ULTIMA - 24/5/19 - FABIO BRUTTI (CALDIERO): "LA ROSA NON SARA' STRAVOLTA"

Per il giovane direttore generale del Calcio Caldiero Terme, l'ex portiere Fabio Brutti, al suo 7° anno consecutivo nel direttivo team giallo-verde termale, la società del presidente Filippo Berti è in continua crescita di gioco e risultati: "Sono contentissimo" ci confida Brutti "di come abbiamo giocato quest'anno, facendo
...[leggi]

ULTIM'ORA

18/12/18
LA CARONNESE TRAVOLGE IL LEGNAGO (3-0)

IL LEGNAGO TORNA IN ZONA PLAY OUT, MA LA SALVEZZA DIRETTA È A SOLI TRE PUNTI. NELL’ANTICIPO DI SABATO BISOGNA BATTERE UN SONDRIO CHE PERDE DA QUATTRO TURNI

Il Legnago perde con la Caronnese per 3 a 0 e scende in zona pericolosa. Retrocedono in Eccellenza le ultime due in classifica, poi altre due dopo i play out. L’Olginatese, con soli tre punti, sembra ormai spacciata, mentre Legnago, Ciserano e Scanzorosciate sono a quota 13 punti, il Villafranca e l’Ambrosiana a 14 e il Darfo Boario a 16. Sabato prossimo il Legnago gioca in anticipo contro un Sondrio in crisi, ma a quota 20 punti. La zona salvezza diretta è a tre punti e contro il Sondrio per i biancazzurri sono indispensabili i tre punti.

Il Legnago è tornato a giocare a Caronno Pertusella, comune di 17mila abitanti in provincia di Varese, dopo otto anni. Il 21 novembre 2010 la squadra biancazzurra, matricola di serie D, vinse la gara con l’Insubria Caronnese in rimonta per 4 a 1 grazie alle reti di Zerbato (doppietta), Correzzola e Guardigli. La Caronnese di mister Achille Mazzoleni, terza in classifica, ha un curriculum casalingo impressionante con 8 vittorie e una sola sconfitta (0 a 1) nella 5^ giornata con il Rezzato. Forte la Caronnese abituata a giocare sul un campo sintetico particolare e un Legnago in giornata opaca dopo il successo di mercoledì con il Darfo Boario.

Subito il giovane Bruni ha l’occasione per portare in vantaggio il Legnago, ma il suo diagonale è fuori dallo specchio della porta. Al 5’ Pittarello si libera in area e conclude, Cuoco devia in angolo. Sugli sviluppi del corner incornata-gol di Pavan, non ostacolato da Dabo. Al 10’ azione personale di Di Munno che colpisce il palo. Il Legnago si fa vivo al 20’ con un bel traversone in area di Vita che Peinado non aggancia. Al 29’ Di Munno è astuto nell’inserirsi in una palla mal controllata dalla difesa biancazzurra e raddoppia.

Nella ripresa mister Andrea Pagan opera qualche modifica con Bruni che torna esterno basso al posto di un Dabo in cattiva giornata e schiera Cocuzza nel tridente. Al 7’ è l’ex Michele Villanova a sfiorare il gol con un preciso colpo di testa, bella risposta di Cuoco. Al 12’ il terzo gol locale. Su un lancio sul filo del fuorigioco Cuoco pasticcia nel rinvio di piede e Piraccini gli ruba il pallone per il tris. Il Legnago ha tre discrete occasioni per realizzare il gol della bandiera ma non è giornata. Al 30’ Diego Vita ha un bel pallone in area, ma conclude alto. Al 37’ ottimo sprint di Ibe che effettua  un ottimo assist per Vita che conclude a rete debolmente. Anche Gulinatti al 39’ ha una palla importante per far gol, ma la conclusione è fuori bersaglio.

L’allenatore biancazzurro Andrea Pagan elogia la Caronnese, ma evidenzia anche gli errori difensivi dei suoi ragazzi: “Gli avversari - dichiara - praticano un buon calcio, ma bisogna gestire meglio le situazioni. Abbiamo sbagliato subito un gol, poi su angolo una nostra distrazione difensiva e gol. Un Legnago non in giornata. Siamo ancora  a tre punti dalla zona salvezza, bisogna evitare errori e ripartire nell’anticipo di sabato con il Sondrio, una gara da vincere, a tutti i costi.” Così il presidente Davide Venturato. “Qualche errore di troppo dei nostri in una giornata storta, ma tre gol al passivo non ci stanno.” Mario Pretto, direttore generale: “Il 3 a 0 della Caronnese non ammette repliche, ma subito Bruni aveva una palla-gol, dei tre gol subiti, due erano evitabili ma era difficile addattarsi al campo sintetico che abbiamo trovato, il piede scappava…”.

Caronnese (4-3-3): Barlocco, Mandracchia (13’st Roveda), Baldo, Di Munno, Costa, Pavan, Piraccini (33’st Diaferio), Gattoni, Pittarello (1’st Barbera), Rinaldi (28’st Cazzaniga), Villanova (42’st Corno). (a disp. Minerva, Raccuglia, Cazzaniga, Barbera). All. Mazzoleni
Legnago Salus (4-3-3): Cuoco, Dabo (1’st Cocuzza ), De Gregorio (39’st Marchesini), Marin (24’st Orchi) , Porcaro, Parrino, Di Dionisio (1’st Sandrini), Gulinatti, Peinado (19’st Ibe), Vita, Bruni. (a disp. Colella, Taylor, Kouame, Congiu). All. Pagan
Reti: 5’ pt Pavan, 29’ pt Di Munno, 12’ st Piraccini
Note: Spettatori 300 circa. Ammoniti Gattoni, Mandraccia, Peinado e Vita. Recuperi 1’ e 3’
Arbitro: Longo di Cuneo

Aldo Navarro per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(442)