ULTIMA - 23/3/19 - MICHAEL DE SANTIS (ROSEGAFERRO) CREDE NELLA SALVEZZA

Domani si gioca al 26^ giornata dei campionati dilettantistici veronesi dove comincia ad infiammarsi la lotta per il titolo e per non retrocedere. In Seconda categoria quest'anno retrocederanno solo due squadre per girone quindi i play-out vedranno impegnate solo la 14^ e 15^ squadra classificata, da questo scontro uscirà la squadra che sarà
...[leggi]

ULTIM'ORA

26/9/18
OGGI LA VIRTUS CERCA PUNTI IN CASA DEL PORDENONE

In casa Virtus Verona é già ora di rigiocare in campionato. Neanche il tempo di metabolizzare la sconfitta casalinga contro il Monza che i rossoblu sono chiamati a confrontarsi con un'altra corazzata del girone B di serie C, il Pordenone. Confronto che in programma oggi al Bottecchia (ore 18.30) nelle parole del presidente-allenatore Luigi Fresco: "In questo momento abbiamo bisogno di un risultato positivo per sbloccarci, soprattutto dal punto di vista psicologico. Stiamo pagando a caro prezzo lo scotto della nuova categoria, siamo una neopromossa ed è bene ricordarlo. Il calendario non ci aiuta mettendoci di fronte a Pordenone e Sudtirol dopo il Monza nell'arco di sette giorni. I segnali positivi però non mancano: rispetto a quanto fatto a Fermo all'esordio, domenica abbiamo disputato un'ottima gara al cospetto di una squadra fortissima come il Monza. In serie C ogni ingenuità si rischia di pagarla a caro prezzo, se poi subiamo due gol in due minuti è chiaro che tutto diventa difficilmente rimediabile".

Gigi Fresco resta comunque fiducioso sul futuro della sua Virtus: "A Pordenone proveremo a strappare un risultato positivo: é questa l'unica medicina utile per uscire da questo momento di empasse. Non dobbiamo guardare la classifica ma continuare a lavorare sodo nella convinzione che presto le cose gireranno a nostro favore. In questo momento avremmo bisogno anche di un pò di fortuna".

Capitolo formazione: "Potrei riproporre lo stesso schieramento tattico di domenica perchè la squadra mi è piaciuta. Magari cambiando qualche interprete. Chi? Vedremo, Lavagnoli e Lancini potrebbero essere della partita dal primo minuto. Proveremo inoltre a recuperare Matteo Momenté almeno per la panchina". Chiusura dedicata al Pordenone: "Squadra molto forte, costruita per vincere. Hanno una storia calcistica giovane, un pò come la nostra. Lo scorso anno quando hanno giocato a San Siro contro l'Inter sono rimasto incollato alla TV tifando per loro".

G.D.R. per www.pianeta-calcio.it









Visualizzato(736)