ULTIMA - 24/4/19 - CITTA' DI ZEVIO: DOMANI IN CAMPO I PULCINI. POI ESORDIENTI E ALLIEVI

E' stato presentato il Torneo Città di Zevio 2019 che vedrà scendere in campo 16 squadre della categoria Pulcini 2010 a partire da domani, giovedì 25 aprile. Poi, dal 3 maggio al 31 maggio, si svolgerà la 3^ Devius Cup che vedrà in campo 8 formazioni categoria Esordienti 2006. Infine dal 6 maggio a 7 giugno si terrà il 4° Torneo Zevio Football Cup
...[leggi]

ULTIM'ORA

9/11/18
LA POL. VIRTUS DI MISTER ALBERTO BAU' E' ATTESA DALLA CAPOLISTA

La Polisportiva Virtus allenata da Alberto Baù, nonostante la caduta subita domenica scorsa contro il Badia Polesine di mister Ricci, sta disputando un buon campionato nel girone A di Promozione, come sottolinea il suo giovane diesse Matteo Corradini: “Il punto di forza che ci contraddistingue è l’unione e l’armonia che si sono create tra i giovani – che costituiscono buona parte della rosa – e i nostri giocatori più anziani”.
 
La Polisportiva rosso e blu, che occupa attualmente il quinto posto in coabitazione con l’Aurora Cavalponica, domenica se la vedrà con le “tigri bianco-rosse” di mister Luca Albieri, prime in classifica e a + 6 dall’Albaronco del trainer Emanuele Pennacchioni. “Essendo una formazione giovane – spiega Corradini, molto soddisfatto del lavoro di mister Baù e del suo secondo Massimiliano Corsi - abbiamo diversi aspetti da perfezionare. Mantenere la concentrazione nell’arco di tutti i 90° minuti e incassare meno goal, ad esempio, sono due aspetti che dobbiamo migliorare”.
 
“Gli obiettivi stagionali”, prosegue il diesse virtussino, “sono raggiungere la salvezza il prima possibile e continuare a far crescere i giovani del nostro florido vivaio. Dobbiamo rimanere focalizzati su questi propositi e rimanere con i piedi ben piantati a terra”.
 
Che idea ti sei fatto sul vostro girone? “Il Castelbaldo Masi, salvo colpi di scena, vincerà il campionato. Altre due ottime squadre sono l’Albaronco e la Seraticense. Queste, insieme a Mozzecane, Alba Borgo Roma, Aurora Cavalponica e Cologna Veneta, si giocheranno i play-off. In questa stagione essendo il livello molto buono, invece, non vedo squadre materasso” risponde il dirigente, il quale ci tiene a sottolineare la vicinanza della società all’attaccante classe 1999 Alfredo Milella da poco infortunatosi.
 
Corradini, in conclusione, cita diversi giovani virtussini molto interessanti in chiave futura: “Jeffrey Abedi (’99), Mattia Tessari (’00), Marco Boarotto (’01), Kaabu Balde (’00), Cristiano Turri (’99), Paolo Forgia (’99), Denis Butucaru (’98) e Yuri Brizzi (’01) sono ragazzi che hanno già dimostrato, se continueranno a lavorare sodo, di poter far bene e avere un futuro di prospettiva. La nostra filosofia si basa proprio sul far crescere e lanciare giovani con profili importanti, sia dal punto di vista calcistico che umano”.
 
Tra i più talentuosi giocatori della rosa c’è il già nominato Yuri Brizzi, attaccante del 2001 che sta facendo bene in questa prima parte di stagione. “Siamo una squadra di qualità, che si allena sempre con grande intensità, unita da uno spirito di gruppo molto forte; inoltre, abbiamo un ottimo allenatore. Credo che questi fattori, nonostante la nostra inesperienza in categoria, ci stiano dando la possibilità di disputare un buon campionato” spiega Brizzi, il quale vede il Girone A di Promozione come un campionato molto livellato e combattuto.
 
“Il mio punto forte”, svela lo stesso attaccante, “è innanzitutto la forte passione per questo sport. Amo giocare a calcio e questo mi da sempre la giusta motivazione. Devo sicuramente migliorare sotto l’aspetto dell’autocontrollo: in campo troppo spesso mi lascio trasportare dalla carica agonistica”.
 
Brizzi, che è alla Virtus da quando ha 9 anni, a Borgo Venezia si sente a casa e vede nei suoi compagni, prima di tutto, come degli amici. “I miei obiettivi per questa stagione sono crescere e cercare di segnare più goal possibili; inoltre, in futuro, mi piacerebbe salire di categoria con questo bellissimo gruppo” racconta il bomber e grande estimatore di Cristiano Ronaldo.

Quali sono le tue speranze future? “Sognare non costa nulla. Il desiderio di diventare un calciatore professionista c’è, e lo coltivo giorno per giorno” conclude Brizzi salutando e ringraziando familiari e amici per il supporto.
 
Sebastiano Perbellini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(854)