7/11/16 - IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. A) – 9^ GIORNATA

GIARDINI (BURE) INNERVOSISCE “EL CALMA” E IL CAVAION VOLA A +3. FINALMENTE VITTORIA PER IL REAL LUGAGNANO, LAZISE AFFONDATO DAL TEAM, IL MALCESINE RIAFFIORA A RIVALTA. PESCANTINA “CORSARO” A DOMEGLIARA
 
La 9^ giornata vede l’allungo dell’A.C. Cavaion sul Calmasino: il rapporto è di 22 punti a 19, ma, la vittoria dei ragazzi di mister Moreno Battisti viene ingigantita dal contemporaneo scivolone del Calmasino di mister Mario Marai, sconfitto al resort di Castelrotto di Negarine per 1 a 0 dal BureCorrubbio di mister Giandonato Di Marzo, in alta frequenza di risultati eclatanti e utili consecutivi. Per i burecorrubbiesi fa la differenza il solito Nicola Giardini, il quale urla “goool!” quando mancano soltanto 120 secondi al termine della tenzone.
 
L’A.C. Cavaion del diesse Mauro Maffei, dal canto suo, inanella la vittoria stagionale numero 7: e lo fa disintegrando, 3 a 0, il San Peretto di mister Cristiano Oliboni, con le reti di Elia Turrina, “Beppe” Marco Marzullo e il classe 1993 Raffaele Gandini. A.C. Cavaion, dunque, primo a 22 punti, Calmasino che insegue a 19, Team San Lorenzo Pescantina bel 3° a 18, dopo averla spuntata per 2 a 1 nel suo velodromo, contro il quotato Lazise di mister Alfredo Brunazzo. Per il Team di mister Gian Luca Marastoni rimonta, dopo la rete subita dal lacisiense Ivan Bertoldi, a cura di Nicola Gottoli e del ghanese, ex Ambrosiana, Paolo Assea.
 
Il Malcesine torna ad affiorare a pelo sulle proprie acque: gli alto-gardesani dello skipper Brighenti e del presidente Simeone Casella vanno a vincere, 2 a 3, a Rivalta di Brentino Belluno, ma dopo che i valdadigini di mister Stefano Adami erano addirittura passati in doppio vantaggio (con Andrea Prodomi e con Mattia Isacchini). Bravi rematori, come i regatanti, muscolosi veneziani, si rivelano i malcesinesi “Massimo” Matteo Raneri (autore di una doppietta) e Nicola Termine.
 
Il PescantinaSettimo del presidente Lucio Alfuso porta a casa 3 preziosi punti dal “Montindon” di Domegliara, nuova casa della matricola Polisportiva La Vetta di mister Alessandro Saiani. Il lavettiano Mosconi ronza fastidiosamente attorno agli altri due marcatori dell’incontro, che sono Matteo Tommasi, l’ex BureCorrubbio, e l'ex Pastrengo Cristian Carigi, nipote del dirigente del “vecio” Pescantina dell’ovicoltore Natale Pasquali. Primo cittadino pescantinese ed anche presidente del Mantova di mister Mariolino Corso.
 
Il Real Lugagnano, che ha richiamato (non alle armi) mister Fabio Di Nicola dopo aver chiuso i rapporti con Antonio Malizia, coglie la benedetta quanto sospirata vittoria piegando alle sue volontà, 4 a 2, i “leoni” rosso e verdi della San Marco Borgo Milano della famiglia Romani. Doppia del solito Alfonso Giardino per i borgo-milanesi di mister Emanuele Battocchio, doppia di Nicolò Gottardi, classe 1994, per i rosso e neri del presidente Sergio Coati, seguita dagli acuti emessi da “Gatto” Davide Silvestri e da Laska.
 
Non si è giocata Polisportiva Consolini-Pieve San Floriano: l’improvvisa scomparsa di Renato Agnoli, preziosissimo quanto amato dirigente dei pievani e dei negraresi, ha fatto sì che gli ospiti del presidente Giovanni Flora chiedessero l’accettato rinvìo a data da destinarsi della gara. Infine, il Gargagnago di mister Gianni Pierno prende col laccio del far West agitato nell’aria dal suo cow boy Davide Messina, ex Valpolicella, classe 1994, i “falchi della Lessinia” del Sant’Anna d’Alfaedo di mister Rino Sestan, spiccatisi in volo dopo la zampata velenosa sferrata dal maturo (1985) Alessandro Marchesini. Finisce 1 a 1 e il punto permette ai tricolori del presidente Stefano Sartori di agganciare il Lazise al 4° posto a quota 16 punti.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it