ULTIMA - 25/4/19 - RISULTATI DELLA 33^ GIORNATA DI ECCELLENZA: VIGASIO IN SERIE D

Si sono giocate oggi le partite dell'anticipo della 16^ giornata di ritorno del campionato di Eccellenza che hanno visto il Vigasio di mister Mario Colantoni vincere 1 a 0 nel suo stadio "Umberto Capone" contro il Caldiero di mister Cristian Soave grazie al gol di Bovi al 12° minuto. I biancazzurri del presidente Cristian Zaffani
...[leggi]

ULTIM'ORA

16/1/19
GIACOMO LOCATELLI (OLIMPICA DOSSOBUONO): "POSSIAMO RISALIRE"

Prezioso pareggio, quello ottenuto domenica scorsa sul terreno del “Galdino Pinarolli” di Pescantina, dai giallorossi dell’Olimpica Dossobuono di mister Matteo Meneghetti contro la capolista PescantinaSettimo di mister Gianni Canovo. La sfida è finita 1 a 1 con la punta giallorossa Gezim Tellosi che in chiusura di primo tempo aveva accesso la partita con un perfetto diagonale che aveva trafitto l’incolpevole portiere di casa Segattini. Nella ripresa era proprio l’ex Mattia Gandolfi a trovare il pari procurandosi un rigore per poi depositarlo in rete alle spalle di Tedesco. Ora il Dossobuono è a 21 punti, a -4  dalla zona play off e a +2 dai play-out, mentre per il PescantinaSettimo è il secondo pareggio consecutivo di questo 2019.

Giacomo Locatelli, classe 1988, ha guidato con maestria il centrocampo ospite proiettandosi sovente in avanti: “Abbiamo disputato forse la più bella gara della stagione affrontando a viso aperto la capolista, davvero una signora squadra. Noi ci siamo battuti con ardore, mostrando i denti e con la voglia di provare a fare l’impresa. Se conquistavamo l’intera posta nessuno avrebbe gridato allo scandalo. Il rigore contro di noi è stato un tantino generoso, direi dubbio, ma ci sta. Il verdetto del campo ha detto pareggio e noi del Dossobuono l’accettiamo. Stiamo crescendo come squadra e se giochiamo così possiamo davvero scalare la classifica”.

Prima di vestire la maglia dell’Olimpica, Locatelli aveva militato per cinque stagioni nei biancoazzurri del Cadidavid festeggiando il salto dalla Prima categoria fino alla Promozione. Prima ancora, quattro stagioni nell’Alpo Lepanto, un anno al Mozzecane, uno al Golosine ed un’altro al Team S. Lucia. Tutte stagioni giocate con grande personalità: ”Sono arrivato qui l’anno scorso a dicembre respirando un aria diversa dopo i tanti anni passati nelle file del Cadidavid. L’Olimpica è una società buona e sana. Ha grandi ambizioni ma senza voler strafare. Ogni passo in avanti è ben ponderato e pensato con freddezza quasi sempre nei minimi dettagli. Non si fa mai il passo più lungo della gamba. Tutto è pesato e studiato, non si vogliono forzare i tempi. Questa estate le ambizioni erano molto alte, non lo nascondo, ma strada facendo abbiamo dovuto un attimo rivederle. Andiamo avanti senza mollare mai e non si da mai niente per perso. Vogliamo risalire in classifica, con umiltà e passione, credendo nelle nostre qualità. Siamo un ottimo gruppo che può fare molto bene”.

Locatelli si sofferma sul momento della squadra, il pareggio contro il PescantinaSettimo ha cimentato ancora di più l’orgoglio di vestire la maglia giallorossa: “Il nostro momento è positivo e sappiamo che possiamo giocare ancora meglio. Abbiamo trovato una bella quadratura e la giusta amalgama tra giovani e giocatori più esperti. Ci siamo ulteriormente rafforzati nel mercato di dicembre con innesti di qualità. Abbiamo iniziato il 2019 fornendo ottime prestazioni, di livello e mettendo in difficoltà i nostri avversari. Dobbiamo continuare così, senza pause”.

Di mister Meneghetti, che ha conosciuto quest’anno, ci dice: ”Un mister bravo e concreto, che ci fa lavorare bene sul campo e ci carica al meglio la domenica prima della partita. Non lascia mai nulla al caso e sa leggere molto bene le partite. Non disdegna i cambi in corso d’opera e noi giocatori siamo molto contenti di lui. Prepara con attenzione la gara che andiamo a giocare la domenica con approcci e moduli diversi, rispettando le caratteristiche tecniche di noi giocatori. E’ un allenatore completo e con una grande carica umana ed interna”.

Chiude parlando del girone A di Prima categoria, un banco difficile per tutti. Il Dossobuono viene da due vittorie ed un pareggio: ”Un girone tosto con squadre ben attrezzate. Un girone emozionante e competitivo. Personalmente vorrei arrivare a maggio tra le prime cinque. Ritengo che c’è la possiamo fare. Speriamo di recuperare gli infortunati ed in particolare il nostro magico capitano Lorenzo Baraldi che in questo girone può sempre fare la differenza”.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(759)