ULTIMA - 21/3/19 - SEMIFINALI DI COPPA VERONA: SAVAL "CORSARO" A GAZZOLO

Ieri sera si sono giocate le partite di andata delle semifinali della Coppa Verona 2018-19 che mette in palio, oltre al prestigioso trofeo, anche un posto nel prossimo campionato di Seconda categoria 2019-2020. Sfortunata la gara per il Gazzolo 2014 del presidente Paolo Valle che alla fine ha perso 1 a 2 in casa contro il bravo e fortunato Saval Maddalena
...[leggi]

ULTIM'ORA

20/12/18
E' UN PESCANTINA SETTIMO PRIMO IN TUTTO!

Campione d'inverno del girone "A" di Prima categoria con +8 lunghezze di distacco dalla prima che la insegue, la Pol. Quaderni, il PescantinaSettimo del coach lupatotino Gianni Canovo primeggia anche nel Settore Giovanile. "Da Roma di recente" esulta il presidente Lucio Alfuso "è arrivato il riconoscimento da Scuola Calcio a Scuola Calcio Elite per le nostre leve più piccole. E, questo è il giusto premio che conclude un percorso ripreso tre anni fa e che imperla un movimento di circa 400 tesserati, Juniores d'Elite e Prima squadra comprese".
 
Un attestato di merito, una qualifica che accosta il PescantinaSettimo a club più datati e dal maggiore bacino di utenza del Veronese, vedi Hellas Verona, Caldiero e San Martino-Speme: "Una gran bella soddisfazione" rimarca il massimo dirigente rosso e blu "in quanto solitamente, quando si considera una società, si guarda sempre al biglietto da visita della Prima squadra e non alle sue radici e ai suoi cespugli".
 
Un record di iscrizioni, quest'anno agonistico... "Per la prima volta, abbiamo dovuto dire stop ad una quarantina di nuove iscrizioni: una decisione che siamo stati costretti a prendere e che ci amareggia in quanto sappiamo benissimo cosa vuol dire essere dall'altra parte della barricata, in anni in cui noi stessi cercavamo di far numero con le nostre squadre giovanili. Ma, ci consola il fatto che, così facendo, molti altri club vicini a noi possono arrivare a costruire le "rose" di formazioni giovanili, senza essere privi di questa o di quest'altra annata".
 
Lunedì sera, al teatro "Guido Bianchi" di Pescantina, si è tenuta la dìfesta del Natale dello Sportivo: "Il sindaco Luigi Cadura e la vice-sindaco Paola Zanolli sono rimasti di basito nel vedere traboccare il teatro di tanti atleti accompagnati dai loro genitori. C'era anche l'Accademy di Nicolò Rebonato, la nostra seconda squadra che milita in Terza categoria, sorta giust'appunto quest'estate. Una matricola, l'Ausonia Calcio, guidata da quella "vecchia volpe" di mister, che è Mario Marai, e che come debutto in categoria si sta facendo onore".

Qual è il tuo sogno prima di passare la staffetta?
"Io tra qualche anno passerò il testimone perché nella vita le cose iniziano e hanno anche un loro fine. Non voglio trascurare la mia famiglia né mio figlio, ma voglio trasmettere al mio successore una società sana. Il mio sogno, prima di lasciare, è vedere sorgere uno stadio a Pescantina perché il paese e la stessa società lo meritano oggigiorno".

Tornando all'attualità, la Prima squadra è la "wanted" del girone "A" di Prima categoria... "Sì, bisogna capire che non abbiamo ancora vinto un bel niente. Nel ritorno ci affronteranno tutte col coltello tra i denti e col vantaggio di averci già incontrato e conosciuto all'andata. Noi dobbiamo mantenere sempre alta l'asticella della concentrazione e dell'impegno perché con i 3 punti tutto è possibile a tutti. Noi, immodestia a parte, fino ad ora, crediamo di aver espresso il calcio migliore, anche se mi sono piaciute PGS Concordia B.M., Quaderni ed A.C. Lugagnano".

La sorpresa e da chi ti aspettavi qualcosina di più?
 "L'outsider potrebbe essere proprio il PescantinaSettimo perché, nonostante tutto, siamo una matricola. Mi aspettavo qualcosina di più dal Pedemonte dell'amico "Caio" Farina".

Il giocatore che più ti ha sorpreso in positivo?
"Bé, dei miei, Nicola Gottoli: è impressionante la sua performance, se continua a ricoprire il ruolo di centrale difensivo, potrebbe giocare fino a cent'anni. Dei miei giovani, mi ha stupito la crescita progressiva di Alessio Macchiella, classe 18-12-2000, terzino sinistro. Degli avversari, mi ha stupito la punta 1994 Nicolò Gottardi del Real Lugagnano, altra bella matricola e outsider del nostro girone".

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1150)