ULTIMA - 24/5/19 - FABIO BRUTTI (CALDIERO): "LA ROSA NON SARA' STRAVOLTA"

Per il giovane direttore generale del Calcio Caldiero Terme, l'ex portiere Fabio Brutti, al suo 7° anno consecutivo nel direttivo team giallo-verde termale, la società del presidente Filippo Berti è in continua crescita di gioco e risultati: "Sono contentissimo" ci confida Brutti "di come abbiamo giocato quest'anno, facendo
...[leggi]

ULTIM'ORA

26/2/19
VOLA IL LUGAGNANO DI MISTER MASSIMO GASPARATO

Sono 12 i punti raccolti nelle ultime 4 partite dal Lugagnano di mister Massimo Gasparato, squadra che sta attraversando un periodo di ottima forma. Pedemonte, Valpolicella, Calmasino ed Arbizzano sono cadute sotto i suoi poderosi colpi, ed i gialloblu del presidente Giovanni Forlin sono risaliti fino al 2° posto. Getta acqua sul fuoco spegnendo ogni facile entusiasmo, il pompiere, pardon il mister gialloblu, Massimo Gasparato: "Stiamo mettendo le basi per un finale di campionato che sarà difficilissimo. Non ci poniamo limiti e viviamo domenica dopo domenica, andando in campo con entusiasmo e la voglia di continuare a fare punti importanti per la nostra classifica".

Con 11 gol realizzati, il centrocampista classe 1994 Michele Perozzi, si è tramutato quest'anno in attaccante di razza, e quando punta in avanti sono dolori per tutti. Gli da una mano Davide Zanoni autore di 7 centri. La classifica è davvero bella da vedere, con i suoi 37 punti divide il 2° posto con i viola del Concordia del presidente Marco Giavoni. Davanti, con ben 15 punti di differenza, c'è la capolista PescantinaSettimo di mister Gianni Canovo. "E' certo che il Pescantina è di un’altra categoria - dice mister Gasparato -. Corre più degli altri e comanda con fermezza il gioco. Sta facendo davvero un’altro campionato, tutto a se. Gli altri sono costretti a guardarlo da lontano ed hanno sicuramente una marcia differente".

Ha sempre tenuto molto al proprio settore giovanile, l'A.C. Lugagnano, fucina di talenti per il domani pronti da lanciare in prima squadra. Si legge sul sito del sodalizio gialloblù, società nata nel 1932: "Non togliete mai l’allenamento a vostro figlio per punizione. L’allenamento è un impegno che vostro figlio prende con la squadra: tenendolo a casa si punisce la squadra. Insegnate a vostro figlio che gli impegni non possono essere disattesi. Togliete pure il tablet, il cellullare, la play station o la tv ma non toglietegli mai lo sport, perchè sport vuol dire salute”.

E’ proprio così, lo sport regala valori di vita che da altre parti mancano del tutto o non ci sono. Grazie a tecnici qualificati, il nuovo corso, sia della Scuola Calcio dell'A.C. Lugagnano che delle restanti formazioni che compongono il settore giovanile gialloblu, va sempre fortissimo. Tornando alla prima squadra, mancano ancora sette partite da qui alla fine del campionato. Croz Zai, Olimpica Dossobuono, Montebaldina Consolini, Real GrezzanaLugo, Concordia, PescantinaSettimo e il derby del paese, nell’ultima giornata, in casa del Real Lugagnano.

Queste saranno le prossime tappe che sono tutte da non sottovalutare. "Siamo chiamati ad affrontare le prossime gare una alla volta, con intraprendenza e la giusta lucidità. Poi staremo a vedere cosa combineremo e dove arriveremo - chiude mister Gasparato -. L’obiettivo play off è li da toccare con mano. Starà a noi non mollare la presa nel finale battendo la concorrenza di formazione agguerrite come Dossobuono, Concordia, Real GrezzanaLugo e Quaderni, tutte squadre che non scherzano".

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(816)