ULTIMA - 15/1/19 - LA VIRTUS VERONA INGAGGIA LA PUNTA ANGELO RAFFAELE NOLÉ

Prosegue la campagna di rafforzamento della Virtus Verona. Nella giornata di ieri è stato perfezionato l'ingaggio dell'attaccante Angelo Raffaele Nolé, classe 1984 nei giorni scorsi svincolato dalla Pro Piacenza. Nolé, che ieri ha sostenuto il primo allenamento agli ordini di mister Gigi Fresco, vestirà la casacca rossoblu numero 31 e sarà
...[leggi]

ULTIM'ORA

26/9/18
LA DOPPIA DI ANDREA OLIBONI (S.MARTINO) DOMA IL VALGATARA

Una domenica da incorniciare quella di domenica per Andrea Oliboni, ex Hellas Verona e Lugagnano quest’anno in forza al San Martino Speme di Eccellenza, guidato da mister Filippo Damini. Ha firmato la doppietta che assieme al gol del compagno di squadra Francesco Tomè è valsa la vittoria per tre reti a due del San Martino Speme su un mai domo Valgatara di mister Jodi Ferrari.

”Una bella ed importante vittoria che mi ha lasciato soddisfatto - dice Andrea -. Stavo bene fisicamente ed ho dato come il mio solito il massimo. Prima ho servito l'assist al mio compagno di squadra Tomè che ha segnato il primo gol, poi io ho fatto la doppietta che ha fatto la differenza. Nell’occasione del secondo gol, sempre nel primo tempo, ho sfruttato al meglio una bella punizione di Ferrarese spizzando il pallone in rete. Invece nel secondo una tirato una bella rasoiata che si è insaccata in rete senza lasciare scampo al portiere del Valgatara”.

Si trovo molto bene al San Martino del presidente Alessandro Sabaini. La società si è data un nuovo corso con persone che lavorano sodo all’interno della società. "Abbiamo finora cinque punti ma ne meritavamo, per le prestazione fatte, almeno sette - dice Andrea -. Ma niente paura, siamo sempre concentrati sul pezzo e se continuamo così la classifica ci renderà giustizia”.

Andrea ha parole d'elogio sul mister Pippo Damini: ”Una persona splendida e mister con i fiocchi. Sa molto di calcio ed è un grande motivatore che sta facendo molto bene al San Martino. Io mi trovo molto bene con lui e con tutti i miei compagni. Si respira qui una bella aria lontano dalle grosse pressioni, ci stiamo divertendo e vogliamo continuare a farlo”.

Mentore il suo mister al Lugagnano Luca Mancini, al quale deve un pezzo della sua notorietà: ”L’anno scorso a Lugagnano mi ha dato degli ottimi consigli di vita e di calcio. E’ stato lui a dirmi di non smettere con il calcio, quando io volevo farlo: gli devo più di una cena e sorride”. Frequenta la facoltà di lingue a Verona e la sera corre ad allenarsi con dedizione. Ringrazia pure la sua famiglia che l’ha sempre sorretto fin dall’inizio nella passione del gioco del calcio.

Andrea pensa già alla prossima gara in programma domenica prossima sul terreno del Borgoricco. “Non conosco questa squadra ma ne parlano bene. Noi, se giochiamo come sappiamo, non temiamo nessuno. Siamo un gruppo di giocatori forti e coesi con buone individualità. Rambaldo mi provvoca sempre ma è per me un amico speciale. Con lui e gli altri andiamo in trasferta per vincere”.

Guardando l’attuale classifica ci dice: "Alla distanza Caldiero e Sona verranno fuori perchè dispongono di organici di qualità e quantità. Il torneo di Eccellenza è sempre un campo minato e bisogna ogni domenica stare molto attenti. Noi siamo in crescita e possiamo far bene, ma bisogna metterci la testa ed il carattere. Io penso sempre positivo e sono fiducioso”.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(862)