15/10/09 - MINOZZI (CEREA): TUTTO SECONDO COPIONE

Patrizio Minozzi difficilmente incappa in una multa per ritardo, quando in settimana deve lasciare la sua impresa agricola di Asparetto per raggiungere la vicina Cerea.

E' un professionista così serio e preparato che, alla pari di un capitano che si rispetti, è il primo a recarsi al “Pelaloca”. E, l'ultimo a lasciarlo, in compagnia del fido Paolino Stanzial, ex Spal, ed ex scudetto della Fiorentina, ed Officine Bra di Quinto di Valpantena.

Per il tecnico, ex anche di quel Nogara con cui è salito prepotentemente alla ribalta del nostro calcio grazie alle 3 promozioni consecutive alla guida dei “bianco-rossi del Tartaro”, il girone “A” di Eccellenza, finora, ha emesso verdetti scontati:

“Se leggi le prime 5 in classifica (Legnago, Cerea, Monselice, Somma e Cavazzale) del nostro raggruppamento” fa notare Minozzi “scopri che sono quelle che si sono presentate per un campionato di vertice. Quindi, proclami ampiamente rispettati”.

E, aggiunge: “Forse, il Castelnuovo è un po' in ritardo. Del Vigasio non voglio parlare perché ha parecchi giocatori titolari in infermeria. Direi bene il Team, matricola e protagonista di una buona partenza. Considero il nostro campionato molto difficile, perché tutte sono molto competitive, almeno per quello che noi del Cerea abbiamo incontrato e per quello che stiamo vedendo”.

Sarà, dunque, dura per tutti spuntarla:

“Certo che sì. Senza nulla togliere al Legnago, i biancazzurri hanno finora ottenuto risultati che ci stanno sulla carta e sul campo (hanno battuto il rimaneggiato Vigasio, il Marano, l'Arzignano e hanno fatto pari con il Somma). Può fare risultati con tutte, ma, anche perdere con tutte”.

Mattia Passarini, il portiere discotecario e l'umile “fabbro-fabbricatore di gol”, Luca Moretto da Villafontana, hanno già l'andatura nella testa e nelle gambe:

“Sono entrambi partiti col piede giusto, e questo era nelle previsioni. Sto aspettando Andrea Soardo, l'ex giovanili del Verona e l'anno scorso in forza alla Sambonifacese, che, grazie alla sua esperienza immagazzinata in campionati importanti e superiori all'Eccellenza, può farci fare la differenza”.

Per onor di cronaca, ricordiamo che al giocatore Doardo è stata ridotta di una giornata la squalifica di 4 imposta dal giudice sportivo: e, qui un plauso va diretto all'avvocato Luca Bronzato, direttore generale ceretano, il quale si è dimostrato valido anche nella materia di diritto sportivo.

La redazione Sport di pianeta-calcio.it 15 ottobre 2009