ULTIMA - 19/1/19 - SGREVA (BORGOPRIMOMAGGIO): "ORA NON POSSIAMO PIU' SBAGLIARE"

Il Borgoprimomaggio di mister Tiziano Salvagno domenica scorsa è tornato a vincere (1 a 0 a San Massimo con gol di Nicolas Torni) dopo che nelle ultime 8 partite, dopo gli ultimi due 2 pareggi a reti inviolate, aveva incassato 6 sconfitte consecutive precipitando in classifica dal 1° al 10° posto. Il direttore generale Enrico Sgreva, che domani
...[leggi]

ULTIM'ORA

9/11/18
IL RIVOLI CHIEDE SCUSA PER QUANTO ACCADUTO DOMENICA SCORSA

La società Rivoli, militante nel girone A di Terza categoria, è nell'occhio del ciclone, suo malgrado, in seguito al brutto episodio accaduto domenica contro il Borgo Trento, quando un suo giocatore ha inferto un pugno (il Rivoli afferma un colpo con la mano aperta, una sberla), sulla gola del direttore di gara, il signor Bragantini di Verona. Era il 91° minuto di gioco e l’arbitro, dopo il colpo subito, stramazzava a terra e veniva subito soccorso. Immediatamente sono stati chiamati i carabinieri e l’ambulanza e il signor Bragantini è stato trasportato all’ospedale di Negrar. Si è appreso poi che la prognosi è stata di 25 giorni e che il Giudice Sportivo, dopo aver sentito le due parti e le due società, si pronuncerà dopo aver fatto ulteriori accertamenti su quanto accaduto.

Questa la lettera di scuse firmata dal presidente del Rivoli Massimo Quatrini che parla a nome della società giallo-blu-rossa di via Campo Sportivo a Rivoli. "La società calcistica USD Rivoli 1964, nata nell’estate del 2017 con grande entusiasmo, dopo una prima stagione molto complicata, come da risultati maturati sul campo, è riuscita quest’anno a ripartire con prospettive più ottimistiche, ma sopratutto con un settore giovanile formato dalle categorie Giovanissimi, Esordienti, Pulcini ed una piccola scuola di calcio. Questa situazione ha creato nuovi entusiasmi, anche perché la spinta avuta dal Comune di Rivoli, e in primis nella persona del sindaco, ha fatto sì che l’impianto sia stato messo a disposizione dei nostri giovani e dei nostri tecnici. Purtroppo domenica scorsa, durante la partita della nostra Prima squadra contro il Borgo Trento, si è verificato quello che nessuna si aspettava in un ambiente come il nostro dove l’educazione ed il rispetto sono la prima cosa che viene richiesta ai nostri giovani. Siamo saliti agli onori della cronaca, nostro malgrado, in maniera pesante per un avvenimento purtroppo molto brutto e deplorevole, provocato da un ragazzo di vent’anni in maniera sconsiderata ed inaccettabile. Ovviamente, la prima cosa che ci auguriamo è che il giovane arbitro, oggetto dell’aggressione, si stia riprendendo. Ci auguriamo che lui possa perdonare il gesto inconsulto fatto dal nostro giocatore, che purtroppo, giustamente, subirà la giusta condanna sportiva. Certamente preoccupa la parte più delicata che è quella riguardante la legge, dato che parliamo di una persona molto giovane e visto il suo sincero pentimento nelle ore successive al fatto, speriamo nella comprensione di chi sarà chiamato a giudicare. Non si vuole con questo giustificare in alcun modo il gesto del giocatore, ma nella vita forse tutti abbiamo commesso qualche errore. E’ successo e l’abbiamo pagato. Tutti noi della società USD Rivoli 1964 ci adopereremo perche questa brutta giornata non si ripeta mai più, perché crediamo nella forza e nei splendidi momenti che il calcio sa regalare. Uno sport simbolo di sani valori e forte esperienza di vita. Con i nostri giovani vogliamo creare un importante esempio per tutto il movimento calcistico veronese".

Il Presidente Massimo Quatrini
per
www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1556)