ULTIMA - 21/5/19 - MARCOLINI SCARPA D'ORO, PASSARIELLO SUPER-BOMBER DI TERZA

Si sono chiusi tutti i campionati dilettantistici della nostra provincia dall’Eccellenza alla 3^ categoria che hanno laureato i nuovi capo-cannonieri dei vari gironi e la nuova scarpa d’oro 2018-19, queste tutte le classifiche finali. In Eccellenza, dove si sono giocate 32 partite, chiudono appaiati in vetta a 16 reti Mariano Mangieri del Pozzonovo ed
...[leggi]

ULTIM'ORA

4/10/18
STEFANO FERRARESE (INTREPIDA) SUONA LA CARICA

Un inizio davvero difficile per una squadra molto rinnovata, quello dell’Intrepida che vuole abbandonare in fretta l’ultimo posto in classifica del girone B di Seconda categoria. La punta classe 1981 Stefano Ferrarese, arrivato quest’anno dalla Juventina Valpantena, vuole provare a suon di gol di cercare di cambiare i piani di volo dei rossoneri. L’Intrepida dopo quattro partite è sempre uscita dal campo con un pugno di mosche, e i numeri impietosi dicono zero punti, un gol fatto e ben 11 incassati.

“L’ inizio di stagione, come si può vedere dalla classifica, è stato un po’ complicato - dice Stefano -. Siamo una neopromossa e tanti nostri giocatori non hanno mai fatto la categoria. Ci sono stati molti nuovi arrivi, inoltre ci sono giocatori che stanno recuperando la forma dopo degli infortuni. Abbiamo provato diverse soluzioni e stiamo cercando di trovare l'amalgama giusta. Il calendario in queste prime giornate non ci è stato favorevole, considerando che abbiamo già incontrato Borgoprimomaggio, Caselle e Illasi, tutte squadre attrezzate per provare a vincere il girone. Ora le cose sembrano migliorare dal punto di vista atletico e del gioco, quindi sono fiducioso e credo che si possa sistemare la nostra classifica. Possiamo fare un bel campionato perchè abbiamo alcuni giovani che hanno delle buone qualità e appena comincieranno a calarsi bene nella categoria ci porteranno i loro frutti. Il gruppo è solito e consapevole che può e deve fare meglio, è solo una questione di tempo. Sono sicuro che cominceremo a fare quei punti necessari per una ottenere una tranquilla salvezza”.

Ne ha indossate di maglie Stefano, e sempre da protagonista. La stagione passata, nelle fila dei bianconeri della Juventina, ha collezionato 29 presenze, nelle stagioni precedenti con il PescantinaSettimo 53 presenze e 24 reti. Prima era stato a Peschiera, ancora alla Juventina Valpantena, Cadore, Speme, Intrepida, Atlas Verona, Polisportiva Virtus, Seregno B.Trento e Juve Poiano. Quest’anno ha voluto tornare all’Intrepida per partire con un nuovo fiammante progetto legato ai giovani. Stefano, con la sua esperienza, darà un forte contributo in fatto di grinta ed appartenenza ai colori sociali. “Siamo una neopromossa che ha tanta voglia di salvarci. Il presidente Roberto Veronese è una persona speciale, così come tutto il gruppo dirigenziale. Dobbiamo trovare con costanza la quadratura del cerchio molto in fretta”.

La Polisportiva Intrepida è nata nel 1938 per la ferma volontà di don Mariano Sartori che ricopri anche la carica di presidente. Grande il suo impegno nel voler dare spazio ai ragazzi del quartiere, aiutato dal parroco di allora don Egidio Zardini e dai parrocchiani orgogliosi che i loro figli giocassero a calcio nel proprio quartiere. Oggi la divisa rossonera viene sfoggiata con orgoglio in campo ricordando i tempi passati e il diesse e mister Andrea Ferrari urla in campo per dare la carica ai suoi ragazzi. Domenica prossima l’Intrepida ospiterà sul campo di casa di via Adamello i rivali della Gabetti Valeggio. Ferrarese ha già la testa sulla sfida: “Per noi adesso conta solo fare nostra la gara contro la Gabetti e ottenere quei tre punti che faranno senza dubbio morale. Sicuramente non sarà facile ma io conto sulla nostra voglia di vincere”.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1367)