ULTIMA - 24/3/19 - OGGI LA VIRTUS VERONA OSPITA IL RIMINI. FRESCO VUOLE I 3 PUNTI

La Virtus Verona è carica, pronta per affrontare il Rimini nello scontro diretto in programma oggi pomeriggio alle ore 16.30 al "Gavagnin-Nocini" in Borgo Venezia. Queste le parole dell'allenatore rossoblu Luigi Fresco rilasciate ieri alla vigilia del match: "E' una partita molto importante, tanto per noi quanto per il Rimini. Loro
...[leggi]

ULTIM'ORA

25/9/18
IL LEGNAGO CADE IN CASA COL VIRTUS BERGAMO (0-2)

SECONDO K.O. CONSECUTIVO DEI BIANCAZZURRI CHE ANNO IL PROBLEMA DEL GOL. VIRTUS BERGAMO CINICA CON DOPPIETTA DEL SUO BOMBER MONNI. E DOMENICA DERBY ESTERNO IN CASA DELL’AMBROSIANA

Seconda sconfitta consecutiva del Legnago nel suo 9° campionato consentivo in serie D. Dopo il k.o. a Scanzorosciare (2-1), un altro ruzzolone (0-2) stavolta al “Sandrini”con la Virtus Bergamo, squadra sorta nel 2015 dalla fusione di Alzano Cene 1909 e Aurora Seriate. I due gol degli ospiti bianconeri, ieri in maglia rossa con striscia bianconera, sono stati firmati dal bomber Simone Monni, classe 1996, in gol anche una settimana fa con il Mantova, e sono il frutto di due errori difensivi del Legnago. La Virtus Bergamo si è difesa bene con un un po’ di fortuna contro un Legnago che ha faticato moltissimo a trovare il gol, sia per propri demeriti che per qualche prodezza del portiere bergamasco. L’allenatore Manuel Spinale ha fatto debuttare il difensore classe 1999 Raffaele De Gregorio, ex Adriese e Matelica, ed ha rispolverato Rizzo al posto di Talin. In panchina il portiere Colella con Dabo, Righetti,Talin, Kouame, Cess, Sandrini, Congiu e Sylvestre.

Il Legnago vuole riscattarsi e l’avvio sembra promettente. Al 5’ c’è un bel traversone in area di Vita, Veratti è anticipato. Al 10’ ancora Vita pericoloso con una conclusione che il portiere bergamasco Colleoni respinge e poi conclude alto. Al quarto d’ora un bel rasoterra di Michelotto a lato. Al  19’ Virtus Bergamo in affanno rischia l’autogol con  Meregalli. Al 23’ ospiti in vantaggio con Monni che s’impadronisce di un pallone perso da Taylor disorienta Parrino e batte Cuoco rasoterra. In seguito Taylor non riesce a concludere a rete con forza. Al 38’ su angolo battuto da Taylor, Veratti incorna fuori dallo specchio della porta. Al 40’ il raddoppio della Virtus Bergamo con il solito Monni che supera alcuni avversari e batte di potenza Cuoco.

Nella ripresa il Legnago tenta di recuperare, ma non riesce a far gol. Per un fallo di Veratti batte la punizione Taylor e Rizzo inzucca alto. Al 14’ il difensore De Gregorio conclude fuori dallo specchio della porta. Il giovane  Kevin Congiu entrato in campo al posto di Taylor è artefice di spunti importanti e al 21’ è ammonito per una simulazione che non c’è. Poi Cess conclude alto dal limite. Il Legnago impegna il portiere bergamasco con  Congiu. Gli ospiti si presentano raramente in area del Legnago, stanno rannicchiati in difesa. Al 36’ uno spunto di Monni mette un po’ di paura nella difesa biancazzurra, ma il suo rasoterra è sballato. Il centrocampista Alessio Gulinatti è artefice di uno sprint, ma perde palla prima di servire due  compagni meglio piazzati. Che non sia giornata propizia per il Legnago si capisce al 44’ quando il portiere Colleoni con un gran balzo alza sulla traversa una conclusione di Michelotto. Prima della fine al tiro anche Cess con un rasoterra facile preda del portiere avversario. Cinque minuti di recupero non cambiano il risultato e il Legnago dopo due k.o. consecutivi deve affrontare in trasferta il derby con l’ Ambrosiana che non deve assolutamente perdere.
 
Mister Manuel Spinale analizza la sconfitta: “Con il minino sforzo la Virtus Bergamo ha vinto la partita per 2 a 0. Noi potevamo andare in vantaggio, e poi pareggiare il gol subito. Nel calcio ha ragione chi fa gol e noi creiamo occasioni ma non arrivano gol..” Mario Pretto, il direttore generale biancazzurro dice: “Dopo due partite siamo ancora a quota zero punti. Non bisogna preoccuparsi più di tanto ma ascoltare qualche campanello d’allarme. La  squadra non è nella condizione giusta. Era una partita da 0 a 0 o da 2 a 2 per le occasioni capitate a Vita e Veratti e per i nostri due errori difensivi fatti da elementi esperti. Bisogna voltar pagina e pensare al derby contro l’Ambrosiana e far punti.” Così Andrea Bruniera, mister ospite, ex Primavera dell'Hellas Verona. ”Nel primo tempo due gol per noi, nella ripresa abbiamo manifestato un po’ di paura di vincere contro un Legnago che meritava almeno il gol della bandiera. I nostri programmi? La salvezza….”

Legnago Salus (4-3-3): Cuoco, Lovato (24’st Dabo), De Gregorio (27’st Righetti), Marin (17’st Cess), Parrino, Rizzo, Taylor (8’st Congiu), Gulinatti, Veratti (32’st Sylvestre), Michelotto, Vita. All. Spinale
Virtus Bergamo (3-5-2): Colleoni, Fratus (11’st Capitanio), Pellegrini, Marzupio, Riva (40’st Probo), Meregalli, Espinal, Calì, Monni (40’st Haoufadi), Germani (39’st  Baldrighi), Flaccadori (25’st Pozzoni). All. Bruniera
Arbitro: Papale di Torino
Reti: 24’ e 40’ pt Monni (VB) 
Note: Spettatori 300 circa. Ammoniti Fratus,Haoufadi, Congiu. Recuperi 1’ e 5’

Aldo Navarro per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(507)