faranno l’altra retrocessa Bevilacqua, il Sustinenza, il Gips Salizzole e l’Atletico Vigasio. Poi, ci sarà sempre la sorpresa, come l’anno scorso è stata l’Aurora Marchesino”.

Lì, vicino, sulla stessa sintonia è il massimo dirigente biancazzurro. Sempre per Bertozzo, il livello qualitativo del girone “D” di 2^ categoria si è alzato: “Tutte le concorrenti si sono attrezzate”. Così, invece, Marchiotto, classe 1962: “Noi abbiamo giocato anche nel girone cosiddetto della città; ebbene, là prima si cercava la finezza, mentre da noi, nella Bassa, il risultato a tutti i costi. Oggi, invece, si assiste a un’inversione di tendenza: anche da noi si cerca di giocare palla a terra, si preferisce la bella giocata, la qualità”.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1022)