ULTIMA - 19/1/19 - SGREVA (BORGOPRIMOMAGGIO): "ORA NON POSSIAMO PIU' SBAGLIARE"

Il Borgoprimomaggio di mister Tiziano Salvagno domenica scorsa è tornato a vincere (1 a 0 a San Massimo con gol di Nicolas Torni) dopo che nelle ultime 8 partite, dopo gli ultimi due 2 pareggi a reti inviolate, aveva incassato 6 sconfitte consecutive precipitando in classifica dal 1° al 10° posto. Il direttore generale Enrico Sgreva, che domani
...[leggi]

ULTIM'ORA

2/12/18
LA SAMBENEDETTESE SBANCA IL “GAVAGNIN-NOCINI” (1-2)

LA VIRTUS VERONA PERDE ANCORA MA PAGA LE DECISIONI DI UN ARBITRAGGIO CHE CONDIZIONA PESANTEMENTE LA GARA. TRE ESPULSI FRA I ROSSOBLU LOCALI

Allo stadio "Gavagnin-Nocini" l'inizio era stato promettente per i ragazzi di mister Fresco che pur senza grosse occasioni parevano prendere in mano le redini dell'incontro. Al 13' un tiro dalla distanza di Luca Lavagnoli esce sul fondo. tre minuti dopo grande occasione per la Virtus con un colpo di testa ravvicinato di Paolo Grbac respinto in angolo dal grande intervento di Pegorin. Al 22' si fanno vedere gli ospiti con Ilari ma il suo tocco sotto porta esce a lato della porta difesa da Giacomel. Al 42' la partita si sblocca con la Virtus che passa in vantaggio grazie a Francesco Grandolfo. Assist di Grbac e il numero 24 rossoblu si gira in area e batte Pegorin con un bel tiro sotto la traversa.

La gara sembra mettersi bene per la Virtus ma al 3° minuto della ripresa arriva la svolta della partita con protagonista il signor Fabio Pasciuta di Agrigento: Grbac va giù in area e lui lo ammonisce per simulazione. Il numero 10 rossoblu, che era già ammonito, viene così clamorosamente espulso lasciando in inferiorità numerica i locali per tutta la ripresa. Decisione clamorosa dell'arbitro che due minuti dopo espelle anche mister Gigi Fresco su segnalazione del guardalinee. Al 7'st Cecchini ci prova dal limite ma la palla esce a lato. Poco dopo anche Sirignano è ammonito e la Virtus comincia a sentirsi sempre più penalizzata dalla decisioni del signor Pasciuta. Al quarto d'ora di gioco la Sambenedettese pareggia. Cross di Calderini che pesca capitan Rapisarda che fa 1 a 1. L'inerzia della partita passa ora a favore degli ospiti aiutati anche dall'infelice giornata dell'arbitro infelice che continua a dare spettacolo e ad ergersi a prortagonista. La Samb si fa sempre più pericolosa e al 36' Giacomel risolve una pericolosa mischia in area. Gli ospiti premono ulteriormente e la Virtus in 10 uomini è costretta a rintanarsi. All'87° bella punizione Di Massimo che colpisce un palo clamoroso. Samb vicina al gol del vantaggio che arriva al 90° minuto e ancora con Rapisarda che sfrutta nel migliore dei modi un calcio d'angolo. Al 92° il direttore di gara sigla la sua tripletta espellendo anche Casarotto (per doppia ammonizione) lasciando i rossoblu locali in 9 e senza mister in panchina.

Finisce 2 a 1 per i rossoblu ospiti di mister Roselli che si allontanano dalla zona calda e inguaiano sempre più la Virtus. Le immagini televisive visionate a fine gara parlano chiaro e testimoniano che l'espulsione di Paolo Grbac è un grave errore del fischietto siciliano. La quattordicesima giornata del campionato di serie C girone B, regala quindi un altra amarezza ai rossoblu virtussini alla fine dello scontro inedito con la Sambenedettese, le due squadre infatti non si erano mai incontrate finora nella loro storia.

In vetta sale il Pordenone con 26 punti che oggi ha pareggiato 1 a 1 in casa del Sud Tirol, A 25 punti troviamo la Triestina, che ha battuto 1 a 0 l'Imolese, e il Feralpisalò che ha sconfitto 4 a 2 in trasferta il Giana Erminio. Scala al 4° posto la Fermana a 24 punti fermata sullo 0 a 0 a sorpresa dall'Albinoleffe. Sale a 23 punti il Vicenza che vince 2 a 0 a Terni e resta appaiato al Ravenna che liquida 1 a 0 il Vis Pesaro scavalcandolo in classifica a 22 punti. A 20 la Ternana seguita a 19 dal Sud Tirol e dall'Imolese. A 17 punti da solo troviamo il Monza che ha pareggiato 0 a 0 a Gubbio. A 15 punti il Rimini (che ha perso 1 a 0 a Fano), il Teramo (che ha pareggiato 2 a 2 col Renate), la Sambenedettese e il Giana Erminio. A 13 punti c'è il Gubbio, a 12 Renate e Fano, penultimo con 11 punti l'Albinoleffe che precede la Virtus Verona nuovo fanalino di coda con 10 punti. Domenica prossima la Virtus Verona sarà di scena ad Imola.

la redazione di www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(418)