ULTIMA - 25/4/19 - OGGI LA 33^ GIORNATA DI ECCELLENZA E IL RECUPERO DI PROMOZIONE

Si torna in campo oggi nel campionato di Eccellenza con l'anticipo della 16^ giornata di ritorno che vedrà il Vigasio di mister Mario Colantoni sfidare allo stadio all'Umberto Capone" di Vigasio alle ore 15.30 il Caldiero di mister Cristian Soave (arbitra il signor Andrea Cavasin di Castelfranco Veneto). I locali hanno due 2 punti di
...[leggi]

ULTIM'ORA

10/1/19
IL CROZ ZAI VUOLE RAGGIUNGERE LA SALVEZZA ...

E’ uno sportivo nato, nonché provetto chitarrista, l’allenatore dei portieri, arrivato quest’anno nei gialloblu del Croz Zai, Roberto Cammelleri. Durante le sue pause dal calcio si diverte a sciare ed a correre. Famosa la sua piccola band, che suona con lui la sera, sopratutto d’estate nei locali della zona lago e del veronese. Non contento, Roberto fa anche l’opinionista per l’emittente locale Tele Nuovo alla domenica quando gioca l’Hellas Verona. Sta inoltre collaborando da diverso tempo proprio con la compagine gialloblu del presidente Setti. Gli abbiamo posto alcune domande sull’andamento del Croz Zai, che domenica scorsa ha trovato morale, ed un prezioso punto, bloccando in casa sua sul 2 a 2 la capolista PescantinaSettimo.

Roberto, ma tu non ti fermi mai?
"Proprio così, non mi piace stare fermo e passare le mie serate sul divano. Come sempre c’è questa terribile passione per il pallone. Ma prima, lo dico sempre, viene mia moglie ed i miei figli. Dopo l’esperienza all’Arbizzano, dell’anno scorso, non avevo voglia di stare alla finestra. Mi sono arrivate varie proposte interessanti ed alla fine ho scelto quella che mi piaceva di più, quella del Croz Zai del presidente Giampaolo Gaspari".

Come ti trovi al Croz Zai?
"Stupendamente, cosa vorrei di più. Una società seria ed umile, proprio come piace al sottoscritto. Con le idee ben chiare. Quest’anno in Prima categoria è partito per loro l’anno zero. Ha fatto male la retrocessione dell’anno scorso dalla Promozione, ma la dirigenza si è rimboccata le maniche ed è ripartita con nuovo entusiasmo. Sono arrivati tanti giovani di sicuro interesse pronti a percorrere una nuova strada".

La classifica però, per ora piange, che dici Roberto?
"Non riusciamo ad abbandonare l’incomodo ruolo di fanalino di coda, ma la situazione è molto fluida ed in divenire. Abbiamo 14 punti, solo un punto in meno rispetto al Parona, ma anche le altre non sono lontane. Basti pensare che la quarta in classifica ha solo 9 punti più di noi. Non è deciso assolutamente nulla, credetemi, e noi siamo in piena corsa per la salvezza. Con un filotto di vittorie possiamo risalire velocemente".

Il vostro obiettivo stagionale qual è?
"Fare bene e cogliere la salvezza. Il direttore sportivo Germano Pistori sa il fatto e suo ed ha costruito, secondo me, una buona squadra. Forse fa fatica a trovare l’amalgama giusta, ma dispone di personalità e qualità tecniche interessanti, si deve solo fare più esperienza visto che ci sono molti giovani. Dobbiamo tutti avere un briciolo di pazienza in più".

Cosa non è andato nel 2018, andato oramai in archivio?
"Abbiamo pagato troppe defezioni e perso la bussola per colpa dell'inesperienza. Dovevamo chiudere con maggiore cinismo tante gare. A volte non servono le belle prestazioni, o il calcio per i palati fini, ma un calcio grezzo e utilitaristico che porti alla vittoria finale. Devi buttare la palla in rete una volta in più del tuo avversario".

In questo 2019 siete però partiti con nuovi stimoli, che dici?
"Certamente, il pareggio nella prima giornata di ritorno contro la capolista PescantinaSettimo lo giudico positivo. Loro, ma non lo dico solo io, sono una squadra forte in tutti i reparti ed ha giocatori da prima della classe. Esprime un ottimo gioco e non a caso è da tempo al primo posto. Ma noi, sotto di due gol già nel primo tempo, abbiamo saputo reagire. La sfuriata del nostro mister Doriano Pigatto negli spogliatoi, ha fatto la differenza. I ragazzi sono rientrati in campo alla grande ed abbiamo messo in difficoltà il Pescantina. Andreani al 14’ della ripresa, e Zorzella al 36° minuto, hanno rimesso in carreggiata la partita. Bene così andiamo avanti ad oltranza con grinta e senza timore".

Domenica andate a trovare il Real Lugagnano, che partita prevedi?
"Durissima, loro sono con il morale basso, visto che domenica scorsa hanno preso tre gol dal Pedemonte. Noi c’è la metteremo tutta per portare a casa un risultato positivo. In questo girone di ritorno i punti contano il doppio, ve lo assicuro... forza Croz!"

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1049)