ULTIMA - 25/5/19 - IL BASSANO 1903 BATTE IL MONTORIO ED E' CAMPIONE REGIONALE

E' stata una bella partita, quella giocata ieri sera a Montecchio Maggiore, fra il Bassano e il Montorio, calcio valida per il titolo Regionale di Prima categoria. I giallorossi di mister Francesco Maino partono subito forte e passano in vantaggio dopo soli 5 minuti con Cosma, che, su invito di Garbuio, mette in rete con un tiro da sotto
...[leggi]

ULTIM'ORA

6/10/18
NICCOLO' ZANETTI (LEGNAGO SALUS): "E' TERMINATO UN INCUBO!"

Terminato l’incubo della squalifica comminatagli per ben un anno e mezzo per bomber Niccolò Zanetti, capitano del Legnago Salus, classe 1986 (25 novembre): il giocatore, come aveva chiamato in redazione per comunicare la maxi squalifica, altrettanto ci ha raggiunto dopo la sentenza liberatoria: “Il Giudice Sportivo ha deciso che dovrò restare fermo fino a mercoledì 10 ottobre, quindi rientrerò alla 6^ di campionato. Ho perso in tutto 5 gare, ma devo confessare che in questa mia quarantena senza calcio ho provato tanta rabbia per un episodio accaduto in un Torneo estivo – a Polpenazze del Garda, Bs -, di cui non ho mai riconosciuto la grave paternità attribuitami: cioè di aver aggredito l’arbitro, di essere, nel rapporto arbitrale, descritto come un giocatore violento ed aggressivo. I fatti mi danno ragione: in tanti anni di carriera, circa 150 partite disputate solo tra serie C1 e C2, e tanta tanta serie D, sono stato espulso una sola volta, nella stagione 2010-11, in C2 con l’A.C. Sambonifacese, contro l’Alessandria”.

Laureato in Economia e Legislazione d’Impresa a Verona, Zanetti ci ha telefonato per comunicarci la lieta notizia a bordo della Frecciargento con cui ha fatto ritorno dalla Corte Sportiva d’Appello di Roma, difeso da Nicola Paolini, oggi brillante avvocato con studio a Udine, e facente parte dell’AssoCalciatori, e ieri capitano del Tamai di Pordenone (serie D), in cui Zanetti ha militato per 2 stagioni: “Ho continuato, in questi giorni di calvario psicologico, ad allenarmi ugualmente da solo. Con il Legnago Salus è calato lo stand-by, per attendere l’esito del ricorso da me presentato, ed ora dovrò sedermi a un tavolo per discutere la mia posizione, il mio rapporto con loro. I dirigenti biancazzurri non hanno voluto, giustamente, prendere posizione, anche perché l’episodio si è verificato non durante il campionato di serie D, ma in un Torneo estivo”.

Mister Manuel Spinale, capitano allora di quel Mantova a cui tu, con la maglia rosso e blu dell’A.C. Sambonifacese rifilasti al “Renzo Tizian”, quella volta, nella stagione 2010-11 una squillante vittoria di 4 a 2, cosa pensa? “Il mister mi è stato molto vicino, non ha mai perduto la speranza che la verità vera venisse a galla circa la mia innocenza. La fascia di capitano me l’ha lasciata, sostenendomi con il suo “la squadra ha bisogno, Niccolò, di te!”, ed intanto, è passata a Parrino”.

Con il tuo probabile ed auspicabile rientro, il Legnago Salus dove può o sogna di arrivare? “Puntiamo, prima di tutto, alla salvezza, per poi divertirci; siamo partiti male, ma ci stiamo riprendendo. Io ho una gran voglia di fare gol e di vincere le partite. Personalmente, punto alla doppia cifra, il girone “B” non è facile, anzi, spero che la società guidata dall’alto da Davide Venturato mi voglia ancora tra le sue fila, dobbiamo sederci e parlare, altrimenti vorrà dire che a fine novembre dovrò accasarmi in un altro club”.

Quali sono le papabili alla vittoria finale del girone “B” di Serie D?
“Il Como, il mio ex Mantova e il Rezzato. Rispondendo sulle veronesi di serie D, vedo bene l’Ambrosiana, bella squadra e con carattere: i rosso-neri della Valpolicella non mollano mai e si è visto come siano stati in grado di recuperare negli ultimi minuti nelle ultime due gare. Il Villafranca ha riconfermato, in linea di massima, l’ossatura della passata stagione, ha aggiunto i ritocchi che servivano, non conosco molti giocatori, eccezion fatta per capitan Samuele Avanzi e mister Alberto Facci, molto bravo nel gestire e saper leggere le partite”.
 
Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1433)