ULTIMA - 20/3/19 - TUTTI I RISULTATI DI OGGI. L'ISOLA RIZZA CONQUISTA LA FINALE

Il Caldiero Terme conquista un pareggio in trasferta che gli da ottime possibilità di passare il turno ed approdare alle semifinali della Coppa Italia - Fase Nazionale. I gialloverdi di mister Cristian Soave hanno pareggiato 1 a 1 nella gara di andata del doppio confronto contro gli astigiani del Canelli, che hanno battuto nel turno precedente il leggendario
...[leggi]

ULTIM'ORA

23/10/18
L'INTERVISTA A GIUSEPPE RUZZA PRESIDENTE DELLA FIGC VENETO

Abbiamo voluto fare il punto sulla nuova annata calcistica targata 2018-19 dei nostri campionati dilettantistici veronesi, intervistando il presidente della Figc Veneto Giuseppe Ruzza. Presidente, sono da poche giornate partiti i nuovi campionati, che tipo di stagione si aspetta? "Una bella domanda. Siamo contenti, i dati sono confortanti sia in fatto di risultati che sull’aspetto disciplinare, cosa sempre importante. Speriamo che questi dati quest’anno non peggiorino. E’ forse una magra consolazione ma noi ci accontentiamo".

Quanta passione ci mettete quotidianamente nel vostro lavoro alla Figc Veneto? "Tantissima. Non vorrei sembrare autoreferenziale ma io sono in Federazione da quando ero bambino. Sono entrato nel lontano 1977 ed ho visto di tutto e fatto di tutto e di più, facendomi le ossa ed aumentando di esperienza ogni anno che passava, lavorando davvero sodo. Se non c’è alle spalle la grande passione possiamo rimanere tranquillamente a casa. C’è l’amore per il calcio e c’è l’amore per quello che fanno le società con grandi sacrifici, un connubio vincente che ci fa continuare".

E’ possibile migliorare il mondo dei dilettanti?
"Un’altra bella domanda. Forse partendo dalle agenzie delle entrate, diminuendo i suoi controlli, per agevolare qualche imprenditore innamorato del nostro calcio che aiuti con la sponsorizzazione le nostre piccole società, e poi regole più semplici da parte della Federazione. Meno paletti vincolanti nel settore giovanile che sembra fatto apposta per incasinare tutto, e mi assumo la piena responsabilità di quello che sostengo. Però le nostre società sono attente e fanno le cose per bene. Sanno districarsi ed andare avanti con fiducia. Meglio dei burocrati".

Quali sono le novità delle nuova stagione?
"Francamente le novità si fanno all’inizio. Abbiamo fatto i gironi a 16 squadre degli Allievi e Giovanissimi regionali. Un aspetto molto confortante che ha raccolto tanti consensi positivi. Verona e Padova partiranno con i giovanissimi in due fasi. Un lavoro complesso. Poi sono state aumentate le panchine e i cambi a disposizione dei mister".

Infine due parole sulla delegazione di Verona guidata dal delegato Claudio Prando? "E’ la più grossa e sta dimostrando che sta lavorando bene. Abbiamo fatto un ricambio epocale decidendo di inserire l’anno scorso una squadra totalmente nuova. Non nascondo che all’inizio eravamo un po' titubanti ma poi i fatti ci hanno smentito. Sicuramente l’impegno dei nuovi dirigenti, con la loro dedizione e il massimo impegno, hanno fatto benissimo. Sono contentissimo della delegazione veronese, avanti così".

La più grande soddisfazione che si è tolto durante la sua carriera da dirigente? "Ad Abano quando nel 2003 abbiamo ottenuto la vittoria dell’Uefa Regional Cup ai rigori. Un organizzazione perfetta da parte nostra".

Infine cosa diciamo attraverso pianeta-calcio a tutto il movimento veronese? "Di avere pazienza, alle società di collaborare con noi e di continuare ad avere tanta passione per questo splendido gioco".

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(434)