ULTIMA - 22/3/19 - COMPOSTI I GIRONI DEL 26° TORNEO “ELIO MONTRESOR”

Si è svolto allo Stadio “Avanzi” il sorteggio dell'attesissima 26esima edizione del Torneo “Elio Montresor” alla presenza dell’Assessore allo Sport del Comune di Verona Filippo Rando, del Presidente della 5^ Circoscrizione Raimondo Dilara, del Presidente della Commissione Sport Marco Padovani e del Consigliere regionale FIGC Mario Furlan. Il Torneo,
...[leggi]

ULTIM'ORA

14/11/18
PEDRO BARACCHI E LA SORPRESA-U.S.CADORE

E’ il giocatore nero-verde con più pedigree a fare il chek up del magic moment che sta vivendo l’U.S. Cadore, compagine scoppiettante del girone “B” di Seconda categoria. Non sono i cadorini di mister Adamo Urbano, ex trainer del Crazy Colombo, a fare per ora l’andatura – anche se al comando ci sono stati anche se per poco! -, bensì a recitare il ruolo di cacciatori che inseguono la fuggitiva ed altrettanto sorprendente (ed ancora unica imbattuta) A.C. Illasi di mister Giuseppe Castagna, capolista con 24 punti, 4 in più dei 20 condivisi dai nero-verdi rionali del presidente foggiano, l’ing. Giacomo Caserta, e la rilanciata Olimpia Ponte Crencano di mister Giordano Rossi, alla sua 5^ vittoria consecutiva. Le due squadre sono al 3° posto e precedute di un punto anche dal Borgoprimomaggio che domenica ha mancato l'aggancio in vetta perdendo 2 a 0 proprio in casa del Cadore.
 
Classe 1987, una laurea in Scienze della Comunicazione, un impiego presso un’azienda di telefonìa, Pedro Baracchi, centrale oggi infortunato, vanta importanti trascorsi in Eccellenza (nel Lonigo, nell’A.C. Lugagnano e nel CastelnuovoSandrà): “E’ il 2° anno che gioco nel Cadore e rispetto all’anno scorso ho visto un netto miglioramento della squadra, e anche da parte della società; dalla quale non è uscito del tutto l’ex presidente Francesco Bonturi, anche se ora la staffetta è passata nelle mani dell’ing. Caserta”.

Anche un bel rimpasto di giovani atleti si è verificato quest’estate nel “club di via Santini”: “La passata stagione siamo riusciti a raddrizzare un’annata storta, salvandoci ai play out, battendo 4 a 2 lo United Sona PGS, partita che non posso dimenticare in quanto ho firmato in quell’occasione un’importante doppietta. Ci mancava, in pratica, l’esperienza della categoria, mentre quest’anno abbiamo intrapreso il Torneo con un altro piglio”.

Valide anche le pedine che sono arrivate con mister Adamo Urbano: “Sì, Matteo Ficcadenti, Mattia Casòn e il figlio del nostro mister navigato, Alberto Urbano, hanno elevato il tasso tecnico di un gruppo già molto affiatato, capace di aiutarsi, e in cui – come diceva il nostro portiere e giornalista sportivo Riccardo Perandini – non esistono galli nel pollaio”.

Chi sono le squadre da battere del vostro girone “B” di 2^ categoria?
“Innanzitutto, l’Illasi, almeno per la corsa che sta facendo finora; ma anche il Borgoprimomaggio di mister Tiziano Salvagno è molto valido, anche se l’abbiamo battuto, è molto quadrato e sa quello che vuole. Poi, citerei anche l’Olimpia Ponte Crencano, in serie vittoriosa da ben 5 domeniche di fila. I giallo e blu di mister Giordano Rossi hanno cambiato diverse pedine quest’anno e sono molto più competitivi rispetto lo scorso anno”.

Di chi sentiremo parlare dell’U.S. Cadore da qui fino a maggio 2019?
“Di Nicolò Busola, un esterno alto, classe 1995, dotato di uno spiccato fiuto realizzativo e giunto domenica al suo 5° sigillo in campionato”.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it









Visualizzato(1004)