12/9/17 - IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. A) – 1^ GIORNATA

TANTE LE ICS, VINCONO SOLO SANT'ANNA E LESSINIA IN CASA E IL CAVAION IN TRASFERTA

Sembra l’anno di grazia dei “Falchi della Lessinia”; i “baschi” di lassù hanno già fatto bene in Coppa e partono con la vittoria casalinga di 2 a 1 contro il non facile, il non assolutamente arrendevole Gargagnago di mister Gianni Pierno. Colpevoli i “tricolori della Valpolicella” di aver agevolato il successo dei bianco-granata di Sant'Anna d’Alfaedo di mister Francesco Corazzoli firmando il gol all’incontrario con lo sfortunato ’88 Stefano Bollo (si è in pratica auto-Bollato!) Poi, l’allungo è opera di Michael Vallicella, contrastato, ammortizzato in parte dall’eco di Fiorin…di prato (pardon, è Fiorellin di prato, ma, va bene lo stesso, o no?).

I gialloblu del Lessinia del trainer, il croato Rino Sestan, ex Sant’Anna d’Alfaedo, superano, anche loro, per 2 a 1, in casa (quale?) i “leoni rosso-verdi” della San Marco Borgo Milano della famiglia Romani. In odore di reclutare Riccardo Biondani, stopper del 1995, ex SommaCustoza. Di Enrico Dall’Ora (nuovo acquisto del diesse Nicola Bonomi) e di Victor Landry Ama le reti dei lessini del presidente Matteo Guglielmini. Padovani, per i borgo-milanesi aveva cercato di inframmettersi.  

L’unico vero colpaccio di questo girone “A” lo mette a segno l’A.C. Cavaion di mister Nicola Sabaini e del d.s. Moreno Battisti: succede in occasione dello 0 a 1 centrato in quel del ben più quotato Lazise dello skipper Alfredo Brunazzo, gran vogatore di bissa. E’ dell'ex Montebaldina Damiano Zanetti, alla mezz’ora circa della ripresa, il gol fatale, mortale dei cavaionesi del presidentissimo Silvio Lonardi.

Poi, si registra una bella sfilza di pareggi: nessuno, però, incolore, cioè nessun 0 a 0. Il più colorito – 2 a 2 – è quello tra PescantinaSettimo e il neo-retrocesso Pastrengo di mister Paolone Brentegani. Stefano Bonato, su rigore, ed Allegrini, su azione, per i pescantinesi del presidente Lucio Alfuso e del nuovo condukator, il lupatotino Gianni Canovo, chiamato da buon trainer navigato a realizzare il grande sogno del ritorno in Prima – magari con vista derby con i “cugini” del velodromo – dei rosso e blu. Il duplice vantaggio pescantinese viene però annullato dall’uno-due pastrenghese griffato da Ronconi (su rigore) e da Aleksandar Pesic. Da ricordare che le due società hanno cambiato molto anche in sede di “rosa”.

Anche il bel Real Lugagnano di Coppa Veneto incappa nel pari casalingo di 2 a 2: ma, di fronte aveva la corrazzata BureCorrubbio guidata oggi da mister Raffaele Pachera, il mancino del Lazise che sbriciolva barriere e porte avversarie. Per l’undici rosso e nero allenato dal “Presidente della Repubblica” Fabio Di Nicola la cacciano in fondo al sacco il “Traforo” San Nicolò Gottardi, classe 1994, e il neo-entrato, al posto dell’ex A.C. Somma di Eccellenza Elia Varotti, Davide Bertoletti, ex bomber del San Zeno. Sempre in vantaggio i burecorrubbiesi grazie agli spunti felici dell’88 Mirko Fasoli e dell’ex Settimo-pescantinese Alessio Donati, classe ‘89.

A Rivalta di Brentino Belluno, l’F.C. Valdadige del nuovo mister Luigi Gamberoni pareggia 1 a 1 contro gli “scoiattolini” del Corbiolo di mister Paolo Mainente (c’era già l’anno scorso). In vantaggio i bianco-granata corbiolesi del presidente Sandro Zanini grazie a “Masaniello” Manuel Masenelli, classe ’95,  sfortunati poi nel farsi l’autorete del pareggio a favore degli avversari con il ’92 Ignazio Vinco. No, perdo; anzi, pareggio 1 a 1!

Al “Lorenzo Bellamoli” di Poiano, 1 a 1anche  tra i bianco-neri del giovane (1989) trainer cresciuto in casa, Riccardo Olivieri e la Pol. Adolfo Consolini di mister Daniele Paganotti. Il costermanese, classe 1990, Andrea Pachera acciuffa per il rotto della cuffia, al 91mo, il pari, messo in discussione in precedenza dal gol realizzato dal poianese Nicola Tosi.

Buon punto in trasferta per il riammesso in categoria Malcesine, affidato oggi a mister Marco Martini, da Riva del Garda, ex compagno di Barone e di Buffon nella Primavera del Parma. L’ex trainer trentino ha iniziato ad affacciarsi al nostro calcio due stagioni fa, quando guidava gli Juniores regionali dell’A.C. Garda. L’1 a 1 scaturisce vicino alle calde terme di Colà Villa dei Cedri; quelli della frazione lacisiense sono questa volta allenati dall’esperto Alessandro Puttini, ex di tante squadre di Promozione e di Eccellenza del Veronese. Un grande intenditore del nostro calcio. All’acuto di Pietriboni ha replicato quello del malcesinese Matteo Brighenti, classe 1999.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it