ULTIMA - 22/3/19 - COMPOSTI I GIRONI DEL 26° TORNEO “ELIO MONTRESOR”

Si è svolto allo Stadio “Avanzi” il sorteggio dell'attesissima 26esima edizione del Torneo “Elio Montresor” alla presenza dell’Assessore allo Sport del Comune di Verona Filippo Rando, del Presidente della 5^ Circoscrizione Raimondo Dilara, del Presidente della Commissione Sport Marco Padovani e del Consigliere regionale FIGC Mario Furlan. Il Torneo,
...[leggi]

ULTIM'ORA

19/12/18
MICHELE POZZANI (ATLETICO CEREA), N.1 ALLA RINCORSA DEL MITO

Primo Gigi Buffon con 973 minuti d’imbattibilità con la Juventus; secondo Sebastiano Rossi con 929 minuti (Milan stagione 1993-94): terzo Dino Zoff con 903 minuti (Juventus 1972-73), quarto (per ora), Michele Pozzani con 864 minuti. La classifica poi vede al quinto posto Mario Pozzo con 791 minuti (Genoa 1963-64) e Ivan Pellizzoli con 774 minuti (Roma 2003-04).

L’ho fa notare il Team Manager dell’Atletico Città di Cerea Zeno Montagnoli, il quale aggiunge: “Michele Pozzani ha subito l’ultimo gol contro il Montorio il 14 ottobre; era il ’39 del secondo tempo. Perdemmo quella sciagurata gara per tre reti a zero (in panchina sedeva allora mister Luis Gustavo Passera). Ora, se si tiene conto dei minuti di recupero, ben cinquantadue da quella gara ad oggi, ecco che il computo totale da 864 minuti effettivi”.

Da allora nove vittorie consecutive con al timone mister Simone Marocchio e nessuna rete subita. “Merito dei miei compagni” si schernisce Michele Pozzani “Matteo Ghisi ed Eugenio Tieni come centrali difensivi, il centrocampo che copre bene la difesa, chiaro che meno tiri arrivano dalle mie parti, maggiori possibilità ho di non prendere gol”.

Mantiene il profilo basso Michele Pozzani, che ha nel suo curriculum calcistico anche un gol segnato con la maglia del Minerbe in Promozione: “Con un rinvio dalla mia area, la palla finì nella rete avversaria del Sona; vincemmo 2 a 1 e Stefano Guandalini se lo ricorda bene perché la sconfitta del Sona, spalancò le porte al suo Legnago per la vittoria del campionato”.

Michele Pozzani ha vinto anche due campionati di Seconda categoria, uno con l’Asparetto ed uno con l’Atletico San Vito: “Ho disputato anche un play-off (vincendolo) di Eccellenza con il Cerea che poi passò in serie D”.

Qual è il segreto di questa rinascita a 37 anni, forse il preparatore dei portieri Matteo Gianello? “Sicuramente la sua esperienza è “tanta roba” per noi; poi ci metto gli stimoli che sono importantissimi. Siamo un gruppo affiatato, gioco con compagni con cui ho giocato già in passato, oltre ai giovani di valore di cui dispone la rosa di mister Marocchio”.

Broker assicurativo nella vita di tutti i giorni, Michele da tempo convive con la compagna Ileana. Il suo record, come detto, è ancora in crescita, ma c’è anche un altro singolare record a cui il portierone potrebbe aspirare. Dopo aver vinto il campionato con le frazioni di Cerea, Asparetto ed Atletico San Vito, potrebbe vincerlo anche con il Cerea (Atletico Città di Cerea) in questo campionato che li vede primi in classifica assieme al Montorio a quota 31 punti: “Speriamo, ma voliamo basso che la strada è lunga!”.

Un solo giocatore dilettante detiene sinora questo strano ed originale record; si tratta di Simone Bedoni, che ha vinto in gioventù il campionato con il Sanguinetto, poi lo ha vinto con il Venera e l’anno scorso con il SanguinettoVenera, nato dalla fusione tra la frazione ed il capoluogo, un po’ come l’Atletico Città di Cerea, nata dalla fusione delle frazioni Asparetto e San Vito, con la squadra del capoluogo Cerea. In bocca al lupo quindi a Michele Pozzani: “Crepi il lupo!”

Antonio Dal Molin per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1082)