Albaronco, l’Eccellenza è attesa per il 19 luglio!

1195


Bisognerà attendere fino a venerdì 19 luglio per sapere con ufficialità se l’Albaronco sarà ammesso, per la prima volta nella sua giovane storia (è nato nel 2004), nel prossimo campionato di Eccellenza. Questa la conclusione che abbiamo tratto dopo una piacevole chiacchierata con il presidente del Comitato Regionale Veneto FIGC-Lnd, Bepi Ruzza: “Con il Spinea e la Codigese già saliti in Eccellenza, l’ammissione dell’Albaronco all’Eccellenza, il 2° meglio posizionato nella speciale graduatoria delle squadre candidate al ripescaggio” spiega il massimo esponente federale regionale “dipende dal verificarsi di due fattori: a) il ripescaggio in serie D del Legnago Salus – ipotesi oramai più che materializzabile! – e la rinuncia del Montello trevigiano al torneo superiore a quello condiviso con gli albaronchesani, sconfitti all’ultimo turno dei play off per 3 a 1, là, nella Marca trevigiana, ultima tappa della clamorosa lotteria della speranza seguita alla conclusione del campionato”.

Non solo: “Lunedì prossimo 15 luglio” aggiunge Ruzza “la serie C dovrà completare i propri gironi, martedì sarà la volta della serie D e quindi della scontata ammissione dei “biancazzurri del Bussè”. Infine, continuando la procedura a gradi, si procederà, intorno a giovedì 18 luglio o venerdì 19, la compilazione dei gironi di Eccellenza, nella fattispecie, quello contrassegnato dalla lettera “A” per il caso dell’Albaronco”. In buona sostanza, sempre che non si verifichi l’ipotesi dell’ultimo minuto, vero colpo di teatro, ovvero che un signor sponsor giunga in soccorso a sostenere le sorti dei trevigiani, gli albaronchesani del riconfermato mister Emanuele Pennacchioni (suo vice, l’ex bomber del Cerea fazionaniano, Luca Moretto) hanno un piede, macché, quasi due, già posizionati in Eccellenza. Tutto è oramai pronto in casa dei bianco-verde-granata, i quali proprio lunedì sera 15 luglio (ore 20.30), presso il ristorante di proprietà del potente diesse Alessandro Romìo (assistito dal vulcanico e molto attivo collega Graziano Parisi), in Ronco all’Adige, presenteranno alla stampa la “rosa” 2019-20, con ancora, però, un paio di colpi in canna, quelli che si accompagneranno all’eventuale “fumata bianca” dei ronchesani. Quindi, con le bocce Magnum di Prosecco Valdobbiadene, il migliore, visto che in questi giorni è stato nominato “patrimonio Unesco”.

“Altrimenti”, come ci ha confidato lo stesso vice-presidente e mastro pasticcere di Tombazosana, Daniele Dall’Oca – i più fedeli dei tifosi ci hanno riferito che il dirigente ha promesso paste e pasticcini per tutti i giocatori, oltre alla torta commemorativa in caso di ammissione – ci si preparerà ai blocchi di partenza per disputare un campionato d’avanguardia nel girone “A” di Promozione, costretti a fare i conti con i “cugini” di San Gregorio di Veronella e con il rafforzatissimo Mozzecane dell’ex professionista e riconfermato coach Giovanni Orfei.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata