ULTIMA - 19/1/19 - SGREVA (BORGOPRIMOMAGGIO): "ORA NON POSSIAMO PIU' SBAGLIARE"

Il Borgoprimomaggio di mister Tiziano Salvagno domenica scorsa è tornato a vincere (1 a 0 a San Massimo con gol di Nicolas Torni) dopo che nelle ultime 8 partite, dopo gli ultimi due 2 pareggi a reti inviolate, aveva incassato 6 sconfitte consecutive precipitando in classifica dal 1° al 10° posto. Il direttore generale Enrico Sgreva, che domani
...[leggi]

ULTIM'ORA

17/11/18
ADRIANO ROSSIGNOLI VEDE CRESCERE IL GSP VIGO 1944

I risultati non arrivano e così in casa della matricola GSP Vigo 1944, ai primi di ottobre, mister Stefano "Cina" Rossignoli rassegna le dimissioni subito dopo lo 0 a 3 incassato in casa contro l'Atletico Vigasio, alla 5^ giornata, e con il Vigo terz'ultimo con 4 punti. In panca si siede momentaneamente il diesse Dennis Belletato, ma la musica non cambia e arriva la pesante sconfitta per 3 a 0 in casa del Gips Salizzole. Nel frattempo il presidente dei bianco-granata vighesi, Raimondo De Angeli, decide di affidare la panchina bianco-granata, a sostituire Stefano Rossignoli, il suo omonimo Adriano "El Ros" Rossignoli, ex coach del Cerea, degli Juniores del Rovigo e più recentemente del Gips Salizzole e del Minerbe.

Mister Adriano Rossignoli debutta sulla panchina del GSP Vigo 1944 del presidente-salottiere di Saletto di Padova, Raimondo De Angeli, nel match casalingo con l'Aurora Marchesino", contro i gialloblu ospiti di mister Calzolari che alla 6^ giornata sono il fanalino di coda del girone con 1 punto e a -3 dallo stesso Vigo. Gara poi vinta 2 a 0 dal Marchesino che aggancia il Vigo al penultimo posto a 4 punti e sempre più in caduta libera.

Da questa sconfitta parte la riscossa dei ragazzi di mister Rossignoli e i frutti del suo grande lavoro sul campo cominciano a vedersi. Vittoria 2 a 0 a Cadeglioppi, pareggio 1 a 1 in casa contro il Bevilacqua e domenica scorsa altra vittoria esterna per 1 a 2 in casa della Polisportiva Bonferraro. Sette punti in tre gare che hanno proiettato i bianco-granata addirittura fuori dalla zona play-out, sest'ultimi alla pari del Cadeglioppi a quota 11 punti.

Molto soddisfatto il "Ross" della risposta dei suoi ragazzi: “E’ una bella avventura, non lo nascondo, sono arrivato che avevamo pochi punti, ma pian pianino ci stiamo risollevando portandoci fuori dalle zone calde della bassa classifica. I pochi punti fatti dal mio collega sono stati causati perlopiù da infortuni capitati a giocatori-base del collettivo bianco-granata. Ora stiamo recuperando Rigobello, Urban e qualche altro giocatore importante, in modo di avere presto a disposizione la formazione-tipo”.

Molti i ritocchi operati questa estate dal diesse Dennis Belletato all'organico del Gsp Vigo che ha trionfato lo scorso anno nel girone B di Terza categoria, a cominciare dal portiere Denis Fante (ex Aurora Cavalponica), la difesa è stata puntellata con Andrea Morin (ex Coriano), l'esterno ex Casaleone Massimiliano Urban e il mediano incontrista Rozan Halilaga giunto dal Bovolone. A centrocampo sono arrivati l'ex S.Giovanni Lupatoto e Cologna Davide Sarti, classe 1992 giunto dallo Zevio, e Matteo Perazzolo arrivato dall'Atletico Città di Cerea. In avanti l'ex Bevilacqua Riccardo Trivellin, giunto dal Valtramigna Cazzano, l'ex Casaleone e Atletico S.Vito Alessandro Modini, e il giovane classe 1999 Jacopo Vidali, giunto dalla Sampietrina.

Ritornerete sul mercato di riparazione di dicembre?
“A noi serve qualcosa a centrocampo: il girone “D” di 2^ categoria è un campionato di combattimento, seminato da insidiosi derby, molto tosto e molto maschio. Ci sono 7-8 squadre che sono attrezzate per fare un campionato d’avanguardia, su tutte spicca la Scaligera, il cui sparring partner è il Gips Salizzole”.

La squadra-sorpresa del vostro girone?
“L’Aurora Marchesino, almeno per quello che ho visto quando l’ho incontrata io. La classifica non rispecchia il suo buon potenziale tecnico, anche se ora stanno risalendo, come noi. Il Gips Salizzole, più che una sorpresa, è una splendida conferma!”

Dei tuoi giocatori, chi ti sta conquistando?
“Matteo Bonomi: si vede che ha fatto un certo tipo di Scuola calcistica; oltre a lui, non si discute Tedesco, né bomber Riccardo Trivellìn, che ha esperienza da vendere, né la forza e l’agonismo di Rozan Haligaga”.

Il vostro obbiettivo di questa stagione?
“La salvezza; e per una matricola non bisogna prefigurare orizzonti più ampi. Beh, se quelli dovessero venire, tanto meglio! Ricordo che siamo un gruppo nuovo e che militiamo in un girone da pieno e domenicale combattimento. Noi stiamo gradualmente migliorando e cerchiamo di vivere il nostro campionato domenica dopo domenica”.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(587)