ULTIMA - 26/3/19 - PERDE LA VITA IN MOTO IL CAPITANO DEL MERLARA CANEVAROLO

Incidente mortale ad Ospedaletto Euganeo. Ieri sera alle ore 19 circa, Matteo Canevarolo, ragazzo di 44 anni di Saletto di Borgo Veneto era in sella alla sua Ducati Monster e stava rincasando dopo una giornata di lavoro (era un odontotecnico), quando si č improvvisamente schiantato contro la fiancata destra di un furgone che stava svoltando per entrare in un
...[leggi]

ULTIM'ORA

24/12/18
NATALE AMARO PER IL LEGNAGO CHE CEDE IN CASA COL SONDRIO (0-1)

UNA SCONFITTA FIRMATA DALL’ARBITRO CHE NON VEDE UN RIGORE NETTO SU COCUZZA, ESPELLE PORCARO PER DOPPIA AMMONIZIONE E CONCEDE AL SONDRIO IL RIGORE DECISIVO AL 94° MINUTO. DOPO LA SOSTA NATALIZIA IL 6 GENNAIO IL LEGNAGO OSPITERA’ AL “SANDRINI” LO SCANZOROSCIATE

Il Legnago voleva vincere con il Sondrio per recuperare posizioni nella bassa classifica invece č arriva la sconfitta al 94’ dopo aver subito diversi errori da un arbitro in giornata negativa. Il signor Mori di La Spezia non ha visto un rigore su Cocuzza, chiuso in area da due difensori, ed ha ammonito per due falli che non c’erano Porcaro espellendolo. Infatti se un giocatore interviene di piede sul pallone e la palla gli rimbalza sulla mano non č fallo volontario. Il Sondrio a digiuno di vittorie da otto turni, e reduce da quattro sconfitte consecutive, ringrazia e vince su rigore al 94° facendo passare al Legnago un brutto Natale dopo una crudele ed immeritata sconfitta. L’allenatore biancazzurro Andrea Pagan schiera Cuoco fra i pali, esterni bassi Di Dionisio e De Gregorio, coppia centrale Porcaro e Parrino, a centrocampo Marin, Sandrini e Gulinatti, Vita punta centrale con Cocuzza e Congiu esterni alti.

Il Legnago parte bene e dopo 2’ Cocuzza servito da De Gregorio conclude a rete, ma il rasoterra č  fuori.  Al 5’ il Sondrio imbastisce una bella azione con Cannataro che serve Vono che conclude altissimo. All’11’ azione Cocuzza–Vita che inzucca fuori. Al 19’ Vita in mezza rovesciata non centra la porta. Al 24’ per un fallo di Gulinatti batte la punizione Beltrame con un tiro centrale che Cuoco para senza apprensioni. Il Sondrio si difende con astuzia e a volte perde tempo con giocatori che cadono a terra, sembrano infortunati, ma che poi si rialzano senza conseguenze. Al 33’ azione Vita-Cocuzza con stop per un fuorigioco rilevato dall’assistente. Al 42’ il Legnago va vicinissimo al gol: assist di Cocuzza per Vita, sembra gol ma la difesa si salva rinviando sulla linea. Al 44’ ancora Cocuzza al tiro con un sinistro rasoterra fuori.

Nella ripresa  subito un “campanile” di Cocuzza. Al 7’ conclusione a rete fortissima di Vono. Un minuto dopo servito da Sandrini, Vita effettua un teletiro da un metro parato. Al 19’ Cocuzza in area del Sondrio č chiuso da due difensori, č rigore netto ma l’arbitro ammonisce il numero nove del Legnago per simulazione. Il pubblico di fede biancazzurra si inviperisce e contesta fino al 96’ quando l’arbitro espelle il medico sociale del Legnago Roberto Sandrini che non ha detto niente. Al 28’ compie un’altra decisione assurda ammonendo per la seconda volta Porcaro per un fallo che non c’č. Il Legnago pur in dieci uomini ha un’altra occasione con Vita che č anticipato dal portiere del Sondrio. Il pubblico č critico e teme addirittura la beffa che arriva puntuale al quarto minuto di recupero. In area del Legnago Bruni e Kouame cercano di rinviare, il pallone ribattuto da Kouame rimbalza su Bruni che per ostacolare Valtolina lo atterra. E’ rigore e dal dischetto Valente non perdona. Il Legnago riprenderŕ gli allenamenti il 28 dicembre con un doppio allenamento. Il 30 dicembre amichevole a Cerea alle ore 11. Il campionato riprende il 6 gennaio con la prima di ritorno al “Sandrini” ospite lo Scanzorosciate vittorioso nell’andata per 2 a 1.

Il calcio č spesso irrazionale e bugiardo.  Chi vince (il Sondrio) ha il coraggio di dire che l’arbitro gli č piaciuto, chi perde č sincero come mister Pagan che analizza la sconfitta con realismo: “Partita strana, abbiamo costruito di meno di altre gare. L’espulsione di Porcaro č stata ingiusta per due falli a norma di regolamento inesistenti. Un po’ ingenui nel rigore subito, in dieci si doveva almeno pareggiare.” Il presidente Venturato: “L’arbitro ha vinto per 1 a 0 su entrambe le squadre, poteva vincere chiunque, Sondrio poco sportivo.” Il dottor Roberto Sandrini: “Io non ho detto niente e l’arbitro mi ha espulso.” Mario Pretto: “Spediremo un DVD come regalo di Natale alla Figc. Vergognosa l’espulsione di Porcaro per due interventi in scivolata con il pallone che tocca la mano. Una partita condizionata dall’arbitro. Evidente il rigore su Cocuzza, meritavamo almeno un punto conquistabile senza il nostro errore difensivo.” Omar Nordi si concede alla stampa dopo tanti festeggiamenti nello spogliatoio. “Un successo meritato – dichiara - per le occasioni create e l’arbitro mi č piaciuto.”

Legnago Salus (4-3-3): Cuoco, Di Dionisio, De Gregorio, Marin, Porcaro, Parrino, Sandrini (17’st Kouame), Gulinatti, Cocuzza (24’st Peinado), Vita (47’st Ibe), Congiu (13’st Bruni). (a disp. Colella, Orchi, Gaba, Dabo, Taylor ). All. Pagan  
Sondrio (4-3-3): Lassi, Mara, Baggi, Cannataro (43’ st Valtolina), Ronzoni (23’st Valente), De Respinis, Vono (43’st Coppola),Fognini, Beltrame, Ambrosini, Antonucci (17’st Damo). (a disp.: Guerci, Mustacchi, Della Cristina, Salcome, Jamal). All. Nordi.
Arbitro: Mori di La Spezia
Rete: 49’st Valente ( S) su rigore
Note: Giornata bigia, Spettatori 300 circa.Ammoniti Marin, Porcaro (espulso al 28’st per doppio giallo ), Sandrini, Cocuzza, Mara. Kouame,. Espulso il medico del Legnago Roberto Sandrini. Angoli 1-4 recuperi 3’ e 6’

Aldo Navarro per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(366)