27/11/17 - IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. D) – 12^ GIORNATA

“SUSTI” SULL’OTTOVOLANTE, CADONO LE “REGINE”, GUADAGNA TERRENO L’AURORA MARCHESINO. MA, LA SQUADRA DEL MOMENTO E’ IL GIPS SALIZZOLE! A BONAVICINA NON BASTA IL BOY LONARDI (DOPPIA PER LUI!). L’ALBAREDO CACCIA ALL’8° POSTO IL FAVORITO “CONCA” DI MISTER MAROCCHIO.
 
Cadono le “regine”, il SanguinettoVenera delle 10 vittorie su 12 incontri e il quadrato Atletico Vigasio, si conferma squadra-rivelazione la matricola Aurora Marchesino del coach sanmartinese Andrea Calzolari, è il gran bel momento del Gips Salizzole di mister Pasquale De Lauri (ma, dietro c’è sempre, a livello quadri-dirigenziali, la grande regia dell’ex sindaco Angelo geometra Campi “Ciampi”).

I sanguivenerabili – complice anche un terreno non certamente in splendide condizioni: ma, c’era, se è per quello, anche per l’avversario! – cadono per mano dell’A.C. Raldon di mister Silvio Donadello: 0 a 3 secco, con al preciso bersaglio le tre “punte di diamante”, ovvero Dorjan Molla, il 1994 Simone Garofalo e Riccardo Princivalle, figlio dell’ex L.R.Vicenza, Massimo. I “ramarri raldonati” del diggì Daniele Lorenzetti ora veleggiano al 7° posto, a quota 19 punti.

Terzo gradino bronzeo del podio per l’Aurora Marchesino: ieri “poker” secco calato in casa propria dai giallo e blu a scapito del molto altalenante Cà degli Oppi di mister Daniele Dalla Vecchia. Doppia dell’ex raldonate Carlo Alberto Provolo, classe 1992 al suo 11° sigillo stagionale, poi, assoli per il centrocampista Mattia Bonato e per l’avanti 1995 Alberto Costantini per i “giallo e blu della Marca”…non trevigiana, ma buttapietrese.

A Trevenzuolo, incespica – 0 a 1 – la secondo noi più papabile al titolo da qui a 18 ostacoli al termine: l’Atletico Vigasio di mister Saccomani, decapitato per 0 a 1 dal Gips Salizzole del presidente Leonello Migliorini, una delle compagini più in forma di quest’ultimo mese. Da quando, cioè, ha ritrovato i suoi cardini attorno ai quali ruotare. Mattatore? Non poteva essere che l’attuale capocannoniere, il nigeriano ed ex nogarese Aiuman Odaro, ora a 15 reti.

Inseguito a 13 reti da bomber Alessandro Pasotto, che, ieri, in un sol colpo ne ha fatti ben 5 di canestri nell’8 a 1 rifilato dal Sustinenza di mister Andrea Bertelli al “Luca Davi” allo sconcertato, frantumato “fanalino di coda” Roverchiara (in rete soltanto grazie a Bersani). 4 i gol su azione, uno su punizione per il Pas-Otto-volante…, acuti, poi, emessi da Andrea “Cardellini” Garbellini, Calian e N. Lanza.

L’Albaredo raccoglie i suoi cocci, rimargina le sue tante ferite, e supera, 2 a 1, un Concamarise, il quale non aspetta altro che di vedere all’opera, già da domenica prossima 3 dicembre, i suoi nuovi acquisti dicembrini (i fratelli Mattia ed Alessio Fraccaroli, Ardjan Shkrepa, Lorenzo Dall’Aio e qualche altro pezzo da 90; in uscita: Maichol Andreossi, direzione Nogara, Marco Feder, il portiere legnaghese Roberto Cuoghi, direzione Roverchiara, e qualche altro ancora). Per i “bianco-blu del basso Adige” guidati dal trainer, il “cagliaritano” Manuel Cuccu, esultano il classe 1991 Nicolò Lapolla e Ziba; non serve l’intramezzo gioioso inscenato dal concamarisano Alessandro “Baby” Carollo.

All’”Orvile Venturato” di Bonavigo, Denis Zanini, classe ’96, ex Nogara, e da un paio di stagioni in forza al Bovolone, porta in vantaggio i “mobilieri” del presidente Claudio Bissoli, allenati da Devis Padovani, ma i biancazzurri bonadicensi di casa raggiungono il pari definitivo grazie al 1991 Daniel Fiorio. All’”Eraldo Bottacini” di Coriano veronese, 0 a 0 tra i “granata mulinari” del nuovo trainer Alberto Fiorini  e il Villabartolomea dell’omologo Mauro Danielli, e con i bianco-neri de la “Villa” guidati dal più alto scranno dal giovane imprenditore Andrea Beozzo.

A Bonavicina, 3° pareggio stagionale per la matricola Bonarubiana del mister-imprenditore Luca Mayate: 2 a 2, avversari i lanciatissimi Boys Gazzo di mister Matteo Gobbetti. Sempre in vantaggio i maccacaresi, grazie alla doppia griffata dall’ex nogarese, classe 1993, Gianmarco Lonardi, ma, sempre ripresi ogni volta in fuga col laccio del Far West dal 1986 Andrea Rossetti e da Ayoub Arqiqi, classe 1995, ex Asparetto CereaSud.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it