22/1/17 - IL LEGNAGO CADE NEL FINALE CONTRO IL BELLUNO (1-2)

IL BELLUNO ESPUGNA IL «SANDRINI» E BATTE I BIANCAZZURRI IMBATTUTI DA 8 TURNI. MERCOLEDÌ RECUPERO A NOALE E DOMENICA ALTRA TRASFERTA A TRIESTE.

Il Legnago non perdeva in casa dal 25 settembre (4 a 2 per la Triestina) e dopo otto risultati utili consecutivi al «Sandrini» un Belluno corsaro ottiene in riva al Bussè il terzo successo esterno consecutivo dopo le vittorie di Montebelluna e Cordenons a una decina di minuti dal termine con un tiro cross che inganna l'estremo difensore biancazzurro Cristian Bala.

Dopo il forzato riposo di una settimana fa a Noale per il maltempo, il Legnago trova un Belluno che pressa alto e Stefano Mosca, classe 1990, cerca il gol con un paio di rasoterra il primo fuori dallo specchio della porta (all'11'), il secondo (al 19' ) parato con facilità da Bala. Al terzo tentativo Mosca trova il vantaggio per il Belluno: sulla punizione di Duravia spizzicata da Benedetti, Mosca tira e il pallone toccato da Bala finisce in rete. La squadra biancazzurra fatica a superare la barriera difensiva a tutto campo dei gialloblù ospiti: il primo tiro in porta del Legnago arriva al 35' con Villanova, parato dal portiere ospite. Al 39' il pareggio: Vincenzo Barone imbeccato da Viviani sorprende difesa ed assistente con un diagonale. L'attaccante napoletano al nono gol stagionale s'inginocchia sul campo festeggiato dai compagni e applaudito dal pubblico per la rapidità dell'esecuzione. Al 41' Viviani  Legnago trattiene Miniato in veloce ripartenza e l'arbitro estrae il secondo giallo che significa cartellino rosso ed espulsione. Al 44' Villanova serve Zanetti che inquadra la porta con un fiacco tiro.

Nella ripresa il Legnago gioca in dieci e mister Orecchia inserisce Taylor al posto di Zanetti. Ironia della sorte il Legnago non soffre l'inferiorità numerica più di tanto. Mister Orecchia al 28' inserisce Chiarini al posto di Villanova spostando sulla fascia alta Mattera ammonito. E al 34' un fallo su Tresoldi di Sommacal è punito dall'arbitro con l'ammonizione del giocatore ed una punizione battuta da Barone con bagarre in area e salvataggio del portiere su Chiarini in agguato. Al 38' a sorpresa il vantaggio ospite, Tresoldi perde palla e Pedjii lancia Marta con un tiro cross che trova impreparato il portiere biancazzurro. Un cross fortunoso di Marta al terzo gol stagionale o errore del portiere biancazzurro? «Un po' dell'uno e un po' dell'altro» commenta il giovane gialloblu classe 1998. Il vantaggio galvanizza il Belluno con una conclusione di Duravia (40') che Bala devia in angolo, il Legnago si butta in avanti,ma non passa. 

Il Belluno ha battuto otto corner contro zero del Legnago. Sette gli ammoniti: Mattera, Benedetti, Viviani (poi espulso), Chiarini, Sommacal, Dosso e Brotto. Impreciso l'arbitro, spesso beccato con il primo assistente dagli spettatori. Nella storia calcistica delle due società, Belluno e Legnago si sono affrontate 21 volte con 8 vittorie per parte e 5 pareggi. Mercoledì prossimo 25 gennaio a Noale si gioca il recupero contro il Calvi. La partita era stata rinviata dall'arbitro per l'impraticabilità del campo per una striscia ghiacciata. Domenica prossima altra trasferta, la più lunga del campionato a Trieste, 530 chilometri fra andata e ritorno. La Triestina domenica ha vinto a Feltre grazie ad una doppietta dell'ex biancazzurro Carlos França.

Legnago (4-3-3): Bala, Dabo, Mattera, Tresoldi, Benedetti, Bigolin, Zerbato, Viviani, Barone, Villanova (26'st Chiarini), Zanetti (1'st Taylor (41'st Formuso). All. Orecchia
Belluno (4-3-1-2): Borghetto, Petdji, Mosca, Miniati (34'st Brotto), Sommacal, Calcagnotto, Dosso (34'st Anzolut), Bertagno, Corbanese, Marta, Duravia. All. Vecchiato 
Arbitro: Modesto di Treviso
Reti: 32' pt Mosca, 39' pt Barone, 38' st Marta
Note: Giornata di sole. Spettatori 200 circa. Espulso Viviani 41' primo tempo. Angoli 8-0 per il Belluno Recuperi 1' e 3'

Aldo Navarro per www.pianeta-calcio.it