ULTIMA - 19/3/19 - VEDIAMO CHI RISCHIA I PLAY-OUT IN 2^ CATEGORIA ..

Girando i campi per assistere a dei recuperi di Seconda categoria ci siamo accorti che molte squadre non erano al corrente del nuovo regolamento di quest'anno per quanto riguarda i play out di questi campionati che dovranno decidere chi retrocederà al Campionato di Terza categoria 2018-2019. Abbiamo quindi interpellato il delegato della FIGC di Verona
...[leggi]

ULTIM'ORA

22/2/19
PELLEGRINI (ARCO): “CALDIERO, OCCHIO AL DRO!”

Per il centrocampista centrale, alto 191 cm, Riccardo Pellegrini, oggi in forza all’USD Arco 1987 di Trento, girone “A” di Eccellenza del Trentino guidato dal Dro (Comune di circa 5.000 anime della Valle Alto Garda e Ledro), il Caldiero di mister Cristian Soave (ex trainer del club trentino) non poteva scegliere peggior avversario degli attuali capolisti: “E’ un’autentica corazzata, che ha già preso il largo, completa in tutti i reparti, un mix di giovani promesse talentuose e di atleti esperti. In porta, c’è il classe 1993 Stefano Chimini, ex Monza e per poco al Bari, davanti hanno un bomber di conoscenza veronese, Franco Ballarini, in mezzo al campo Pancheri e Pasini sono infermabili, dietro guida la difesa il capitano Ischia (ex Frosinone), mentre con Ballarini spaziano in attacco Gattamelata e Nervo. Poi, c’è l’ex Trento ed ex Arzignano, il 1992 croato Peter Kostadinovic”.

Riccardo, al 3° anno del Corso di laurea in Medicina e Chirurgia a Verona, dopo essersi allenato all’Alba Borgo Roma, oggi ha chiesto ed ottenuto ospitalità dall’Isola 1966: “E’ un gruppo che viaggia bene, che ha voglia di arrivare lontano, sia in campionato che in Coppa, competizione che li vedrà opposti mercoledì 27 febbraio al forte Bassano. Approfitto di queste righe per ringraziare la società, cui sono stato introdotto per le sedute atletiche dal secondo portiere, Pietro Rigo, mio compagno del Corso”.

Ad Arco di Trento, si punta, anche con l’aitante Riccardo Pellegrini a raggiungere il prima possibile la salvezza: “Siamo un gruppo di amici e il primario obbiettivo è la conquista della permanenza in Eccellenza. Da noi, collabora, per quanto riguarda la preparazione dei portieri Emanuele Tobaldini. E’ arrivato a gennaio, ha personalità da vendere, mette sotto il torchio i nostri due portieri, Francesco Bonomi e Samuel Di Neo, tant’è che li ho sentiti stanchi ma soddisfatti con quel loro dire ““El Toba”, ragazzi, ci fa volare, con lui ci sembra di arrivare al di là del palo””.

Anche mister Cristian Soave, l’attuale coach del Caldiero, è volto non nuovo per Riccardo: “L’ho avuto come coach un anno, l’ultimo, nei 3 anni in cui ho militato in serie D col Dro del presidente Loris Angeli, una sorta di istituzione per il calcio di quelle parti. In serie D ho collezionato 5 presenze, lanciato da mister Stefano Manfioletti”.

Cresciuto nelle giovanili dell’Arco di Trento, Riccardo è stato due stagioni nei Giovanissimi dell’Hellas Verona, passando da Allievo al Riva del Garda: “Tifo Juve, il mio idolo è Miralem Pjanic. I miei numeri migliori sono la corsa e il dribbling finale. No, non sono un amante del surf, a questo sport preferisco lo sci, ed ovviamente il calcio”.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(776)