10/4/17 - IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. A) – 28^ GIORNATA

QUESTA VOLTA E’ VERA TESTA…PER LA CROZ. E’ LA PRIMA VOLTA IN PROMOZIONE PER I “GIALLO E BLU DELLA ZAI”. BATTUTI SANZENATI NELLA LORO “BUSA”, TRA I CONCORRENTI VINCE SOLO “EL PEDE”. IL CONCORDIA COMPLICA LA VITA ALL’AUDACE, IL VALPOLICELLA SCAVALCA DUE VOLTE IL QUADERNI, IL CASELLE PASSA A CASTELNUOVO.
 
Era nell’aria, il gruppo era maturo: quelli che noi avevamo chiamato già dall’anno scorso i “fantamarò della Zai”, i crozzini, ce l’hanno fatta ad entrare nella loro leggenda; che d’ora in poi si chiama Promozione.

Un mister, Matteo Meneghetti, vero “sergente dei marines” fino a perdere alla maniera del Trap la voce sia durante gli allenamenti, figuriamoci in partita! Un presidente, grande collettore di sponsor, un ottimista della vita, il “Berluschino della Zai”, al secolo Gianpaolo (con la “n” al posto della emme, eh!) Gaspari, un Segretario e vice-presidente, vera memoria storica crozzina, Lucio Franceschetti, un diggì, Tarcisio Spada, il quale ha sempre predicato umiltà, sangue e lacrime dai suoi prodi “guerrieri della luce”. Senza dimenticare il capace diesse Luca Marchesan.

A 56 punti e a 180 minuti alla conclusione del girone “B” del Torneo di Prima categoria, la Croz Zai stacca il biglietto per il treno che la porterà il prossimo settembre dritta in Promozione. La consacrazione avviene ieri pomeriggio nella mitica “busa” sanzenate, dove i giallo e blu del secondo Corrado Frinzi e del preparatore dei portieri Mattia Facci dilagano con un secco 0 a 3 (Stefano Bonato, Enrico Marchesini e Leonardo Tommasini) contro la più diretta concorrente al titolo, il San Zeno di mister Piergiorgio Troccoli.

Secondi a -8 dalla “regina” la coppia Parona-Pedemonte, con i valpolicellesi del tandem Stefano Modena-Giorgia Brenzan che vanno a far razzia – 1 a 5 -  in riva al Mincio, all’Altezza di quella Valeggio dove è stato da tempo razziato tutto. Tre sono le “perle” di Ambra (Marco, classe 1992), poi, Daniel Zamboni e Federico, il difensore classe 1995, Bronzati; per la Gabetti Valeggio, invece, segna il gol della magra consolazione “Sorriso Durbans” Simone Maffesanti, ex Pol. Quaderni.

Non vince il Parona in riva al suo Adige, ma pareggia, 1 a 1, contro un Pastrengo bisognoso dei punti come un ammalato di ossigeno dell’aria. In vantaggio i “carabinieri con gli scarpini” di mister Paolo Brentegani con l’ex Bardolino Michele Conti, classe 1996, al pareggio bomber Joshua Nyamekeh che regala il punto ai biancoverdi di mister Flavio Marai.

L’A.C. San Zeno Vr scivola al 4° posto con i suoi 47 punti, tallonato a 44 punti dal Pgs Concordia di mister Nicola Chieppe, vittorioso a borgo Milano per 2 a 0, frutto delle reti realizzate dal 1996 Andrei Craciunescu e dall’ex Lugo Francesco Giurgevich, classe 1995. Ad un solo punto, esattamente a quota 43, ecco il Valpolicella, ieri nella Fiera di Vinitaly in versione Prosecco, quello con le bollicine, visto che a Fumane i biancazzurri di mister Luca Ponzini hanno superato per 3 a 2 in campo, e scavalcato in classifica, quel Quaderni che mirava ad un posto al sole. Doppia per Michele Degani, poi, Nicola Vicentini. Doppia di Marco…ti fa Secchi per i “nero-verdi della Postumia”, guidati dallo skipper arilicense Luca Righetti.

A Isola della Scala, i giallo-rossi di mister Nicola “Fonzie” Bertozzo s’illudono di aver ragione del Peschiera, soprattutto dopo il gol segnato dall’isolarizzano Massimiliano Gramegna: Gramegna ricorda il grande Garrincha, o per rimanere in tema italico, Ezio Vendrame: prima di depositare la sfera in fondo al sacco, dribbla anche ciuffetti d’erba e l’estremo difensore Loglio. I rossoblu di mister Vasco Guerra trovano però il pareggio nella ripresa con Domenegoni.

Stesso risultato di 1 a 1 a Bussolengo, dove i rosso e verdi di mister “Alex Ferguson” Franco Tommasi raggiungono l’Arbizzano di mister Ivo Castellani, che era andato in fuga con il classe 1991 Thomas Laiti al 45° del primo tempo, con Nicola “Torace” Talamioli, ex crozzino, e lo stesso compiaciuto per l’impresa dei suoi ex compagni di casacca.

Il Caselle di mister Alberto Pizzini aziona la freccia del sorpasso, 1 a 2, a Castelnuovo del Garda e mette in cascina altri 3 punti importantissimi in ottica salvezza: in vantaggio, però, i nero-verdi del basso Garda guidati da mister Fabrizio Gilioli con Riccardo Rossi, poi, raggiunti da Padovani, neo entrato al posto di Cristian Molas, il “puntero” paraguagio, e poi, trafitti dalla stoccata di SuperPippo Perinon, la scarpa d'oro della scorsa stagione con i 32 gol che hanno portato i gialloblu del diesse Nicola Bertoncelli in 1^ categoria.
 
Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it