ULTIMA - 23/1/19 - LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona,
...[leggi]

ULTIM'ORA

7/1/19
IL LEGNAGO BATTE IN EXTREMIS LO SCANZOROSCIATE (2-1)

I BIANCAZZURRI, IN GOL AL 90° CON PEINADO, AGGANCIANO LA ZONA PLAY OUT. DOMENICA TRASFERTA IN CASA DELLA VIRTUS BERGAMO

A volte la dea Eupalla (così la chiamava Gianni Brera) si ricorda di fare giustizia. E il Legnago, sconfitto a fine anno dal Sondrio per una direzione arbitrale sconcertante, rischia di subire il gol dell’1 a 2 a 5 minuti dal termine ma al 90° trova il gol di Peinado e vince lo spareggio-salvezza contro lo Scanzarosciate. La gara  fra il Legnago e lo Scanzorosciate è stata incerta fino al 95’ e il Legnago a volte è stato in difficoltà contro l’undici giallorosso. I bergamaschi sono passati  in vantaggio, come nella partita d’andata, su punizione con Cortinovic. Il successo biancazzurro permette al Legnago di abbandonare la zona retrocessione diretta e di agganciare la zona play out. L’allenatore biancazzurro Andrea Pagan deve rinunciare agli squalificati Marin e Porcaro. Tra i pali gioca Cuoco, in difesa ci sono Dabo e De Gregorio, Orchi e Parrino formano la coppia centrale difensiva. Il centrocampo è presidiato da Di Dionisio, Taylor e Gulinatti, Cocuzza è prima punta supportato sulla fasce da Vita e Bruni. In panchina con Colella ci sono Gaba, Kouame, Sandrini, Marchesini, Congiu, Miatton, Peinado ed Ibe.

Il Legnago vuole vincere e dopo 5’ Cocuzza innesca Vita ma il portiere recupera. Al 9’ Cocuzza al tiro che procura un corner. All’11’ brivido per una deviazione di tacco di Giangaspero che il portiere biancazzurro devia in angolo. Al 13’ ospiti in vantaggio. Sugli sviluppi di una punizione per un fallo di Parrino, Cortinovic sorprende Cuoco indirizzando la palla nel sette. Al 16’ una conclusione di testa di Vita è parata. Al 24’ bagarre in area del Legnago protagonista Paris che conclude fuori. Al 26’ azione Vita-Gulinatti-Cocuzza che perde l’attimo. Al 31’ Di Dionisio si fa rubare palla, la conclusione di Boschetti è fuori. Il Legnago è impacciato soprattutto a centrocampo, mentre il n.10 ospite, Nicola Gabelli semina il panico. Al 39’ il Legnago al tiro con Cocuzza che si ripete al 44’: in entrambe le occasioni il portiere bergamasco si salva in angolo. Al  46’ il Legnago pareggia. Batte il corner Gulinatti e Alessandro Orchi con una perentoria inzuccata pareggia.

Nella ripresa nove sostituzioni dei due allenatori. Mister Pagan sostituisce Taylor con Peinado e Cocuzza con Ibe. Di rilevante un cross di Bruni a campanile che Peinado colpisce di testa come può. Poco dopo c’è un corner battuto da Gulinatti che Peinado mette a lato. Al 40’ brivido per il Legnago e per i suoi tifosi:  Paris in area biancazzurra colpisce di testa il pallone che Cuoco prodigiosamente devia sul palo. Forse un segno del destino spesso ostile al Legnago. Il gol della vittoria legnaghese arriva al 90’. Azione De Gregorio-Gulinatti-De Gregorio che crossa in area: Danilo Peinado in agguato incorna in rete fra l’entusiasmo dei compagni in campo e dei tifosi infreddoliti in tribuna. I tifosi dimenticano le sofferenze e battono le mani a tutti, ma soprattutto all’uruguaino Peinado che tornato in riva al Bussè, dopo l’esperienza di Brindisi, ha trovato un gol importante per la salvezza del Legnago. Domenica trasferta al Alzano Lombardo in casa della Virtus Bergamo che ha pareggiato ieri a Mantova.

Il Legnago inizia il nuovo anno con una vittoria che sembrava impossibile. Mister Andrea Pagan è soddisfatto dei tre punti, ma rileva che bisogna giocare meglio: “I tre punti – dichiara - sono importantissimi, anche se a volte siamo stati un po’ molli. Bisogna pensare che per vincere le partite bisogna fare di più. La vittoria non nasconde i nostri problemi.” Il presidente Davide Venturato dice: ”Una vittoria importante e meritata.” Laconico anche il direttore generale Mario Pretto: ”Tre ottimi punti.” Felice Alessandro Orchi: “Ho realizzato il mio dodicesimo gol in carriera fra C e D, un gol che dedico ad un’amica della mia età scomparsa per un malore.” Nicola Valenti, allenatore dello Scanzorosciate: “Un risultato che ci penalizza proprio al 90’ e dopo aver sfiorato il 2 a 1 con Paris per una deviazione del portiere che ha deviato la palla sul palo.”

Legnago Salus (4-3-3): Cuoco, Dabo, De Gregorio, Di Dionisio, Orchi, Parrino, Taylor (11’st Peinado), Gulinatti, Cocuzza (25’st Ibe), Vita (47’st Sandrini), Bruni. (a disp. Colella, Gaba, Kouame, Marchesini, Congiu, Miatton). All. Pagan
Scanzorosciate (4-3-3): Poffa, Cavagnis (37’st Cartella), Cortinovic, Suardi, Paris, Rota, Zambelli (7’st Manenti), Lamera, Giangaspero (15’st Aranotu), Galelli (37’st Corno), Boschetti (18’st Maietti).  (a disp. Aiello, Acerbis, Bertolotti, Carrara, Cartelli). All. Valenti
Arbitro: Rizzello di Castrano
Reti: 13’pt Cortinovic, 46’pt Orchi; 45st Peinado
Note: Ammoniti Orchi e Rota. Angoli 5-6 Recuperi 1’ e 5’ 

Aldo Navarro per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(271)