ULTIMA - 19/3/19 - VEDIAMO CHI RISCHIA I PLAY-OUT IN 2^ CATEGORIA ..

Girando i campi per assistere a dei recuperi di Seconda categoria ci siamo accorti che molte squadre non erano al corrente del nuovo regolamento di quest'anno per quanto riguarda i play out di questi campionati che dovranno decidere chi retrocederà al Campionato di Terza categoria 2018-2019. Abbiamo quindi interpellato il delegato della FIGC di Verona
...[leggi]

ULTIM'ORA

19/2/19
IL BO.CA. JUNIOR GIA’ DOMENICA POTREBBE ESSER PROMOSSO

I GIALLOBLU MISTER GIUSEPPE SARTORI DOMENICA VANNO A FAR VISITA AL VESTENANOVA, 2^ FORZA DEL GIRONE A -18 DALLA SQUADRA DEL PRESIDENTE ALESSANDRO GIUSTI.

Continua imperterrito il cammino devastante del Bo.Ca. Junior nel girone A di Vicenza di Terza categoria, i gialloblù di mister Giuseppe Sartori, vincendo domenica 3 a 0 contro il Recoaro, si sono portati a +18 sul Vestenanova, che, vincendo 3 a 2 in casa del La Contea, hanno superato al 2° posto l’Altavilla sconfitto 2 a 1 in casa dal Grancona.

E domenica prossima il Bo.Ca. Junior andrà a far visita proprio al Vestenanova di mister Moreno Beltrame. “In caso di vittoria – dice il presidente Alessandro Giusti – potremmo già festeggiare il ritorno immediato in Seconda categoria e la vittoria del campionato con 6 turni di anticipo, cosa che penso non sia mai accaduta. Sarebbe il giusto premio per la nostra società che è sorretta da una dirigenza piena di entusiasmo. A tal proposito voglio ringraziare mio fratello Cristiano, vice presidente sempre presente ed attento alle esigenze dei ragazzi, il diggì Alberto Renaldin e il diesse Nicola Brutto, senza dimenticare tutti i nostri collaboratori”.

Qual è stata la forza della vostra squadra quest’anno?
“Abbiamo costruito un grande gruppo con degli innesti mirati e con la grande voglia di rivalsa dei rimasti dall’amara retrocessione nel campionato scorso, patita dopo la sconfitta al 2° turno play-out contro il Borgo Soave. Giusta anche la scelta dell’allenatore, Giuseppe Sartori, che ha un modo di allenare forse un po’ antico ma ha sicuramente grande carisma ed è un grande trascinatore e motivatore, qualità molto importante per questa categoria”.

Quali sono le favorite per le poltrone ai play-off?
“Ci sono 6 squadre racchiuse il soli 7 punti e tutto può ancora succedere visto che ci sono molti scontri diretti. Fra quello che ho potuto vedere all’andata direi che il Vestenanova e l’Altavilla calcio hanno qualcosina in più delle altre”.

Presidente, avete ben 18 punti sulla seconda del nostro girone, se foste stati inseriti in un girone di Verona la situazione sarebbe la stessa? “Ho visto giocare alcune squadre di Verona e devo dire che non mi hanno impressionato, sicuramente però il livello del nostro girone è più scadente e sono poche le squadre che ci possono impensierire. Diciamo che, secondo me, saremmo al comando anche nel girone A o B veronese, ma sicuramente con molto meno margine sulla seconda”.

Questa estate sono arrivati diversi giocatori importanti?
“Si, anche se alcuni sono fuori per infortunio, come Mattia Elia (ex Gazzolo), che si è rotto un braccio, o il portiere Thomas Frison, sostituito bene da Simone Lora. Siamo andati a prenderci Matteo Rossini dal Sanguinetto Venera, Nicola Donatello dal Cologna, Daniele Corso dalla Provese, Davide Carbone dall’Albaredo, più Ayoub Saadane e Adriano Bovo, giunti dal Montagnana assieme a mister Giuseppe Sartori. A questi vanno aggiunti giocatori esperti come il capitano ex Cologna Marco Bedin, l’ex Sambo Giovanni Scalzotto, l’ex Valdalpone Nicola Visentin, l’esterno destro Giovanni Benin e l’attaccante ex Napoleonica Pietro Piccinni, tornato a giocare dopo un lungo infortunio. Senza dimenticare l’esplosione di bomber Jacopo Dall’Omo, ragazzo classe 1996 che abbiamo preso dal Cologna”.

Ci descriva il vostro bomber, già in gol 36 volte in 16 partite?
“Jacopo non è molto alto ma ha grande grinta e determinazione. Ha grande rapidità e un buon dribbling, lotta su ogni pallone ed è un rapinatore d’area. Tira da ogni posizione ed inquadra sempre la porta. Sa calciare bene anche le punizioni che ha trasformato in gol già quasi una decina di volte in questo campionato. Aveva fatto bene anche a Cologna segnando 18 gol ma poi alla Pro Sambo era andata male ed è rimasto deluso. Noi lo abbiamo recuperato, sia a livello fisico che morale. Se fosse più dotato fisicamente, a livello di centimetri, potrebbe giocare tranquillamente anche in Eccellenza o in serie D”.

Ora il 22enne Jacopo Dall’Omo, che vive a Santo Stefano di Zimella, vuole distruggere tutti i record dei cannonieri della nostra provincia e forse anche d’Italia. Quest’anno ha realizzato una cinquina, due poker, quattro triplette, quattro doppiette e tre realizzazioni singole. In 16 partite giocate è rimasto a secco solo due volte. Logicamente è il capocannoniere del girone A di Vicenza con 36 reti.

la redazione di www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1088)