ULTIMA - 23/1/19 - LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona,
...[leggi]

ULTIM'ORA

11/10/18
ALESSANDRO MARAI VUOLE PORTARE MOLTO IN ALTO IL SUO CALMASINO

Non vuole perdersi in parole inutili, la punta classe 1989 Alessandro Marai arrivato quest’anno al Calmasino della famiglia Quarti. L’anno scorso si era concesso un anno sabbatico andando a fare un esperienza lavorativa a Lisbona in Portogallo. Ora è uno dei giocatori di punta della squadra biancoverde del lago guidata dal nuovo mister Alberto Pizzini. Nel suo bagaglio di carriera, il simpatico Alessandro vanta esperienze tutte positive, nel Parona dove ha giocato un anno con 22 presenze e 5 gol, e al Pescantina per ben sei annate dove ha segnato più di 60 reti. Prima aveva giocato, non da punta ma da difensore, nel Somma in serie D.

Quest’anno il Calmasino è partito in campionato con il vento a favore e dopo cinque giornate è terzo in classifica con 10 punti nel girone A di Prima categoria, frutto di 3 vittorie, un pareggio ed una sconfitta, con 11 reti fatte e 5 subite. In vetta c'è il Quaderni della presidentessa Sara Olivieri e mister Nicola Chieppe con 13 punti. Dietro non molla la neo promossa PescantinaSettimo guidata dall’esperto mister ex CastelnuovoSandrà Gianni Canovo. Alessandro Marai ha segnato finora quattro splendide marcature ed è capocannoniere del girone in ottima compagnia.

Dice Alessandro: ”Siamo una buona squadra ben assestata in ogni reparto. Quando siamo al completo, e finora non è ancora successo, giriamo al massimo dei giri. Direi che abbiamo il giusto grado di qualità e quantita nelle zone nevralgiche del campo. Sontuosa la vittoria di domenica scorsa dove il Valpolicella ha fatto da vittima sacrificale. I biancoverdi hanno trionfato 4 a 0 in casa della compagine di mister Marastoni segnando quattro gol di buona fattura per creazione e finalizzazione.

“Obiettivamente abbiamo fatto capire sul terreno del Valpolicella di che pasta siamo fatti - dice Alessandro -. Abbiamo messo in campo ritmo e la giusta intensità, dosando al meglio le nostre energie. Un reparto offensivo in gran spolvero con me e Lavarini in buona forma. Un plauso anche i mie due altri compagni Pachera e Masella che hanno completato il tabellino”. Tre punti importanti per ripartire con ancora più fiducia.

Il Calmasino non guarda troppo alla graduatoria ma a se stesso ed è già concentrato sulla prossima sfida in casa del Lugagnano. “Una gara delicata perchè il Lugagnano vuole rilanciare le proprie ambizioni e contro di noi vorrà portarsi a casa la vittoria. Ha conquistato un ottimo pari domenica scorsa ad Arbizzano. La partita non sarà delle più facili ma proveremo a portarla a casa”.

Alessandro vuole fare un plauso alla sua famiglia che lo segue ogni domenica con grande trepidazione. La mamma, quando può, è sempre presente sugli spalti, papà Mario è recentemente tornato di nuovo in sella allenando l’Ausonia di Pescantina neonata società al suo debutto, quest’anno in Terza categoria. “Ho una famiglia meravigliosa, che non manca mai di sostenermi con il loro affetto. Mio padre mi fa sempre i complimenti e mi critica quando è giusto. Che volete farci, a casa mia la passione per il calcio, regna sovrana”.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(772)