ULTIMA - 23/1/19 - LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona,
...[leggi]

ULTIM'ORA

8/1/19
QUESTIONE DI FEELING, RIPARTE BENE LA STAGIONE DELLA PRO SAMBO

Questione di feeling. O di interpreti. Un 2018 che ha portato in casa della «Pro» tante nuove certezze e una squadra rivoluzionata in tutti i reparti in estate che pian piano sta mettendo il turbo per il girone di ritorno. Dopo una partenza a singhiozzo, la squadra di mister Salvatore Mantovani è riuscita a dare una continuità di risultati a suon di vittorie. Le più importanti del girone d’andata le due vittorie in successione casalinghe contro la capolista Montorio e l’ultima prima della sosta contro il Casaleone a pari punti. Sei vittorie su otto partite prima della sosta, con un primato sempre più a portata dei rossoblù anche se Montorio e Cerea non molleranno la presa fino alla fine.

Una sfida tutta da vincere grazie ad uno staff dirigenziale che ha fatto finalmente quadrato, con un bacino di giovani che sta ridando un’identità precisa all’intero ambiente sambonifacese. Una squadra protetta e che si sente seguita, costruita dalla dirigenza per avere un futuro sempre più roseo. Tra i cardini della squadra, l’uomo simbolo di questo gruppo, tra i migliori dell’intero girone B di Prima Categoria c’è certamente Fabio Lima Da Silva. Sempre tra i migliori in campo, quando gira lui gira tutta la squadra. «Il gruppo c’è e lo si evince dagli ultimi risultati ottenuti», spiega il centrocampista brasiliano. «Il nostro obiettivo è quello di dare continuità al lavoro, credendoci alle possibilità di questo campionato non mollando mai. Il campionato è ancora lungo e abbiamo tutto il tempo per crescere ulteriormente».

Quella del centrocampista è tra le migliori stagioni in Italia con la maglia della Pro San Bonifacio. Uno che meriterebbe di salire di categoria magari proprio con la maglia rossoblù. «Sicuramente la società ha cambiato tanto in estate, anche se mi sono sempre trovato bene qui devo dire che quest’anno si avverte un’atmosfera diversa. La dirigenza ha dato una impronta di un certo spessore. Dobbiamo solo continuare così come stiamo facendo».

Prima squadra finalmente al completo della forma, dopo un girone d’andata con qualche acciacco di troppo. Uno scalino ulteriore di crescita che creerà aspettative non di poco peso tra gli addetti ai lavori nel girone di ritorno. «Io sono convinto che la potenzialità di questa squadra debba ancora vedersi», aggiunge il direttore generale e primo main sponsor Claudio Fattori. «La cosa che mi piace sottolineare è il bel gruppo che si sta creando sia tra i dirigenti e soprattutto nella squadra. Nella prima parte del torneo siamo stati anche sfortunati perché non ci siamo fatti trovare pronti con la rosa al completo. Nelle ultime partite è tutto il gruppo che ha maturato la giusta convinzione delle proprie potenzialità e siamo pronti a dimostralo nel girone di ritorno».

Nelle parole del direttore Antonio Bogoni, altro nuovo e prezioso elemento dello scacchiere societario, arrivato in estate per portare ulteriori equilibri, ecco il punto all’inizio del girone di ritorno. «Quello che è importante al di là del nostro buon momento è dare un ulteriore slancio a ciò che si sta creando a San Bonifacio. La società con buoni principi sta lavorando bene in prospettiva e si sta preparando per fare le cose con lungimiranza».

Infine Bogoni guarda ancora più in là. «La società si sta attrezzando per vedere più in là del muro. Io l’ho detto in tempi non sospetti che la Pro San Bonifacio deve diventare il punto di riferimento della zona e credo che ci stiamo attivando affinché possa avvenire». Una crescita esponenziale anche del settore giovanile, gli ottimi risultati di Juniores e Allievi lo dimostrano. Una mentalità vincente che si dovrà tradurre anche con i risultati. «Siamo attorniati da persone competenti», conclude Bogoni, che poi avverte: «direi che la strada tracciata ad inizio campionato è stata ben presa. Ora ci aspetteranno tante nuove battaglie, ma abbiamo anche noi fame di rivincite. Ci faremo trovare sul pezzo».

E domenica, la Pro Sambo ha agganciato al secondo posto a 32 punti il Montorio bloccato in casa sull'1 a 1 dall'Isola Rizza, questo per aver battuto 2 a 0 l'U.S. Provese grazie ai gol dell’ex Tregnago Luis Gonzales Bejar e dell’ex Zevio Gianmarco Ravelli. E domenica insidiosa trasferta in casa dell'Isola Rizza che vuole rientrare nella zona play-off.

Federico Vaccari per www.pianeta-calcio.it