16/11/15 - IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI PROMOZIONE – 11^ GIORNATA

“EL LUGA” LEGITTIMA IL PRIMATO, MA L’AURORA NON LO PERDE D’OCCHIO. “DIABOLIK” PAVAN PARA ALTRI DUE RIGORI ALLA CAVALPONICA, SAN ZENO E VALGATARA “PIRATI”, ALBA OSCURATA DAL SONA, BASSA MAREA A GARDA

Ancora eroe della domenica Superman Giacomo Pavan, il “Diabolik dei pali in forza alla Pro San Bonifacio. Ieri, purtroppo, i suoi due rigori (e in tutto sono 4 in due gare!) neutralizzati al “Renzo Tizian” non sono serviti a negare il colpaccio all’Aurora Cavalponica di mister Ginfranco Brendolan, in rete con Gianuca Correzzola (che al venerdì si allena a Piove di Sacco, vicino a casa sua) e Michele Gecchele. Per l’undici di mister Roberto Bassi aveva pareggiato illusoriamente il solito Nikola Filipovic.

In borgo Venezia, l’A.C. San Zeno Vr coglie 3 punti molto e molto rinfrancanti circa la sua classifica, meno da allarme Nato ora come ora: 0 a 2 per i “granata della busa” di mister Davide Bolognesi e va a segno la B2, quella formata da Davide Bertoletti e dal giovane Bonetti. Virtus di mister Simone Bragantini che manca così il sorpasso ai danni dell'Alba Borgo Roma.

Infatti il derby di mister “Mou” Mario Colantoni, ora sulla panca dell’Alba Borgo Roma, arride al Sona del collega Lucio Beltrame: 2 a 0 per i rossoblù con il mozzecanese Simone Bonetti che eclissa da solo con due siluri l’Alba Borgo Roma del futuro medico Denis Leonardi.
 
Al “Guglielmi”, l’A.C. Lugagnano consolida la propria leadership a quota 25 battendo per 2 a 0 l’Olimpica Dossobuono di mister Beppe Bozzini che non vede l'ora di recuperare i suoi pezzi da 90: ancora Albertino Galliazzo (su rigore) e poi Scandola liquidano per i gialloblù di mister Pippo Damini la pratica-Dosso.
 
Il celentaniano treno dei desideri vede come locomotiva “El Luga” a 25, l’Aurora Cavalponica in primissima classe a 23, la Belfiorese a quota 22. “Belfio” di mister Flavio Carnovelli, ieri pomeriggio, incapace di far suo il derby contro la Provese, soprattutto dopo la bella doppietta firmata dal “Luca Toni della Bassa”, “Airone” Stefano Guandalini, da Maccacari di Gazzo veronese, chirurgico anche dal dischetto e ora in doppia cifra con 10 reti, a -2 da Correzzola. Gli replica, pari pari, il dr (in Economia) Massimo Pasini, classe 1988: anche per l’ex “Ambro”, reti sia su azione che dal dischetto gessato ed imbiancato (6 centri per lui). Rossoneri di mister Piero Stivanello in grande ripresa.
 
Garda invece da bassa marea: i rosso e blu di mister Gigi Possente dopo la bella partenza incassano più sconfitte del previsto ed indietreggiano pericolosamente al centro della classifica. Ieri, sul lago di Garda, vive una festa da Gardaland anche l’A.C. Cadidavid di mister Massimiliano Canovo; che passa guidata da capitan “Jacky” Giacomo Locatelli, l’”architettura d’interni e d’esterni dei gol”.

Finisce sull'1 a 1 a Zevio il match che metteva in palio importanti punti salvezza fra i ragazzi di mister Paolo Marchi e gli orange ospiti di mister Andrea Matteoni, raggiunti dal rigore trasformato da Gianmarco Ravelli dopo che erano passati in vantaggio nei primi minuti di gioco con Andrea Castelli.

In riva al basso Tartaro, una sconfitta per i “cosacchi bianco-rossi” della troika Martini-Frignani-Garbellini che proprio non ci voleva per non rompere la buona ripartenza avvenuta con l’arrivo di mister Claudio Sganzerla. 1 a 2 e passa l’F.C. Valgatara del mister e corniciaio di Porto San Pancrazio Roberto Pienazza, reattivo al gol subito all’inizio della ripresa dal buon Luca “Sambuca” Molinari, visto che Andrea “El Principe” Mileto, ex Zevio, ha segnato sia su azione che dagli undici metri (già 7 per lui i centri in campionato).
 
Andrea Nocini per
www.pianeta-calcio.it