ULTIMA - 19/1/19 - SGREVA (BORGOPRIMOMAGGIO): "ORA NON POSSIAMO PIU' SBAGLIARE"

Il Borgoprimomaggio di mister Tiziano Salvagno domenica scorsa è tornato a vincere (1 a 0 a San Massimo con gol di Nicolas Torni) dopo che nelle ultime 8 partite, dopo gli ultimi due 2 pareggi a reti inviolate, aveva incassato 6 sconfitte consecutive precipitando in classifica dal 1° al 10° posto. Il direttore generale Enrico Sgreva, che domani
...[leggi]

ULTIM'ORA

20/9/18
LEO ALDRIGHETTI PREMIATO PER LE SUE 200 PRESENZE NEL VALGATARA

Forte passione per il gioco del calcio e giocate sopraffine, Leonardo Aldrighetti, attaccante classe 1992 del Valgatara di Eccellenza, ha lasciato ancora una volta il segno. Ieri sera, nella gara contro il Sona sul campo di casa, ha firmato il primo dei tre gol che hanno battuto la compagine allenata da mister Fabrizio Sona (le altre marcature sono state di Dall’Ora e Leardini. Risultato finale 3 a 0 per la squadra del presidente Silvano Caliari. Prima del fischio iniziale della partita, a centro campo con le due squadre schierate a fianco della terna arbitrale, si sono vissuti momenti emozionanti. La dirigenza blugrana ha infatti voluto premiare, con una targa ricordo ed una maglia celebrativa, il simpatico Leo per le 200 presenze con la divisa del Valgatara,  formazione in corsa per una tranquilla salvezza in Eccellenza. Una squadra che ha sempre dimostrato forti attributi calcistici e voglia di impressionare con buone prestazioni gli avversari. Fortino di casa il campo comunale di via Appenheim a Marano di Valpolicella.

Visibilmente contento ed emozionato Leo a detto: "Una serata per il sottoscritto indimenticabile. Voglio bene al “Valga”, qui sono cresciuto ed arrivato in prima squadra. Sono onorato della targa e la porterò sempre nel cuore. Grazie ancora”. Ragazzo umile ha trovato al Valgatara la sua dimensione calcistica affilando nel corso degli anni le armi sia tattiche che offensive. Oggi è una punta di diamante che può sempre graffiare in area di rigore. E’ stimato e ben voluto dai compagni (dove ci sono anche i fratelli Carlo classe 1988 e Marco classe1989, centrocampisti di qualità cristallina). ”E' un ragazzo incredibile, ha una marcia in più e non molla mai. A fine gara fa sempre autocritica sulle sue prestazioni, nella maniera giusta. E' un esempio per i nostri giovani. Sono felicissimo di questa bella targa che gli ha dato la società, il giusto riconoscimento ai suoi sforzi fatti per giocare al calcio”.

Da pochi mesi ha ultimato gli studi di medicina e Leo è diventato dottore e sogna in futuro un avvenire come medico, magari anche della società. Continua il presidente Silvano Caliari: "Un ragazzo dal grande cuore che farà strada non solo nel calcio. In campo ci mette l’anima e quando aumenta il passo può fare sempre la differenza. Poi, con i suoi due fratelli forma, a mio parere, un trio di giocatori davvero eccezionale. Stanno dando molto al Valgatara, assieme all’intera rosa della prima squadra. Sono soddisfatto anche dello staff tecnico e del nostro settore giovanile, che sono sempre all’altezza della situazione”.

Solletichiamo con alcune domande mister Jodi Ferrari per farci un quadro del girone A di Eccellenza:” Un girone di campionato difficile, con squadre tostissime e di qualità. Noi veronesi siamo chiamate ancora una volta a dare tutto senza paura, abbiamo i mezzi per farlo con organici di quantità e qualità. Ma sappiamo che è sempre il campo a dire chi sarà il più bravo. Noi del Valga ce la metteremo tutta fino in fondo”. Domenica prossima il Valgatara nella 3^ giornata di campionato andrà a far visita del San Martino Speme allenato da mister Filippo Damini che lo procede in classifica di un solo punto. Una battaglia a tutti gli effetti. “Una partita sentita da entrambe le formazioni - chiude Ferrari -, noi vogliamo fare punti e loro pure. Ne verrà fuori a mio giudizio una bella sfida tutta da vedere. Io logicamente tifo Valga!”

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(820)