ULTIMA - 23/3/19 - MICHAEL DE SANTIS (ROSEGAFERRO) CREDE NELLA SALVEZZA

Domani si gioca al 26^ giornata dei campionati dilettantistici veronesi dove comincia ad infiammarsi la lotta per il titolo e per non retrocedere. In Seconda categoria quest'anno retrocederanno solo due squadre per girone quindi i play-out vedranno impegnate solo la 14^ e 15^ squadra classificata, da questo scontro uscirà la squadra che sarà
...[leggi]

ULTIM'ORA

27/12/18
FERRARI (OLIMPIA PONTE CRENCANO):"SIAMO DA 30...PUNTI E LODE!"

I gialloblu del presidente Roberto Donà hanno chiuso l'andata con 30 punti a -1 dalla capolista Illasi e a +1 sul Caselle. La squadra del diesse Nicola Testi ha pagato un inizio al rallentatore con solo due punti raccolti nelle prime quattro gare ma poi si ampiamente riscattata.
 
Soddisfatto del girone di andata il vice-presidente, nonché broker finanziario, dell'Olimpia Ponte Crencano Gabriele Ferrari che ci dice: "Abbiamo superato di 4 punti i 26 che sognavamo di raggiungere al giro di boa, e, questo, grazie a una buona idea di gioco trasmessa dal nostro mister Giordano Rossi che pian piano sta dando i suoi frutti".

Che girone è il vostro "B" di Seconda categoria?
"Molto equilibrato dall'alto verso il basso, con due squadre - l'Illasi di mister Giuseppe Castagna e la Polisportiva Caselle di mister Giuseppe Bozzini - che secondo me sono decisamente superiori alle altre".

E, voi, in che posizione di classifica vi collocate?
"Noi ci definiamo i più bravi delle altre 14 squadre".

Di chi il più bel calcio visto finora?
"Secondo me è quello del BorgoPrimomaggio di mister Tiziano Salvagno. Ma, ho visto bene anche la Scaligera Lavagno di Dionisio Zamperini, la quale ha ottimi elementi, e non mi è dispiaciuto nemmeno il SommaCustoza di mister Signoretto".
 
Vicino al dirigente giallo e blu, bomber Pietro "Sheva" Bellè aggiunge: "Dovremmo sbagliare meno reti, a partire dal sottoscritto, che finora ha realizzato 11 reti. Poi, bisogna avere più cattiveria e voglia di azzardare qualcosina di più se vogliamo sognare qualcosa di importante".

La corsa scudetto, a chi interessa?
"Come ho detto prima all'Illasi e al Caselle", riprende Ferrari. Noi? Siamo una "rosa", la quale ha conservato 5 elementi dello scorso anno, e in cui sono stati aggiunti elementi con fame di calcio, attinti da un pò tutte le categorie. Ragazzi meravigliosi, che hanno dato tanto, ma che nel girone di ritorno mi auguro potranno dare ancora qualcosina di più".

Non vi scoccia aver mancato per un punto il titolo di campioni d'inverno?
"E' un titolo che non conta niente, credimi. E' nel girone di ritorno che i punti valgano per tutti il doppio. E, visto come si è concluso il mercato di dicembre con i suoi ricchi colpi di scena, sarà ancora più incerto perché tutte, indistintamente, si sono rinforzate".

Il giocatore avversario più forte che avete incontrato?
"Luiz Enrique Herber, l'ex tregnaghese, oggi in forza all'Illasi e capocannoniere del girone con 16 reti in 15 partite. Poi, Juliano Ortega della Scaligera Lavagno e Marco Bucci dell'Avesa HSM. Nel ritorno sono curioso di vedere all'opera Lorenzo Donella della Polisportiva Caselle".

A quanto si alzeranno le mani in segno di vittoria?
"A 65 punti; e in maniera matematica".

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(962)