ULTIMA - 23/1/19 - LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona,
...[leggi]

ULTIM'ORA

23/12/18
ANCORA FATALI I MINUTI FINALI PER LA VIRTUS VERONA

UN RIGORE DI SBAFFO AL 94° BEFFA I ROSSOBLU'

Ieri, allo stadio Atleti Azzurri d'Italia di Bergamo, è arrivata l’ennesima beffa finale per la Virtus Verona di mister Gigi Fresco. Al 4° minuto di recupero un rigore trasformato da Sbaffo ha regalato i tre punti al fanalino di coda Albinoleffe che così riesce ad agganciare i rossoblù a quota 16 punti in classifica.

Rigore concesso dal signor Rossetti della Sezione di Ancona per un presunto fallo di mano di Momentè in area. Mister Gigi Fresco vede così svanire l’ennesimo risultato utile quando sembrava oramai acquisito. Beffa ancora più dolorosa se si pensa che l’Albinoleffe era in dieci uomini dal 20° minuto della ripresa dopo l’espulsione di Giorgione.

Parlando della gara al 7' grande parata d'istinto di Chironi su conclusione di Sibilli. La Virtus reagisce al 14' con Casarotto con una bordata da fuori che Coser devìa in angolo. Un minuto dopo la Virtus sfiora il gol con Rossi che colpisce la traversa. La gara si trascina senza grosse emozioni fino al 42' quando Kouko in rovesciata sfiora il gol. Il primo tempo si chiude sullo 0 a 0.

Nella ripresa la Virtus lascia negli spogliatoi Grandolfo e inserisce Ferrara. Al 5' fallo di mano in area proprio del nuovo entrato Ferrara e l'arbitro indica il dischetto. Batte Kouko ma Chironi para e salva la Virtus. Poco dopo Kouko vuole farsi perdonare, salta Rossi in dribbling ma il suo tiro è centrale. I rossoblu nella ripresa si fanno vedere solo al 15' con un tiro di Ferrara che esce di poco. Al 20' i locali restano in dieci per il doppio giallo sventolato in faccia a Giorgione. La Virtus nonostante il vantaggio numerico non riesce a pungere. La gara sembra destinata a chiudersi sullo 0 a 0 ma al 94° minuto arriva il calcio di rigore di Sbaffo che beffa Chironi e la Virtus Verona.

Nelle altre gare di ieri ben sei i pareggi,  Giana Erminio - Pordenone (1-1), Rimini - Vis Pesaro (1-1), Südtirol - Imolese (1-1), poi tre 0 a 0, Fano - Vicenza, Gubbio - Sambenedettese e FeralpiSalò - Renate. Vincono invece il Teramo contro la Triestina (2-0), il Monza in casa della Fermana (0-1) ed il Ravenna contro la quotata Ternana per 3 a 2.

Ad una gara dal giro di boa comanda con 36 punti il Pordenone, al 2° posto a 29 punti la Triestina e il Ravenna seguite dalla Fermana e il Vis Pesaro a 28.  A quota 27 troviamo Ternana e Imolese e a 26 ci sono Feralpisalò e Sud Tirol. Poi a 25 punti il Vicenza, 24 Monza, 23 Sambenedettese, a 22 il Rimini e 20 il Teramo. Poi la zona calda con il Gubbio a 18 punti, Fano e Giana Erminio a 17 mentre Virtus Verona, Renate e Albinoleffe chiudono la classifica con 16 punti.  Mercoledì 26 dicembre al "Gavagnin-Nocini" la Virtus Verona chiuderà l’andata contro il Gubbio.

la redazione di www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(586)