5/12/16 - IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. A) – 13^ GIORNATA

A.C. S.ZENO VR ORA A -2 DALLA CAPOLISTA PARONA, IERI BLOCCATA DAL PASTRENGO. LA SCALIGERA AFFONDA IL PESCHIERA, IL PEDEMONTE SOVRASTA LA GABETTI, 2° SUCCESSO DEL CASTELNUOVO DI GIGLIOLI A CASELLE. L’ARBIZZANO RIDIMENSIONA IL BUSSOLENGO.
 
In questa 13ma giornata di andata del girone “A” di Prima categoria sono pochi i lampi che l’hanno illuminata. L’A.C. San Zeno Vr del “feldmaresciallo” Umberto Urbani assottiglia a 2 le tacche di distanza dall’ancora capolista Parona (fermata ieri sullo 0 a 0 a Pastrengo).
 
I “granata della mitica busa” maramaldeggiano per 0 a 3 negli impianti sportivi di via Lussemburgo, casa della Croz Zai di un molto imbufalito mister dei giallo e blu Matteo Meneghetti. Matteo Lui, l’ex Belfiorese Armin Mezildzic (classe ’94) e Davide Bertoletti: ecco i tre funamboli della rete sanzenati che regalano l'ennesima gioia al presidente Gianfranco Casale.
 
La capolista Parona di mister Flavio Marai ha rischiato di cadere al’ombra dei forti austroungarici pastrenghesi, contro i gialloverdi guidati da mister Paolo Brentegani, quando su punizione Begalli ha schiaffeggiato l’interno pieno del palo alla destra di Venturini.
 
La Pol. Quaderni ogni 15 giorni coglie l’occasione per festeggiare i suoi giocatori: questa volta, nell’1 a 1 ottenuto contro il Valpolicella di mister Luca Ponzini, riconoscimento tributato a bomber Marco Secchi per il suo gol in nero-verde numero 100. Il gol, ieri, invece, in Postumia, per i quadernesi di mister Luca Righetti l’ha autografato Paolo Gallina, uno dei 3 atleti cresciuti nel vivaio della Polisportiva rientrati dalla vicina Roverbellese. Peccato che l’abbia imitato il fumanese Daniele Oliosi del Valpolicella del presidente Fernando Boscaini.
 
Parona in testa a quota 26, A.C. San Zeno Vr secondo a 24, terza la Scaligera dei tanti alti e bassi, a 23 punti. L’undici di mister Nicola “Fonzie” Bertozzo sbanca per 2 a 4 a Peschiera, con doppia dell’isolarizzano Massimiliano Gramegna, con l’isolano Alessandro Ghirigato e con il 1989 Riccardo Sgarbossa. Per gli arilicensi dello skipper Roberto Sorio hanno gioito i soli Matteo Bianchini e il 1991 Omar “Sivori” Quaranta.
 
Al “Paolo Maggiore” di Pedemonte, doppia unghiata velenosa dei bianco-rossi di casa guidati dal tandem tecnico Stefano Modena-Giorgia Brenzan: la vittima è la neo-centenaria Gabetti Valeggio di mister Christian Campagnari, tramortita dal rigorista classe ’92 Andrea Peretti e poi colpita a morte da un altro rigorista pedemontano, bomber Luca Ferrari, classe ’94, ex Pieve San Floriano.
 
All’”Alberto Tosoni” di Caselle, passa per 1 a 2 il CastelnuovoSandrà: seconda vittoria stagionale dei “castellani del basso lago” guidati da Fabrizio Giglioli. Colpaccio in rimonta quello della società guidata dall’imprenditore pastrenghese Luca Sandri: infatti, prima esulta il Caselle di mister Omero Polacco, con il classe 1985 Marco Romanini, poi, sono i castellani a pagaiare con forza e grande reattività, mandando alla meta il “puma ghanese” San Bonifacio Mochiah e poi Zerbini, in fantastica acrobazia eseguita in area avversaria.
 
L’Arbizzano del ragionier Ivo Castellani ridimensiona il Bussolengo, battendolo per 2 a 0; è il solo Nicola Vantini il boia che fa saltare nervi e testa ai rosso e verdi di “Alex Ferguson” Franco Tommasi. Doppia gioia per il diesse gialloblù Daniele Vantini, per la vittoria e per la doppia del figlio Nicola, salito a quota 11 reti e secondo solo a Mezildzic del San Zeno salito a 12 reti.
 
Al “Tiberghien” di San Michele Extra, 1 a 1 tra l’Audace di mister Marzio Menegotti e della famiglia Purgato e il Pgs Concordia Borgo Milano di mister, il bancario Nicola Chieppe e del presidente Marco Giavoni. Apre il bianco-viola, nonché tottiano Mario D’Aleo (per la gioia della sua fidanzata, la fiorentina Monna Francesca, sua prima fan e bella ragazza), chiude il sipario a qualche secondo dalla calata della greca “sckena” (cioè del sipario) l'ex Cadore Michael Madu.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it