ULTIMA - 24/3/19 - OGGI LA VIRTUS VERONA OSPITA IL RIMINI. FRESCO VUOLE I 3 PUNTI

La Virtus Verona è carica, pronta per affrontare il Rimini nello scontro diretto in programma oggi pomeriggio alle ore 16.30 al "Gavagnin-Nocini" in Borgo Venezia. Queste le parole dell'allenatore rossoblu Luigi Fresco rilasciate ieri alla vigilia del match: "E' una partita molto importante, tanto per noi quanto per il Rimini. Loro
...[leggi]

ULTIM'ORA

11/1/19
E’ PARTITO BENISSIMO IL NUOVO ANNO DEL CASTELNUOVOSANDRA’

Ritorna a colpire il segno, il CastelnuovoSandrà di mister Fabrizio Gilioli, che cancella le ultime due sconfitte subite alla fine del girone d’andata contro Mozzecane e Povegliano, dopo la sonante vittoria per 4 a 0 in casa della Polisportiva Virtus. Domenica scorsa, sul terreno amico “Giuseppe Pancera”, i lacustri hanno travolto 3 a 0 i vicentini del Chiampo facendo saltare la panchina del tecnico Alessandro Lovato. Dopo Rainero, che ha aperto le marcature, è arrivato il raddoppio di Zerbini e il sigillo finale di Tommasi. E’ contento il difensore classe 1990 Thomas Rainero: "Tre punti per noi molto importanti. Ci tenevamo a riprendere la marcia e riassaporare di nuovo il gusto della vittoria dopo i due passi falsi contro Mozzecane e Povegliano. Il Chiampo non ci ha messo in grossa difficoltà, ha cercato di rimanere in partita, ma senza riuscirci. Noi vogliamo stare il più possibile lontano dai bassifondi della classifica. L’obiettivo finale per noi resta sempre la salvezza”.

Da neo promossa, il CastelnuovoSandrà ha ancora una volta puntato sul suo fiorente settore giovanile. Sono arrivati pochi puntelli per rinforzare la struttura portante della prima squadra. Nuovo anche il presidente, Nicola Dall’Acqua, che ha sostituito l’imprenditore Luca Sandri che è rimasto comunque in società. Riconfermato in panca Fabrizio Gilioli, il quale aveva fatto ottimamente in precedenza prendendo per mano la squadra in corsa e portandola ad una salvezza in Prima categoria, definita dagli addetti ai lavori, davvero miracolosa, e poi al successo. La società ha fatto tesoro degli errori commessi, si è seduta a tavolino con il “Gilio”, ed è di nuovo ripartita sposando appieno la politica di valorizzare di un settore giovanile che conta più di 300 atleti. Mai dimenticato l’approdo in serie D nel 2010 nell’era del compianto, poi divenuto per amore proprietario dell’Hellas Verona, presidente Martinelli.

Oggi la musica è cambiata, ma Luca Sandri ha avuto a Castelnuovo tanti meriti. Primo fra tutti, quello di riportare entusiasmo e serenità in tutto l’ambiente. Ha risanato i conti in passivo delle precedenti dirigenze ed ha dato nuova linfa alla società, puntando sui valori umani e su una grande voglia di continuare a fare calcio in paese. Thomas Rainero, che quest’anno ha segnato due gol, ci dice: "Il campionato di Promozione per noi non è facile, ma direi in generale per tutti. Il livello tecnico si è innalzato ed hai meno tempo di pensare in campo. Devi agire subito e con più forza. Ci sono stati infortuni in squadra che ci hanno penalizzato, ma nel calcio ci sta. Avevamo perso fiducia nei nostri mezzi prima della gara contro il Chiampo. Durante le feste natalizie ci siamo ricaricati e direi che contro i vicentini siamo tornati finalmente noi stessi. Una squadra sempre imprevedibile e sbarazzina. Sappiamo che quando entriamo in campo determinati e vogliosi di battere l’avversario, possiamo creare grossi grattacapi a chiunque affrontiamo. Volevamo iniziare con il botto questo nuovo 2019, e direi che ci siamo riusciti”.

Affiancano il presidente il vice Francesco Ferrari, il direttore generale è Francesco Zeni, i dirigenti Franco Dalle Vedove e Marco Migliorini e il segretario storico, tifosissimo del Chievo Verona, Francesco Oliosi. Intraprendente, ma nello stesso pragmatico, è Fabrizio Gilioli, primo allenatore che fa dell’intensità in campo il suo credo calcistico. Lo aiutano il preparatore dei portieri Andrea Quintarelli, il preparatore atletico Francesco Rocchetti e le fisioterapiste Jlenia Dalla Mora e Mersia Martinelli. Andrea Urbenti è responsabile del settore giovanile mentre Francesco Rocchetti è responsabile della Scuola Calcio. Capocannoniere della squadra è Matteo Tommasi con 7 centri mentre guida il gruppone delle punte più pungenti del campionato la coppia formata da Bortolotto, in forza al Castelbaldo Masi, e Sinigaglia, del Cologna Veneta, con 12 reti.

Salutandoci Thomas ci dice: ”Mi sembra che per la prima posizione, la classifica del girone A di Promozione, parli già chiaro. Primo tra tutte c'è la corazzata Castelbaldo Masi, una squadra che non ha niente a che fare con la nostra categoria. Dispone di giocatori di levatura superiore e, a mio giudizio, solo lei può perdere il campionato. Vanta 5 punti di distacco dall’Albaronco che è secondo a 33 punti. Più indietro c'è la Seraticense, squadra da tenere sempre d’occhio. Noi dobbiamo ancora crescere e vogliamo dare battaglia ogni domenica. La salvezza può essere raggiunta ma non possiamo sbagliare...Forza Castelnuovo!”

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(797)